Cinque belle scarpe da uomo che potete permettervi

Guida alle migliori scarpe da uomo che potete permettervi

Qualche tempo fa un sondaggio della rivista americana Time ha fatto emergere un dato che probabilmente sottostimiamo. Se è vero che le donne possiedono un numero di scarpe probabilmente esagerato (la media è di 27 paia ciascuna, quasi un paio diverso per ogni giorno del mese), è anche vero che i maschi – quando si parla di scarpe da uomo – non sono in realtà troppo distanti. O almeno lo sono meno di quanto si potrebbe credere.

12 paia di scarpe a testa

Io, personalmente, considerato quanto poco alterno le mie calzature e considerato quanto poco lo fanno anche i miei amici, avrei detto che la media per gli uomini difficilmente avrebbe superato le 7 o le 8 paia.

Invece il sondaggio di Time sostiene che in media gli uomini (americani) ne possiedono 12 paia ciascuno. In fondo, il dato non pare neppure tanto irreale se contiamo effettivamente le scarpe da ginnastica e da running, quelle da cerimonia, quella da lavoro, quelle da uscita e così via.

Quindi non sono solo le donne – le dee inarrivabili della scarpa – a spendere denaro in calzature. Anche gli uomini, nel loro piccolo, si danno da fare. E quindi, perché non scrivere una guida alle cinque più belle scarpe da uomo che potete permettervi, e cioè che non vi faranno sborsare un’esagerazione di soldi?

Come criterio, abbiamo deciso di stare, di listino al di sotto (a volte anche abbondantemente) dei 250 euro. In saldo, poi, tutte queste scarpe vi costeranno anche notevolmente meno.


Leggi anche: Cinque scarpe alla francesina per l’uomo di classe

 

Delle sneaker bianche a primavera e in estate

Floris Van Bommel Alec 16198 a 210 euro

Le Floris Van Bommel Alec 16198Partiamo da un paio di scarpe adatte alla stagione in cui ci troviamo ora, e cioè l’estate: le sneakers. Ormai questo tipo di scarpa, fino a qualche tempo fa appannaggio esclusivamente dei più giovani, è stata sdoganata.

Anche se siete degli uomini fatti e finiti non dovete quindi avere nessun imbarazzo ad indossarle. Anche perché, ormai, il settore è frequentato da fior di stilisti, che disegnano collezioni molto interessanti.

Dal nostro punto di vista, la stagione (e l’età) impongono di puntare non tanto su fantasie strampalate o eccessivamente appariscenti, ma soprattutto sul colore chiaro. La sneaker bianca infatti è, già da qualche mese a questa parte, l’ultima tendenza. Praticamente tutte le marche più importanti ne propongono alcuni modelli, dalla Lacoste alla Converse.

Noi però abbiamo scelto di proporvi, tra le tante, un modello forse meno noto – e meno facile da reperire – ma non certo meno bello. Si tratta della Alec 16198 della Floris Van Bommel che vedete nella foto qui sopra.

L’abbiamo scelta perché ci pare che riesca ad essere contemporaneamente elegante e sbarazzina. E, tra l’altro, se non amate il bianco potete anche trovarla in versione completamente nera.

 

Un buon paio di scarpe per andare a correre

Nike Flyknit Lunar2 a 160 euro

Le Nike Flyknit Lunar2Finché la stagione è bella, però, non bisogna solo andare a fare giri in centro, ma anche cercare di tenersi in forma. Magari correndo lungo le strade cittadine o i percorsi che sempre più spesso anche le località di vacanza mettono a disposizione dei runner.

Le scarpe adatte, da questo punto di vista, sarebbero molte e molte continuano ad uscirne di nuove. Tutte capaci di ridefinire le linee e i concetti che stanno alla base di questo tipo di calzatura.

Tra le tante, quelle che ci sembrano essere più interessanti al momento sono le scarpe prodotte da un lato dalla Asics, che con la sua linea Gel sembra aver decisamente azzeccato modello, dall’altro le ultime proposte della Nike, in particolare le Nike Flyknit Lunar2.

Uscite ormai da qualche mese, queste ultime sono perfette per essere acquistate anche con un minimo di sconto. Dal punto di vista estetico, queste scarpe sono di fattura straordinaria, con una scelta di colori originale. Per questo stanno riscuotendo consensi un po’ in tutto il mondo.

Ovviamente, quando si parla di scarpe da corsa non bisogna però guardare solo all’estetica, ma anche alla praticità. Da questo punto di vista non c’è dubbio che le Flyknit Lunar siano tra le più comode presenti sul mercato. Leggere e confortevoli, sono soprattutto pensate per garantirvi di produrre la miglior performance possibile.

 

Un paio di Clarks per l’autunno

Clarks Originals Desert Boot a 150 euro

Le Clarks Desert BootConclusa la parentesi estiva, passiamo alla stagione autunno-inverno. Qui abbiamo scelto di puntare sui grandi e inossidabili classici, cioè su due tipi di scarpe che un uomo non può non avere nel proprio guardaroba. Ovvero le Clarks e gli stivaletti Timberland.

Cominciamo dalle prime. Come forse saprete, il marchio Clarks esiste in Inghilterra dalla prima metà dell’Ottocento. È diventato famoso a livello globale, però, negli anni ’50 e ’60 del ‘900, quando lanciò le Desert Boot, scarpe destinate a segnare letteralmente un’epoca.


Leggi anche: Cinque tra le scarpe più strane del mondo

Questo modello, identico nella sostanza a quello che vi segnaliamo oggi, fu disegnato infatti da Nathan Clark – il bisnipote del fondatore dell’azienda – dopo il suo ritorno dalla Seconda guerra mondiale. L’ispirazione veniva dalle scarpe che aveva visto in vendita nei bazar del Cairo. Ovvero da scarpe leggere per il caldo del deserto ma contemporaneamente resistenti.

Nel corso dei decenni, questo è diventato il modello di punta dell’azienda, non passando mai veramente di moda. Oggi potete portarvela a casa così com’è sempre stata venduta all’interno della serie Clarks Originals a un costo di 150 euro, che cala ovviamente durante i saldi. E per scarpe solide ed eleganti non è poco.

 

Stivaletti resistenti per l’inverno

Timberland 6in Premium Boot a 200 euro

I celebri stivaletti TimberlandL’altro grande classico della nostra selezione è il 6in Premium Boot della Timberland, certamente meno antico del Desert Boot della Clarks ma non meno celebre.

Fin dagli anni ’80, infatti, l’allora neonata compagnia americana ha puntato forte su questo tipo di calzatura. Una scarpa, d’altro canto, adattissima alla stagione fredda sia per la sua suola rialzata che mette al riparo dalla fanghiglia, sia per l’impermeabilità.

D’altronde, il passaggio da piccolo calzaturificio a conduzione familiare a colosso della moda internazionale era avvenuto proprio in seguito all’invenzione, a metà anni ’60, della tecnica dello stampaggio ad iniezione. Una tecnica che permetteva sostanzialmente di fondere la suola col resto della scarpa.

Dagli anni ’80 ad oggi

Così negli anni ’80 il marchio diventava uno dei preferiti dai giovani europei (quelli che in Italia venivano chiamati i “paninari”).

In tempi più recenti, però, la classica scarpa bassa ha ceduto il passo a questi stivaletti con punta rotonda, stringati e di colore inconfondibilmente chiaro. Oggi li si trova, di listino, attorno ai 200 euro. In promozione, però, li si può portare a casa abbastanza facilmente anche a meno.

 

Un paio di scarpe eleganti e di qualità, ma non troppo care

Kenzo Houston a 250 euro

Le scarpe eleganti proposte da KenzoInfine concludiamo mettendo da parte il casual, che ha dominato la nostra cinquina. E vi presentiamo, invece, un paio di scarpe più eleganti che, pur essendo di un’ottima fattura, non vi dilapideranno troppo il portafoglio.

Per salutarvi abbiamo infatti scelto le Houston di Kenzo. Realizzate in Portogallo, vengono vendute al prezzo di 250 euro. Un vero affare, considerato il livello della scarpa e del cuoio usato per realizzarla.

Con un tacco di 2,5 centimetri e una linea che riesce ad essere contemporaneamente classica ma non vecchia, la scarpa ben rappresenta la filosofia della casa di moda francese fondata negli anni ’70 dal giapponese Kenzo Takada.

Quella di unire oriente ed occidente. Cioè semplicità ed equilibrio – che sono solitamente le caratteristiche dello stile nipponico – ma anche attenzione ai particolari e legame con la modernità.

 

Segnala altre belle scarpe da uomo non troppo costose nei commenti.