Burger King lancia anche in Italia l’hamburger con la carne finta

Negli ultimi mesi più o meno tutte le catene di fast food hanno sperimentato, in America, nuovi prodotti e in particolare degli hamburger prodotti con carne finta, cioè con derivati di piante invece che con animali. Ora questa sperimentazione si allarga anche all’Italia, partendo da Burger King.

Il colosso americano infatti ha reso disponibili, dal 12 novembre scorso, anche nel nostro paese i suoi panini di fake meat, cioè carne finta. Si tratta in particolare del Rebel Whopper, una versione particolare del classico panino-simbolo dell’azienda.

Il Rebel Whopper
Chi l’ha già assaggiato ha confermato che l’hamburger è difficilmente distinguibile da quello normale, di carne. Il condimento poi mette insieme pomodoro, lattuga, cetriolini, cipolle, ketchup e maionese (proprio per quest’ultimo ingrediente, il panino potrebbe comunque non essere gradito ai vegani).

La carne-non-carne viene prodotta in questo caso in Olanda, nell’azienda The Vegetarian Butcher, fondata qualche anno fa da un allevatore del luogo e oggi acquisita dal colosso Unilever. Il costo del Whopper comunque è in linea con gli altri prodotti di Burger King, visto che viene venduto a 4,80 euro.

Il target a cui la catena di fast food si rivolge, quindi, è quella dei vegetariani o comunque di chi, per una scelta etica, preferisce non mangiare più carne animale. Un settore del mercato, quest’ultimo, che secondo le stime è in rapida crescita.