Alte, con carnagione e capelli in genere chiari, con le linee del volto piuttosto decise: il prototipo della bellezza polacca non è uno di quelli che in genere lascia indifferenti. Figlie di mescolanze etniche che sono durate secoli, e che hanno coinvolto popoli tedeschi, slavi e in parte latini, le ragazze che provengono dalla Polonia si trovano spesso, come il loro paese, a metà del guado.

Sospese tra oriente e occidente, tra i fasti e il lusso del capitalismo da poco conquistato e le difficoltà di un’economia non ancora solida ma in forte crescita, queste giovani hanno intrapreso la carriera da modelle da poco tempo, anche se alcune sono riuscite a far parlare subito di sé. Magari trasferendosi anche all’estero, magari anche negli Stati Uniti, dove comunque la comunità polacca è presente da secoli. Ecco quelle che a nostro avviso sono le più belle.


Leggi anche: Cinque modelle russe tra le più belle e famose

 

Monika Jagaciak

La modella che fece scandalo a 14 anni

Monica Jagaciak, la più giovane speranza tra le modelle polaccheCome al solito l’ordine di questa lista non è legato a una sorta di graduatoria interna tra le cinque ragazze che abbiamo scelto, ma a pure questioni cronologiche. Le cinque, infatti, sono ognuna a suo modo tra le più ricercate professioniste del loro settore, ed è ben difficile dare delle precedenze. Più agevole è, invece, guardare alla loro età e presentarvele partendo dalla più giovane.

E cioè da Monika Jagaciak, modella classe 1994 che, stante la lunghezza del proprio cognome, ha scelto assieme alla sua agenzia di firmarsi semplicemente come Monika Jac (o Jac Jagaciak). Scoperta nel 2007, ad appena 13 anni d’età, è subito comparsa sulle copertine di varie riviste francesi e giapponesi. A 14 anni ha cominciato a sfilare anche a New York, lavorando per Calvin Klein, Marc Jacobs e Richard Chai. In quel periodo la si è vista inoltre spesso anche a Milano, impegnata per Alberta Ferretti, Versace, Gucci, Prada, MaxMara ed altri ancora.

Il lavoro per Victoria’s Secret

La giovane età della modella, a quei tempi, non lasciò indifferenti. In Australia, quando si presentò appena quattordicenne, si mossero perfino gli organizzatori delle sfilate. Le polemiche, infatti, montarono per l’esibizione in abiti non proprio adatti alla sua età, tanto che si cominciò a parlare di “sessualizzazione” delle adolescenti in passerella. Da lì, la scelta di alcune fashion week di non aprire più i battenti alle modelle sotto i 16 anni d’età. Ad ogni modo, appena raggiunti i 18, Monika Jac è stata ingaggiata da Victoria’s Secret, diventandone una degli “angeli” per circa un anno.

Nativa di Poznań ed erede di una famiglia di assi dell’atletica, la Jagaciak in realtà ha potuto curare molto la sua educazione, nonostante il lavoro precoce. Le cronache la dipingono infatti come un’appassionata d’arte (e provetta pittrice) e un’amante della natura. I suoi fan la seguono principalmente tramite i suoi account Instagram e Twitter.

 

Ewa Sonnet

La modella prorompente

Ewa Sonnet all'epoca della promozione del suo discoA proposito di scandali, vale la pena di soffermarsi un attimo su Ewa Sonnet, seconda ragazza della nostra lista. La modella, nata nel 1985 a Rybnik, è infatti famosa per aver posato non tanto per le riviste di moda, quanto per i siti per soli uomini. Niente pornografia, per carità: la Sonnet è stata solo la modella più in vista del sito Busty.pl, un portale pieno di foto di busty girls, quelle che un tempo venivano chiamate “maggiorate”.

Il lavoro della Sonnet in questo campo è cominciato al compimento del diciottesimo anno d’età, nel 2003. In genere si trattava di foto ammiccanti, non di nudi completi, anche se nel giro di qualche anno ha cominciato a posare anche per mensili maschili in topless. In breve, però, la modella ha cercato di affrancarsi da quella carriera. Nel 2005 ha infatti tentato la via della musica, prima con apparizioni in varie trasmissioni TV polacche e poi con un disco vero e proprio.

Due album come cantante

Il primo album, intitolato Nielegalna, è uscito nel 2006 e ha riscosso un discreto successo in patria. L’anno dopo è uscito un secondo lavoro, baciato da minor fortuna: Hypnotiq. Ora quella carriera, però, sembra messa da parte e la Sonnet si guadagna di nuovo da vivere come modella. Come testimoniano il suo account Instagram e quello Twitter.

 

Izabella Miko

La ballerina prestata alla recitazione

Le più belle modelle polacche, a partire da Izabella MikoÈ nata invece a Łódź nel 1981 Izabella Miko, una delle modelle più famose del suo paese visto che vanta anche importanti esperienze come attrice. Figlia di due attori professionisti, è cresciuta a Varsavia, studiando inizialmente per diventare ballerina. Proprio grazie al suo talento nel ballo classico è riuscita, a 15 anni, a conquistare una borsa di studio che le ha permesso di trasferirsi a New York assieme alla madre.

Lì sono arrivate tutte le più importanti occasioni della sua carriera, aiutate anche dai corsi frequentati al prestigioso Lee Strasberg Institute. D’altro canto, un infortunio alla schiena le ha impedito di proseguire a livello professionale come ballerina e quindi ha convogliato tutti i suoi sforzi verso la carriera d’attrice (e, di riflesso, di modella). L’esordio negli Stati Uniti è arrivato così nel 2000, recitando in Le ragazze del Coyote Ugly.


Leggi anche: Cinque belle attrici e modelle bionde e con gli occhi azzurri

In film, video e serie TV

Già l’anno successivo la rivista Maxim l’ha inserita tra le 100 donne più sexy dell’anno. Una fama guadagnata grazie ai servizi fotografici perché in realtà al cinema non è riuscita a trovare per qualche tempo parti degne di nota. Si è rifatta in parte tra il 2005 e il 2006. In quei due anni, infatti, è apparsa prima in alcune puntate della serie TV Deadwood, poi nei film La casa degli Usher e Save the Last Dance 2.

Da notare anche la partecipazione a due video dei Killers – Mr. Brightside e Miss Atomic Bomb –, che le hanno dato una certa notorietà. Oggi si divide tra la Polonia e gli States, tenendo anche un videoblog in cui manifesta il suo attivismo per le cause ambientali. Anche lei ha un seguitissimo profilo Instagram e un altrettanto seguito profilo Twitter.

 

Joanna Krupa

Dalla Polonia agli Stati Uniti

La bella Joanna Krupa, ovviamente in costume da bagnoÈ legata agli Stati Uniti anche la carriera di Joanna Krupa, se vogliamo anzi in maniera ancora più netta di Izabella Miko. La Krupa è infatti nata a Varsavia nel 1979, ma già a cinque anni – quando il paese era ancora nell’orbita dell’Unione Sovietica – i suoi genitori sono riusciti ad espatriare e a trasferirsi negli USA, nell’Illinois. La Krupa, che non ha comunque mai rinnegato le proprie radici, ha quindi acquisito nel tempo anche la cittadinanza americana.

Ha iniziato a lavorare come modella piuttosto giovane, posando inizialmente per riviste di tutti i tipi, sia a carattere sportivo (Inside Sport, Steppin’ Out, Shape), sia generaliste. In quegli anni veniva scelta soprattutto per pubblicizzare costumi da bagno e lingerie, tanto che Maxim la nominò “la più sexy indossatrice di costumi del mondo”. In Germania, nel 2005, ottenne invece il titolo di Modella dell’anno.

La buona performance a Ballando con le stelle

Dopo essere apparsa pure due volte sulla copertina di Playboy, verso la fine degli anni Zero la modella ha cercato di passare anche alla televisione, sia negli States che in Polonia. Ha partecipato così alla nona stagione della versione americana di Ballando con le stelle, risultando eliminata in realtà alla prima puntata ma venendo poi ripescata e concludendo alla fine al quarto posto.

In Polonia la si è vista nella giuria del reality Top Model, mentre in America ha partecipato anche al programma The Real Housewives of Miami. Ha timidamente provato anche a buttarsi sul cinema, ma le sue partecipazioni a Max Havoc: Curse of the Dragon, Scary Movie 4 e Il pianeta delle scimmie non sono state baciate da particolare successo. Sposata dal 2013, ha anche lei un account Instagram e uno di Twitter.

 

Izabella Scorupco

Una Bond-girl tra la Polonia e la Svezia

Izabella Scorupco, la veterana tra le modelle polaccheConcludiamo con la più navigata delle nostre cinque modelle polacche, ma forse anche la più famosa: Izabella Scorupco. Nata a Białystok nel 1970, è in realtà anch’essa cresciuta al di fuori della Polonia. All’età di 8 anni, a causa del divorzio dei suoi genitori, la madre l’ha infatti portata con sé in Svezia ed è stato nel paese scandinavo che ha quindi frequentato le scuole. E proprio in Svezia ha ottenuto la prima notorietà: nel 1992, infatti, incise un album che riuscì a conquistare il disco d’oro.

La carriera di cantante è stata però presto messa alle spalle. La sua bellezza, infatti, le ha permesso di conquistare le copertine di tutte le più importanti riviste e presto anche ruoli di primo piano al cinema, anche in America. Dopo essere comparsa in alcune serie TV svedesi, nel 1995 fu infatti scelta per essere una Bond-girl nel successo internazionale GoldenEye.

Una carriera hollywoodiana non pianemente realizzata

Il film di 007 le aprì rapidamente le porte di Hollywood. Mentre frequentava il campione di hockey polacco Mariusz Czerkawski (dal quale ha avuto anche un figlio), ha recitato in Vertical Limit ed è andata vicina a prendere il ruolo di protagonista sia in L.A. Confidential che in La maschera di Zorro. La si è poi vista in L’esorcista – La genesi e in un episodio di Alias.

Negli ultimi anni ha diradato notevolmente le sue prove da attrice. Si è in compenso sposata in seconde nozze con l’americano Jeffrey Raymond e continua a posare per servizi fotografici. Inoltre la si può seguire sui consueti canali dei social network, cioè su Twitter e Instagram.

 

Segnala altre bellissime modelle polacche nei commenti.