Cinque consigli per organizzare e pianificare un viaggio

Come pianificare al meglio un viaggio

In linea di massima i viaggi possono essere suddivisi in due grandi categorie: quelli pianificati nel minimo dettaglio e quelli che nascono sul momento da decisioni improvvise. Va da sé che per evitare inconvenienti e sorprese poco piacevoli, un viaggio dev’essere organizzato a dovere, in modo da sapere come affrontare eventuali imprevisti e godersi il relax senza ansia o contrattempi di vario tipo.

 

Scegliere dove andare, quando e in che modo

Il primo passo indispensabile

Dove andare?La scelta della località va ovviamente condivisa con quelli che saranno i compagni di viaggio e per la ricerca uno degli strumenti più usati per affidabilità e praticità è internet. Infatti, il web consente di vedere foto e leggere testimonianze e recensioni dei luoghi di nostro interesse, delineando un’immagine più precisa della città o del Paese in questione. Se questo non è abbastanza, con la Street View di Google Maps sono possibili tour tridimensionali per le strade di un grandissimo numero di città. Per fare una prova con la città di Roma basta recarsi su questa pagina.


Leggi anche: Le vostre cinque mete preferite per le vacanze del 2014

Quando si valuta la località, bisogna prestare attenzione in particolare alle condizioni climatiche, alla qualità complessiva dei servizi e alle attività che offre (cinema, teatri e quant’altro), attrezzandosi in maniera adeguata a ciò che si troverà, soprattutto in fatto di abbigliamento. Il momento della partenza e la durata del soggiorno vanno stabiliti a seconda della propria disponibilità, mantenendo sempre un occhio al portafoglio.

Partendo in bassa stagione, infatti, sarà possibile risparmiare, mentre si spenderà di più decidendo di andare in vacanza durante l’alta stagione. In compenso, però, bassa stagione significa anche disponibilità ridotta e di conseguenza qualche esercizio chiuso e servizi limitati. Come detto, l’organizzazione è fondamentale ma anche un eccesso di zelo dal punto di vista della pianificazione può essere controproducente, poiché gli imprevisti non si possono evitare del tutto e bisogna saperli gestire.

Per essere sicuri di visitare tutti i posti che si desidera vedere, potrebbe essere utile un elenco, nel quale segnare i luoghi di interesse culturale – come ad esempio i musei – o i ristoranti che incuriosiscono in maniera particolare e che vanno assolutamente provati. Ancora meglio sarebbe organizzare un vero e proprio itinerario con tutti gli spostamenti, scegliendo taxi o mezzi pubblici a seconda delle distanze da percorrere.

 

Diffidare degli agenti di viaggio

Quando internet permette di risparmiare

Il trafficato interno dell'aeroporto di Heathrow a LondraSe l’obiettivo principale è il risparmio, meglio diffidare degli agenti di viaggio in quanto affidandosi a queste figure i costi sono inevitabilmente superiori. I siti di viaggio online sono più economici e consentono di pianificare il viaggio in base alla destinazione prescelta senza alcuna controindicazione. Al giorno d’oggi, il ruolo dell’agente di viaggio è molto ridimensionato poiché si può organizzare interamente un viaggio grazie agli strumenti che il web mette a disposizione.

Ecco alcune fra le soluzione per risparmiare: volo e albergo andrebbero prenotati insieme, scegliendo voli settimanali ed evitando gli aeroporti principali; non partendo in alta stagione, come già anticipato in precedenza, è possibile risparmiare fino al 40% sulle spese totali. Il budget va pianificato con attenzione prima di partire e se il costo del viaggio supera la cifra che si ha a disposizione, è necessario effettuare dei tagli.

 

Calcolo del budget

Prendere il biglietto sei settimane prima della partenza

I modi più rilassanti per viaggiare (auto compresa)A determinare una buona fetta di budget sarà la capacità di risparmio nelle settimane che precedono la partenza: con alcune rinunce si potrà avere a disposizione un bel gruzzolo da destinare alla vacanza. Ad esempio, rinunciando al cappuccino quotidiano al bar si possono mettere da parte circa 45 euro ogni mese e il risparmio è ancora maggiore evitando il ristorante e preferendo le cene a casa. Allo stesso modo un drink in meno il venerdì o il sabato e un film a casa invece che al cinema garantiscono, alla lunga, una disponibilità economica superiore.

Mentre si pianifica il budget, su internet si possono svolgere parallelamente delle ricerche per scovare offerte che riguardano hotel e ingressi nei musei, tenendo presente che le buone occasioni vanno colte immediatamente. Il momento più indicato per acquistare un biglietto aereo è circa sei settimane prima della partenza: è in quel lasso di tempo, infatti, che le compagnie aeree riducono i prezzi per incrementare le vendite.

 

Assicurazioni e documenti

In caso di imprevisti

I documenti necessariFra le varie opzioni a disposizione di un viaggiatore c’è anche la possibilità di stipulare un’assicurazione per il viaggio, con la quale mettersi al riparo da eventuali imprevisti che – pur pianificando tutto nel dettaglio – possono essere sempre dietro l’angolo. Il web si rivela di grande utilità anche in questo caso: se si è costretti a rinunciare alla partenza oppure ad interrompere il viaggio, potrebbe rivelarsi decisiva un’assicurazione, e una panoramica dettagliata per compiere la scelta migliore da questo punto di vista la si può avere consultando le polizze per annullare il viaggio sul sito Facile.it.


Leggi anche: Le cinque città più visitate al mondo

Di fondamentale importanza sono anche i documenti, in particolare se si prevede un viaggio al di fuori dei confini nazionali; alcuni Paesi, infatti, necessitano di un visto di ingresso e di uscita e bisogna provvedere a ottenerli il prima possibile. In caso contrario, non sarà possibile mettere piede nel Paese di destinazione e si sarà costretti a tornare indietro, rinunciando alla vacanza. Dunque passaporti, visti e il resto della documentazione di questo tipo dovrà essere messa nella medesima borsetta, premurandosi di fare delle fotocopie di tutti i documenti da conservare al sicuro. In questo modo, in caso di smarrimento, sostituirli risulterà più semplice.

 

Nella valigia…

Cosa mettere e come risparmiare spazio

Cosa mettere in valigia?Infine, prima di partire bisogna pensare a tutto ciò che sarà necessario durante il viaggio, dall’adattatore per la presa di corrente (è fondamentale verificare se quello a disposizione è corretto per il Paese che si andrà a visitare) alle batterie per la fotocamera digitale, passando per vocabolario e guida turistica, insomma tutto l’occorrente per non farsi trovare impreparati in un altro Paese.

Viaggiare leggeri è un altro aspetto cruciale: portarsi appresso un numero elevato di bagagli o avere delle valigie ingombranti renderà gli spostamenti più problematici e causerà inevitabilmente dei disagi in quanto, è risaputo, durante una vacanza ci si muove non poco.

Ecco perché si consiglia di viaggiare senza un carico eccessivo, mettendo in valigia soltanto lo stretto indispensabile e lasciando spazio sufficiente per l’acquisto di souvenir e per lo shopping, un momento quasi irrinunciabile in una vacanza.

Leggi anche: Cinque straordinarie frasi sul viaggio

Al momento di preparare la valigia, il suggerimento è quello di arrotolare gli indumenti, perché in tal modo si risparmierà spazio prezioso. Non vanno scordati, naturalmente, i farmaci, soprattutto se è prevista la presenza di bambini: in caso di problemi di salute, avere il farmaco giusto nella valigia può risolvere non pochi problemi.

 

Segnala consigli per organizzare e pianificare un viaggio nei commenti.