Cinque begli aforismi sul cambiamento

Il cambiamento: esiste o non esiste? È un'opportunità o una condanna? Rispondiamo con alcuni aforismi

 
«Come si cambia per non morire, come si cambia per amore» cantava nel 1984 Fiorella Mannoia. Ed in effetti il cambiamento è una delle cose che ci caratterizzano di più. Quando ci capitano in mano lettere che avevamo scritto dieci o vent’anni fa, o ci vediamo in un vecchio filmato, la prima cosa che ci colpisce – oltre, ovviamente, alla nostra goffaggine – è quanto siamo diversi (e allo stesso tempo uguali) alla persona che abbiamo davanti.

Noi cambiamo e gli altri non cambiano mai?

Noi cambiamo e ce ne rendiamo ben conto, mentre gli altri ci sembrano non cambiare mai. Forse perché siamo proprio noi a volerli vedere sempre uguali e immutabili, conformi alle etichette che noi abbiamo appiccicato loro addosso. Comunque stiano le cose, il cambiamento è una cosa con cui tutti noi dobbiamo prima o poi fare i conti.

E non solo noi: del tema si sono occupati politici, economisti, filosofi, artisti, guru, poeti, fisici, scienziati e pure cantautori. Abbiamo quindi scelto cinque aforismi secondo noi significativi che affrontano la questione del cambiamento. Ve li proponiamo qui di seguito, ma ci aspettiamo anche i vostri commenti a fine articolo.

 

«Il cambiamento è l’unica costante di tutta la scienza»

Una frase da Grey’s Anatomy già detta anche da Robert Kennedy

Cominciamo con qualcosa di frivolo. Ovvero con una serie TV, che in realtà tanto frivola non è, visto che è spesso piena di lutti e tragedie: Grey’s Anatomy. La frase che trovate qui di seguito è una delle più belle e citate della serie. Viene pronunciata da Meredith Grey nella prima puntata della settima stagione, quando Cristina sposa Owen.

In realtà, gli autori di Grey’s Anatomy non sono stati i primi ad esprimere quel concetto. Noi l’abbiamo trovato anche in una bella e sintetica frase di Robert Kennedy, fratello di J.F.K. e anch’egli ucciso, quand’era candidato alla presidenza: «Il cambiamento, con tutti i rischi che comporta, è la legge dell’esistenza». Ma è chiaro che per le nuove generazioni le serie TV hanno più appeal.

Grey's anatomy Stagione 07
EUR 11,81 EUR 13,09
Generalmente spedito in 24 ore
Grey's anatomy Stagione 08
EUR 11,77 EUR 13,09
Generalmente spedito in 24 ore
Grey's Anatomy - Stagione
EUR 9,90 EUR 13,09
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi

Quando diciamo cose tipo «Le persone non cambiano», facciamo impazzire gli scienziati. Perché il cambiamento è letteralmente l’unica costante di tutta la scienza. L’energia, la materia, cambiano continuamente, si trasformano, si fondono, crescono, muoiono. È il fatto che le persone cerchino di non cambiare che è innaturale, il modo in cui ci aggrappiamo alle cose come erano invece di lasciarle essere ciò che sono, il modo in cui ci aggrappiamo ai vecchi ricordi invece di farcene dei nuovi, il modo in cui insistiamo nel credere, malgrado tutte le indicazioni scientifiche, che nella vita tutto sia per sempre. Il cambiamento è costante. Come viviamo il cambiamento, questo dipende da noi. Possiamo sentirlo come una morte o possiamo sentirlo come una seconda occasione di vita. Se apriamo le dita, se allentiamo la presa e lasciamo che ci trasporti, possiamo sentirlo come adrenalina pura, come se in ogni momento potessimo avere un’altra occasione di vita, come se in ogni momento potessimo nascere ancora una volta.
(Grey’s Anatomy)

Grey's Anatomy 7 – Con te rinasco

 

«I cambiamenti sono semplici»

L’aforisma di Ezra Pound

Ezra Pound è uno dei personaggi più controversi del Novecento. Poeta geniale, capace di influenzare i più grandi scrittori di inizio secolo, aderì fin troppo entusiasticamente al fascismo, pagandone le conseguenze nel dopoguerra. La sua fama come letterato fu compromessa dalle sue discutibili idee politiche, ma non si può notare in tutti i suoi scritti qualcosa di straordinario e sconvolgente.

Oltre che poeta, Pound fu un abile aforista. Alcuni suoi detti sono ancora oggi raccolti in libri e, per quanto la sua figura sia controversa, si tratta di frasi che non lasciano indifferenti e inducono alla riflessione. Come quella che abbiamo scelto, e che vi proponiamo qui di seguito, sul cambiamento e la sua apparente difficoltà.


Leggi anche: Cinque belle e indimenticabili frasi sulla vita

Tutti i grandi cambiamenti sono semplici.
(Ezra Pound)

 

«Cambiare tutto, perché tutto rimanga com’è»

La più celebre citazione de Il Gattopardo

Il Gattopardo è uno splendido romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa pubblicato per la prima volta nel 1958, dopo la morte del suo autore. Un romanzo che non ebbe vita facile, all’inizio. Fu infatti sottoposto a Mondadori ed Einaudi, che lo bocciarono risolutamente tramite il loro importante editor dell’epoca, Elio Vittorini. Venne quindi pubblicato solo qualche mese dopo, troppo tardi perché Tomasi potesse gioirne, da Feltrinelli, grazie a un altro editor più illuminato, Giorgio Bassani.

Il romanzo è celebre per il ritratto che dà del Risorgimento italiano, soprattutto dall’ottica dei siciliani. Molto famose, in questo senso, sono alcune frasi che manifestano il tipico cinismo e la disillusione sia delle classi agiate, sia più in generale della gente del sud al momento dell’annessione. Come quella che abbiamo scelto e che trovate qui di seguito, che è oramai quasi proverbiale.

Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.
(Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

 

Capire i cambiamenti e amare la gente

Gli articoli degli anni ’70 di Pier Paolo Pasolini

Pier Paolo Pasolini non è stato solo un grande cineasta e un ottimo scrittore, ma anche (e forse soprattutto) un polemista. È raro infatti che un articolo d’opinione scritto quarant’anni fa possa essere letto ancora oggi, visto il rapido cambiamento dei tempi che rende ogni discorso sorpassato e “vecchio”. Eppure, come dimostra ancora oggi il successo di raccolte come Scritti corsari, gli articoli di Pasolini continuano ad essere letti ancora oggi.

Il suo aforisma che abbiamo scelto riguardo al cambiamento è uno dei più famosi dello scrittore nativo di Bologna. È tratto da un articolo pubblicato proprio sul Corriere della Sera il 1° febbraio 1975, appena nove mesi prima la sua tragica morte. Vi si analizzava la situazione del nostro paese, mettendo in rapporto tra loro politica e popolazione e si indicava nel consumismo la vera svolta della società italiana. Una svolta negativa, un cambiamento che per Pasolini aveva irrimediabilmente rovinato gli italiani.


Leggi anche: Cinque divertenti aforismi sulla vita di coppia

Ma naturalmente per capire i cambiamenti della gente, bisogna amarla.
(Pier Paolo Pasolini)

 

«Il cambiamento che vuoi vedere nel mondo»

La dottrina della non violenza di Gandhi

Non c’è stato uomo che abbia sperato nel cambiamento quanto Gandhi. Il politico indiano, infatti, sognò tutta la vita un cambiamento politico per il suo paese, e riuscì ad ottenerlo solo quando realizzò un cambiamento nel proprio modo di porsi. La non violenza fu la chiave della vittoria di Gandhi e del suo movimento, presto imitata da altri leader in giro per il mondo.

In questo senso, la frase che riportiamo è emblematica. Fa comprendere come le rivoluzioni si possono fare solo se riusciamo prima a farle dentro di noi, solo se noi stessi diveniamo il cambiamento. Perché troppo spesso cerchiamo di imporre all’esterno dei cambiamenti che in realtà non siamo in grado nemmeno di compiere dentro di noi.

Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.
(Mahatma Gandhi)

 

Segnala altri begli aforismi sul cambiamento nei commenti.