Anche l’NBA è pronta a tornare, in una modalità inedita

I principali sport professionistici mondiali hanno ormai ricominciato, almeno in Europa, il loro corso. In America le cose procedono invece un po’ più a rilento, anche perché lì la pandemia ha colpito piuttosto duramente alcune città ed alcuni stati. Ora però l’NBA, il campionato di basket, pare pronto a riprendere.

La modalità elaborata dalla lega è però particolare. Il campionato, infatti, era stato sospeso prima che fossero definite in maniera chiara le squadre qualificate ai play-off. Pertanto si è scelto di svolgere in forma ridotta le partite che rimanevano da giocare prima della fase ad eliminazione diretta.

Una delle schede informative dell'NBA per la ripresa post-covid-19
Al mini-campionato prenderanno infatti parte 22 squadre: le 16 che erano già in posizione da play-off più altre sei, cioè i New Orleans Pelicans, i San Antonio Spurs, i Portland Trail Blazers, i Sacramento Kings, i Phoenix Suns e i Washington Wizards.

Il campionato riprenderà il prossimo 30 luglio, quindi tra più di un mese, ma nel frattempo si disputerà, a Orlando, un training camp per ritrovare la forma. D’altronde Orlando sarà la sede anche delle successive gare: ogni squadra ne disputerà 8.

Dopodiché ci saranno i play-off, anche se sulla loro modalità l’NBA non ha ancora diramato troppe informazioni. Su Twitter, a questo link, è possibile vedere le schede informative che la lega ha diffuso sull’argomento.