Cinque canzoni da dedicare alla mamma per il suo compleanno e non solo

Le migliori canzoni da dedicare alla propria mamma

Inutile prendersela coi proverbi o gli stereotipi: per un italiano, la mamma è sempre la mamma, soprattutto quando l’italiano è di sesso maschile.

E così, quando la mamma compie gli anni o si avvicina il giorno in cui se ne celebra la festa, tutti noi ci diamo da fare – chi con più anticipo, chi con meno – a cercare un regalo adatto, un’idea innovativa che possa piacerle e manifestarle l’affetto che proviamo per lei.

A volte, però, il miglior regalo non è qualcosa di materiale, anche perché può benissimo darsi che vostra madre abbia già tutto quello che le serva e che voi abbiate esaurito da tempo gli spunti.

Leggi anche: Cinque belle frasi sulla mamma per la sua festa e non solo

Allora, una buona soluzione può essere anche una canzone, da riversare assieme alle sue preferite su un CD o da usare come accompagnamento per un video. Ecco cinque idee al riguardo che potrebbero piacervi.

 

Claudio Villa – Mamma

Per le mamme che amano il bel canto

Un classico della canzone popolare italiana, eseguito da Beniamino Gigli, Claudio Villa, Andrea Bocelli e molti altri: Mamma.

Mamma son tanto felice perché ritorno da te,
la mia canzone ti dice che è il più bel giorno per me.
Mamma son tanto felice. Viver lontano, perché?
Mamma, solo per te la mia canzone vola,
mamma, sarai con me, tu non sarai più sola.
Quanto ti voglio bene,
queste parole d’amore che ti sospira il mio cuore forse non s’usano più.
Mamma, ma la canzone mia più bella sei tu,
sei tu la vita e per la vita non ti lascio mai più.

Sento la mano tua stanca cerca i miei riccioli d’or,
sento, e la voce ti manca, la ninna nanna d’allor.
Oggi la testa tua bianca io voglio stringer al cuor
mamma, solo per te la mia canzone vola,
mamma, sarai con me, tu non sarai più sola.
Quanto ti voglio bene,
queste parole d’amore che ti sospira il mio cuore forse non s’usano più.
Mamma, ma la canzone mia più bella sei tu,
sei tu la vita e per la vita non ti lascio mai più.

Mai più, mamma.

 

Pink Floyd – Mother

Per rimproverarla senza che se ne accorga

Mother dei Pink Floyd non è quella che si definirebbe normalmente una canzone d’affetto verso la propria madre. Parte di The Wall, il brano racconta della madre ossessiva e iperprotettiva di Pink, il protagonista; ma c’è da dire che non tutte le mamme conoscono l’inglese e l’occasione può essere buona per rinfacciare loro qualche eccesso, facendo al contempo credere di volerle invece celebrare.

Mother, do you think they’ll drop the bomb?
Mother, do you think they’ll like this song?
Mother, do you think they’ll try to break my balls?
Mother, should I build the wall?
Mother, should I run for president?
Mother, should I trust the government?
Mother, will they put me in the firing line?
Mother, am I really dying?

Hush now baby, baby, don’t you cry.
Mother’s gonna make all your nightmares come true.
Mother’s gonna put all her fears into you.
Mother’s gonna keep you right here under her wing.
She won’t let you fly, but she might let you sing.
Mama will keep baby cozy and warm.
Ooooh baby, ooooh baby, oooooh baby,
Of course mama’ll help to build the wall.

Mother, do you think she’s good enough to me?
Mother, do you think she’s dangerous to me?
Mother, will she tear your little boy apart?
Mother, will she break my heart?

Hush now baby, baby don’t you cry.
Mama’s gonna check out all your girlfriends for you.
Mama won’t let anyone dirty get through.
Mama’s gonna wait up until you get in.
Mama will always find out where you’ve been.
Mama’s gonna keep baby healthy and clean.
Ooooh baby, oooh baby, oooh baby,
You’ll always be baby to me.

Mother, did it need to be so high?

 

Edoardo Bennato – Viva la mamma

Per le mamme rockabilly

Al di là delle canzoni popolari, il più celebre pezzo italiano sulla mamma è senza dubbio Viva la mamma, scritto da Edoardo Bennato e pubblicato nel 1989 all’interno dell’album Abbi dubbi. Un brano nostalgico, che ricorda le donne degli anni Cinquanta e la loro ingenua purezza.

Viva La Mamma
EUR 1,29 EUR 1,29
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
Abbi Dubbi
EUR 98,15
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
ABBI DUBBI
EUR 11,99 EUR 11,99
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi

C’è folla tutte le sere
nei cinema di Bagnoli,
un sogno che è in bianco e nero
tra poco sarà a colori.
L’estate che passa in fretta,
l’estate che torna ancora,
i giochi messi da parte
per una chitarra nuova…

Viva la mamma
affezionata a quella gonna un po’ lunga,
così elegantemente anni Cinquanta,
sempre così sincera.

Viva la mamma,
viva le donne con i piedi per terra,
le sorridenti miss del dopoguerra,
pettinate come lei.

Angeli ballano il rock ora,
tu non sei un sogno, tu sei vera.
Viva la mamma perché
se ti parlo di lei non sei gelosa!

Viva la mamma,
affezionata a quella gonna un po’ lunga,
indaffarata sempre e sempre convinta,
a volte un po’ severa.

Viva la mamma,
viva la favola degli anni Cinquanta,
così lontana eppure così moderna
e così magica.

Angeli ballano il rock ora,
non è un juke box, è un’orchestra vera.
Viva la mamma perché
se ti parlo di lei non sei gelosa!

Bang bang, la sveglia che suona,
bang bang, devi andare a scuola.
Bang bang, soltanto un momento
per sognare ancora!

Viva la mamma,
affezionata a quella gonna un po’ lunga,
così elegantemente anni Cinquanta,
sempre così sincera.

Viva la mamma,
viva le regole e le buone maniere,
quelle che non ho mai saputo imparare,
forse per colpa del rock…
Forse per colpa del rock… rock…
Forse per colpa del… forse per colpa del rock!

 

Céline Dion – Because You Loved Me

Per una madre da ringraziare

Se invece volete finalmente dire a vostra madre tutto quello che non avete avuto il coraggio – o la voglia, o il tempo – di dirle fino ad ora, in vostro soccorso viene un classico di Céline Dion, Because You Loved Me. La canzone era contenuta nel disco Falling into You del 1996, un album di straordinario successo, tanto è vero che il brano – usato anche per la colonna sonora del film Qualcosa di personale – ottenne una nomination agli Oscar e quattro ai Grammy Awards.

For all the truth that you made me see,
For all the joy you brought to my life,
For all the wrong that you made right,
For every dream you made come true,
For all the love I found in you,
I’ll be forever thankful, baby.
You’re the one who held me up,
Never let me fall,
You’re the one who saw me through through it all.

You were my strength when I was weak,
You were my voice when I couldn’t speak,
You were my eyes when I couldn’t see,
You saw the best there was in me.
Lifted me up when I couldn’t reach
You gave me faith ‘cuz you believed.
I’m everything I am
Because you loved me.

You gave me wings and made me fly,
You touched my hand I could touch the sky,
I lost my faith, you gave it back to me,
You said no star was out of reach.
You stood by me and I stood tall,
I had your love I had it all.
I’m grateful for each day you gave me
Maybe I don’t know that much
But I know this much is true,
I was blessed because I was loved by you.

You were my strength when I was weak
You were my voice when I couldn’t speak
You were my eyes when I couldn’t see
You saw the best there was in me
Lifted me up when I couldn’t reach
You gave me faith ‘coz you believed
I’m everything I am
Because you loved me

You were always there for me
The tender wind that carried me
A light in the dark shining your love into my life
You’ve been my inspiration
Through the lies you were the truth
My world is a better place because of you

You were my strength when I was weak
You were my voice when I couldn’t speak
You were my eyes when I couldn’t see
You saw the best there was in me
Lifted me up when I couldn’t reach
You gave me faith ‘cuz you believed
I’m everything I am
Because you loved me

I’m everything I am,
Because you loved me.

 

Sottotono – Amor de mi vida

Per una mamma rap

Concludiamo con una canzone datata 1999 e pubblicata dai Sottotono all’interno dell’album Sotto lo stesso effetto, il terzo e penultimo del gruppo prima dello scioglimento. La canzone ebbe un discreto successo, anche per l’accostamento tra la dolcezza del testo e la rudezza non tanto della musica in sé e per sé di questo brano, ma della scena rap di allora.

Non ho niente da dimostrare, partito da zero,
fatto da solo, posso mostrarmi come sono davvero.
Se c’è una cosa che mi hai insegnato è questa qui
è grazie a te se sono così, mamma.
Se solamente ripenso ad ogni pianto che hai spento
ed ogni momento che spendo
pensando a te, mamma, è una nuova rima che nasce.

Un bambino combatte le sue guerre e cresce, guidato dalle tue dita,
dotata di grazia infinita, è chi mi ha dato vita.
E se strabilio è il bene che ti voglio,
oltre ad essere tuo figlio
la cosa più bella è che ti assomiglio.

Non so come lo sai fare, tu mi sai consigliare
per distinguere il bene dal male.
E ogni tuo bacio è il più dolce
tra i frutti che abbia mai assaggiato.

Mai lascerò che qualcuno ci divida
e se al mio fianco ti avrò, accetterò ogni sfida,
amor de mi vida,
sei il mio angelo, fammi da guida.

Mai lascerò che qualcuno ci divida
e se al mio fianco ti avrò, accetterò ogni sfida,
amor de mi vida,
sei il mio angelo, fammi da guida.

I guai che ti ho creato, che ho combinato
essendo stato messo a ‘sto mondo e non essendone abilitato,
ti ho dato un gran da fare
senza contare la voglia di non studiare.
Da quando all’asilo non volevo che mi lasciassi
a quando nei compiti volevo che mi aiutassi,
che mi guidassi,
quando i miei amici erano scomparsi
che in ‘sto casino sapessi muovere i passi.

Mi hai insegnato a stare in piedi e ad incassare i colpi,
anche se in alcuni casi ne uscimmo stravolti,
tu mi eri sempre accanto,
le notti che ero malato passate in bianco
e ripensandoci, in questo tuo dare
hai dei rimpianti, quali son stati i prezzi da pagare?
E se di me ora voglio renderti orgogliosa
è perché so che per me hai rinunciato ad ogni cosa.

Mai lascerò che qualcuno ci divida
e se al mio fianco ti avrò, accetterò ogni sfida,
amor de mi vida,
sei il mio angelo, fammi da guida.

Mai lascerò che qualcuno ci divida
e se al mio fianco ti avrò, accetterò ogni sfida,
amor de mi vida,
sei il mio angelo, fammi da guida.

Ventitré anni suonati, forse sono indipendente,
senza te forse sono autosufficiente.
È grazie a te se di questa vita gusto ogni sorso,
colgo il succo di ogni discorso.
Se riuscirò a stare in piedi da solo è perché godrò
di ogni tua cosa che ho, ogni tua dote, oh mi amor,
se soffro so già che soffri
e se sto bene so già che tu te ne accorgi,
piena di attenzioni, sì dolci, nei miei confronti
ti voglio bene mamma
vivi nei miei mondi,
nei sogni più profondi,
consapevole
di ogni tuo miracolo
di troppe bugie colpevole
ma ogni ostacolo.

Posso superare con ogni consiglio che mi sai dare
e se ti avrò sempre vicino li affronterò.

Mai lascerò che qualcuno ci divida
e se al mio fianco ti avrò, accetterò ogni sfida,
amor de mi vida,
sei il mio angelo, fammi da guida. (x6)

 

Segnala altre canzoni da dedicare alla mamma nei commenti.