Cinque cose da fare in coppia il sabato sera per non annoiarsi

L'amore sotto la pioggia (foto di Will Fisher via Flickr)
L'amore sotto la pioggia (foto di Will Fisher via Flickr)

Tempo fa, mi è capitato un periodo in cui io e il mio ragazzo non avevamo nessuno con cui uscire, in cui non sapevamo cosa fare il sabato sera. Sapete come funziona: le compagnie si sciolgono, qualcuno si trasferisce altrove, qualcuno si sposa. Ci si perde di vista, e così si perde anche l’occasione per uscire. E, per conto nostro, non avevamo nemmeno troppe idee sulle cose da fare. Neppure su quelle che avremmo potuto fare in coppia per ravvivare il nostro rapporto.

Insomma, in quel periodo abbiamo passato qualche serata da soli, con l’interrogativo di cosa fare per passare il tempo.

Esauriti i passatempi tradizionali come il cinema, i ristoranti romantici ed altre cose del genere, abbiamo provato a darci da fare con la fantasia e anche a consultare qualche sito e qualche libro. Nel tempo, abbiamo creato una serie di cose da fare in coppia il sabato sera che penso possano adattarsi bene anche al vostro caso.

Andiamo a scoprirle una dopo l’altra. E se poi voi avete qualche altro suggerimento, non esitate ad usare i commenti che sono disponibili alla fine dell’articolo.

La foto di copertina è di Will Fisher (via Flickr).

 

1. Giochi in scatola per adulti

Ok, so bene che appena avete letto il titolo di questo articolo avete pensato a una cosa ben precisa. E che appena leggerete la classica frase che scriviamo in fondo, prima dei commenti – «Segnala altre cose da fare in coppia il sabato sera per non annoiarsi» – avrete la fortissima tentazione di scrivere: «Sesso!». D’altronde lo scriverei anch’io.

Da che mondo è mondo, le coppie che si annoiano trovano il modo di passare il tempo concedendosi qualche coccola supplementare. Come biasimarle, d’altra parte? È un passatempo economico e piacevole; ci sono sabati sera ben peggiori di questo.

Monogamy, gioco da tavolo per adulti

Ma andiamo per un attimo oltre al sesso, o almeno cerchiamo di renderlo un po’ più interessante. Quelle che ho intenzione di suggerirvi, infatti, sono delle idee tutto sommato un po’ originali, diverse dal solito per ottenere più o meno lo stesso effetto. Mentre il sesso invece – diciamoci la verità – lo conoscono tutti.

Se da tematiche sessuali vogliamo insomma comunque partire, io vi consiglierei di provare qualche gioco in scatola per adulti. Di cosa si tratta? Ebbene, sono sostanzialmente dei giochi di società strutturati in maniera piuttosto tradizionale. A volte addirittura rivisitazioni di quelli a cui giocate da quando eravate bambini. Con però, in più, qualche colpo di scena piccante.

I più piccanti del mercato

Tra quelli più carini, a mio parere, merita un’occhiata Monogamy, una specie di gioco dell’oca in cui viene richiesto alla coppia di confidarsi vari dettagli e che permette di giocare con la fantasia1. L’unico problema è che esiste solo in inglese. Diciamo, però, che le parole-chiave si imparano piuttosto in fretta.

Inoltre vi segnalo Tease, aperto anche alle partite di gruppo (per quelli a cui piace questo genere di cose). Il gioco prevede delle sfide in cui il contatto fisico è fin troppo esplicito. Ad esempio si deve perquisire gli avversari, togliersi dei capi d’abbigliamento, toccarsi e così via. Anche questo non esiste, però, in italiano.

Infine provate anche Nookii, un gioco da tavolo in cui quello che manca è il tabellone. È infatti lo stesso corpo dei giocatori a trasformarsi in tabellone (e non credo serva dire altro).

 

2. Videogiochi di coppia

Lo confesso: io non sono una grande appassionata di videogiochi, a differenza del mio ragazzo. Quindi molto spesso preferisco che lui si trovi coi suoi amici per sfogarsi un po’. Così non mi tormenta chiedendomi di fargli da spalla in qualche missione col kalashnikov o su un campo di pallone virtuale.

Leggi anche: Cinque giochi in scatola per adulti da fare in gruppo, in casa o sull’iPad

D’altro canto, dopo anni d’esperienza anche lui ha imparato a scendere a compromessi. Così tempo fa mi ha regalato una Wii, il vecchio modello ormai superato, sperando di trovare un modo per appassionare alle console anche una persona completamente negata come me.

Il trionfo del sensore di movimento

Quella scelta ci ha permesso di passare varie serate in giochi di coppia. Giochi che oggi si possono replicare con la Wii U (o meglio ancora il Nintendo Switch), il Kinect della Xbox o il PlayStation Move.

Just DanceL’importante, mi permetto di suggerire, è che le attività non siano particolarmente impegnative, né difficili. Devono infatti permettere anche a dei perfetti incapaci di competere o comunque di divertirsi, buttandola in ridere.

Da questo punto di vista, i giochi che mi sento di suggerire sono sicuramente le collezioni di vari sport. E quindi ben vengano Wii Sports o Kinect Sports o Sports Champions o le varie edizioni di Mario Kart.
 
O, almeno dal mio punto di vista, quelli di ballo come Just Dance, che funziona su tutte le piattaforme. Sono giochi divertenti e permettono di non star seduti tutta la sera sul divano.

 

3. App di coppia

Non avete voglia di spendere un bel po’ di soldi per una console e per i relativi giochi da fare insieme? Benissimo, c’è una soluzione più economica, ed è usare il vostro smartphone. Esistono infatti interessantissime app per la coppia che vanno al di là del semplice Whatsapp e delle comunque utili chat private tipo Avocado o Couple. Vediamone insieme alcune.

Kahnoodle, buona app per coppie

In passato vi abbiamo consigliato Kahnoodle, una bella app per coppie strutturata come se fosse un gioco. Permetteva infatti di guadagnare badge e punti quando si trovavano dei modi per far felice il proprio partner, magari pescando alcuni dei desideri dalla wishlist.

Purtroppo, però, dopo gli iniziali successi l’app non è riuscita a restare nel cuore del pubblico. E gli sviluppatori l’hanno, per il momento, tolta dai vari store. Ogni tanto però potreste provare a dare un’occhiata, perché potrebbe ritornare.

Domande e mappe per mantenere vivo il rapporto

Happy Couple2, invece, presenta una serie di domande. Sono quesiti che i partner, soprattutto quelli che si sono messi assieme da poco, si possono scambiare per conoscersi meglio e rompere il ghiaccio della conversazione. Ad esempio vi si chiede dove vi piacerebbe andare in vacanza, quanto sia importante il sesso o quale sia la “vostra” canzone.

Leggi anche: Cinque cose da non dire mai a una ragazza

Infine, Love Maps3 è una sorta di quiz formato da 87 domande. Date le risposte, l’app costruisce una vera e propria “mappa dell’amore”. Questa si basa sulle teorie di due esperti del Gottman Institute e permette di tenere a mente quali sono le cose che fanno piacere al partner. E di scoprire i metodi per mantenere viva la relazione.

 

4. Leggere recitando

La lettura, si sa, è un’attività solitaria. Si legge ovunque, spesso anche in mezzo alla gente e alla confusione, ma quando si legge ci si isola. Si entra quasi in un’altra dimensione e tutto quello che ci circonda improvvisamente scompare.

Come si può quindi fare della lettura un’attività di coppia? Sembra contraddittorio e strano, eppure è possibile.

Le lettura è sempre una delle migliori cose da fare in coppia per non annoiarsiCerto, bisogna avere qualche accortezza, perché non tutti i libri si prestano ad un’attività del genere. Anche perché non è buona cosa rompere con troppa leggerezza il rapporto di intimità che si crea tra il lettore e il suo libro.

Un libro da consumare in due

In certi casi, però, si può fare uno strappo alla regola. Io, ad esempio, ho letto con grande spasso col mio ragazzo alcuni romanzetti rosa. Mi riferisco a cose tipo Cinquanta sfumature di grigio. Libri in cui anzi la lettura in due – magari “interpretando” io l’eroina e lui il seducente maschio – rendeva comica ogni parola.

Oppure si prestano benissimo anche i copioni teatrali e i fumetti, sempre dividendosi le parti in modo da essere coinvolti entrambi. E non scartate neppure i romanzi gialli. Lì, man mano che procede la storia, ci si può confrontare sugli indizi ed indicare il proprio colpevole.

Leggi anche: Cinque libri da regalare al proprio ragazzo

Per non parlare, se ne avete voglia, della possibilità di creare un seguito per il libro appena letto. Avete infatti mai provato a scrivere insieme una fanfiction da postare poi da qualche parte sul web?

 

5. Creare una time capsule

Una capsula del tempo (foto di RadioFan via Wikimedia Commons)
Una capsula del tempo (foto di RadioFan via Wikimedia Commons)

Lo so, è un’americanata, ma ogni tanto le americanate possono anche essere divertenti. Una time capsule è, letteralmente, una capsula del tempo, cioè una scatola creata per preservare il suo contenuto nel tempo ed essere scoperta dalle generazioni future.

Inventate negli anni ’30 del ‘900, queste scatole sono state utilizzate perlopiù all’interno delle università americane per lasciare ai posteri una documentazione sulla nostra epoca. Contengono in genere ritagli di giornale, gadget tecnologici e oggettistica varia.

Nel 1936 in un’università di Atlanta si costruì addirittura un’intera cripta contenente abiti, grammofoni, apparecchi radio4. Una cripta che secondo disposizioni dovrebbe venir aperta solo nell’8113 ed il cui contenuto dovrebbe mantenersi in buono stato grazie ai fusti con un gas inerte che dovrebbe rallentare l’ossidazione dei reperti.

Altre capsule del tempo, inoltre, sono state lanciate negli anni ’70 nello spazio5. L’ipotesi era che potessero venir raccolte da civiltà aliene.

Un amore da lasciare ai posteri

Che cosa c’entriamo noi in tutto questo? Be’, un buon passatempo può essere quello di creare una capsula del tempo di coppia. Una capsula che non deve necessariamente resistere per millenni ma anche solo per qualche anno.

Cosa metterci dentro

Basterà prendere una scatola abbastanza grande e metterci dentro qualche fotografia significativa, qualche regalino che non usate più, un libro letto assieme. Magari indorando il tutto con una bella lettera scritta a mano per i lettori del futuro.

Sarà poi una sorpresa riprendere in mano la scatola dopo cinque o dieci anni e ridere di come si era fatti. Oppure, se le cose dovessero andare nel verso giusto, farla aprire ai propri figli.

Senza soldi: crearla a costo zero

Se avete letto tutto il nostro articolo, vi sarete però accorti che i nostri suggerimenti hanno bisogno di una minima spesa. I giochi e i videogiochi, i libri e le app di sicuro non vengono via gratis. E anche la time capsule comporta qualche piccolo costo (anche emotivo).

Il vantaggio di questo nostro ultimo suggerimento, però, è che si può mettere in pratica anche senza spendere nemmeno un euro. Basta affidarsi infatti al computer e creare una sorta di capsula del tempo virtuale.

Come abbiamo detto, infatti, questo oggetto non è altro che una raccolta di ricordi importanti. E i ricordi non devono per forza essere materiali: sono, appunto, frasi, immagini, parole. Che possono trovarsi benissimo anche nei file del computer.

I servizi giusti per una time capsule nel cloud

Una tipica schermata di Dropbox PaperIl suggerimento è insomma questo: create una bella cartella sul vostro PC e chiamatela Time capsule. Dentro inseritevi una copia del file della vostra foto preferita – scelta dopo aver consultato tutto il vostro archivio –, una copia del vostro miglior video e qualche file di testo in cui avrete scritto i vostri commenti.

Potete ovviamente aggiungere anche canzoni, screenshot, selfie, video di YouTube e tutto quello che vi può venire in mente. E se avete paura che quella cartella prima o poi vada perduta, sappiate che è possibile anche fare tutto questo sul web, sempre gratuitamente, affidandosi ad app come Pinterest6 o Dropbox7.

Quest’ultimo servizio in particolare vi offre la funzionalità Paper, che fa proprio al caso vostro. Consente infatti di creare file di testo collaborativi e con commenti (che potrete quindi gestire col vostro partner), in cui potete inserire facilmente immagini, canzoni e vari tipi di file. Insomma, una soluzione semplice ed efficace.

 

Note e approfondimenti

  • 1 La cosa più divertente, forse, avviene quando andate a cercare questo gioco su Amazon. Come sapete, il popolare sito di e-commerce funziona con specifici algoritmi che sono in grado di suggerirvi articoli correlati a quelli che state guardando. Oppure di analizzare il comportamento di tanti utenti e trovare quelli che più assomigliano a voi, in modo da consigliarvi altri articoli interessanti. Ebbene, aprendo la pagina di Amazon dedicata a Monogamy vi troverete la classica scritta “I clienti, dopo aver visualizzato questo articolo, hanno acquistato…”. Solo che subito sotto troverete una scatola di preservativi. Per dire come Monogamy, alla fin fine, porti dritto dritto verso quella direzione.
  • 2 Un tempo quest’app era chiamata IceBreak for Couples, ed è con questo nome che l’abbiamo presentata nella prima versione di questo articolo. Al di là del nome, però, l’app è sostanzialmente la stessa (con qualche miglioria arrivata coi vari aggiornamenti). Potete scaricarla qui per Android e qui per iOS.
  • 3 La potete scaricare da qui (solo per iOS).
  • 4 Qui potete trovare addirittura un sito dedicato a quest’iniziativa, con varia documentazione.
  • 5 Un elenco di cosa abbiamo spedito lo potete leggere qui.
  • 6 Lo potete provare qui.
  • 7 Questo è il suo sito web.

 

Segnala altre cose da fare in coppia il sabato sera per non annoiarsi nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here