Cinque divertenti film sui matrimoni e sui testimoni di nozze

I migliori film sui matrimoni e sui testimoni di nozze

 
La marcia nuziale risuona nell’aria, la sposa percorre la navata, lui la guarda sorridendo e gli invitati sono commossi. È un grande giorno e arrivarci non è stato facile: le prove dell’abito, i fiori da ordinare, il ristorante da trovare, le bomboniere da scegliere (non troppo kitsch, mi raccomando) e gli inviti da spedire.

Quest’ultima è certamente una delle parti più complicate dell’organizzazione di un matrimonio, perché si rischia di cadere nel vortice degli inviti a catena, ritrovandosi a condividere il giorno più bello della propria vita con perfetti sconosciuti o, peggio, con gente che proprio non si sopporta. La difficoltà maggiore, tuttavia, potrebbe stare nello scegliere i propri testimoni di nozze: amici di vecchia data oppure fratelli o sorelle? Chi sarà accanto agli sposi nel loro giorno più importante?

Le nozze presentate da vari punti di vista

Sul tema del matrimonio registi e sceneggiatori si sono sbizzarriti, proponendo una miriade di film che trattano l’argomento delle nozze da vari punti di vista. L’organizzazione della cerimonia, i rapporti con i parenti, ex fidanzati alla riscossa: sono tutti potenziali ostacoli al coronamento d’amore e non esiste commedia romantica incentrata sul matrimonio che non fondi la sua comicità proprio su queste situazioni, come Il mio grosso grasso matrimonio greco, La peggior settimana della mia vita o Big Wedding.

Alcuni dei film più divertenti ruotano proprio intorno alle figure degli “invitati speciali” alle nozze, i testimoni appunto, che sanno dare vita a momenti esilaranti. Per voi abbiamo selezionato cinque commedie di questo tipo che vi metteranno di buon umore (a meno che non cogliate somiglianze con la vostra situazione).


Leggi anche: Cinque tra le più strane tradizioni per il matrimonio nel mondo

 

27 volte in bianco

L’eterna damigella in cerca d’amore

Jane (interpretata dalla simpatica Katherine Heigl) sogna di sposarsi fin da bambina. Altruista, romantica e sognatrice, spera un giorno di arrivare all’altare con il suo meraviglioso capo George. Non che finora Jane sia stata lontana dalle nozze, anzi: ha partecipato a ben ventisette matrimoni, ma ogni volta nei panni della damigella. Quando sarà il suo turno?

La sua situazione sentimentale sembra peggiorare quando sua sorella Tess fa ritorno a casa e, conosciuto George ad una festa, tra i due scatta il colpo di fulmine. Ecco che a Jane spetta l’ingrato compito di organizzare il matrimonio tra la sorella e l’uomo dei suoi sogni. A complicare ancora di più la vita della ragazza c’è Kevin, un cinico giornalista di cronaca rosa che, con la scusa di voler scrivere un articolo sulle nozze di Tess e George, è deciso a pubblicare uno scoop su Jane e il mito dell’eterna damigella.

27 volte in bianco è una commedia romantica del 2008 diretta da Anne Fletcher, che porta al centro della scena una donna che non è mai stata protagonista della sua vita. Jane si è sempre dedicata agli altri, incapace di dire di “no” alle amiche, spesso a scapito della propria felicità.

Sogna e aspetta il suo grande giorno, certa che l’amore arriverà anche per lei. Dall’altra parte c’è Kevin, giornalista cinico e disilluso, che considera il matrimonio una festa in cui ostentare ricchezza e falsa felicità. Ma è proprio grazie all’incontro con una persona che ha idee tanto diverse dalle sue che Jane riesce a uscire dalla sua bolla di romanticismo e lottare per il proprio lieto fine.

 

Una notte da leoni

Follie a Las Vegas

Quando si parla di testimoni di nozze, non si può fare a meno di pensare a Phil, Stu e Alan, protagonisti della commedia Una notte da leoni (diretto da Todd Phillips nel 2009). In occasione dell’addio al celibato del loro amico Doug, gli amici Phil e Stu e il futuro cognato Alan partono per un week end di divertimento a Las Vegas.

Sicuramente, però, qualcosa non va secondo i piani, perché il mattino seguente Phil, Stu e Alan si risvegliano nella loro suite con i postumi di una sbornia epocale e guardandosi intorno capiscono che la loro nottata è stata decisamente movimentata: la camera è un disastro, c’è una tigre nel bagno, un neonato nella stanza e nessuna traccia di Doug.

Ma, fatto fondamentale, nessuno di loro ha il minimo ricordo di quello che è successo durante la notte. Cercando di ricostruire gli eventi passati, i tre girano per tutta Las Vegas, in cerca della verità e, soprattutto, del loro amico Doug, che sembra scomparso. Riusciranno a ritrovarlo in tempo per il matrimonio?

Una notte da leoni è una commedia esilarante e gli attori che interpretano i protagonisti sono all’altezza dei ruoli: Bradley Cooper (Phil), Ed Helms (Stu) e Zach Galifianakis (Alan) danno vita ai testimoni di nozze più folli che siano mai esistiti. Tra matrimoni con spogliarelliste, traffico di droga, auto della polizia rubate le risate sono assicurate. Nel 2010 questa pellicola ha vinto il Golden Globe come miglior film commedia o musicale.

 

Un amore di testimone

Faresti da testimone alla donna che ami?

Patrick Dempsey, il celebre “Dottor Stranamore” di Grey’s Anatomy, veste i panni di Tom nel film Un amore di testimone, diretto da Paul Weiland nel 2008. Tom è un incallito playboy, che non si è innamorato e cambia donna quasi giornalmente. L’unica presenza fissa nella sua vita è Hannah, la sua migliore amica da dieci anni.

Durante un lungo soggiorno all’estero della donna, Tom comprende di esserne innamorato, ma quando Hannah ritorna negli Stati Uniti è per comunicargli che sta per sposarsi in Scozia e gli chiede di farle da testimone. Tom accetta, capendo che è l’unico modo per stare accanto all’amica e dimostrarle il suo amore.


Leggi anche: Cinque canzoni per un video di matrimonio

Un amore di testimone è la classica commedia romantica che vede la donna al centro di un triangolo: chi sceglierà Hannah tra il perfetto Colin e l’amico Tom? In un susseguirsi di sabotaggi, Tom cercherà di compiere il grande salto da testimone di nozze a promesso sposo. Il tutto sullo sfondo degli incantevoli paesaggi scozzesi.

 

Il matrimonio del mio migliore amico

Amore o amicizia?

Se il tuo migliore amico ti chiede di essere suo testimone di nozze e tu senti una forte improvvisa gelosia, vuole forse dire che ne sei innamorata? Questo è quello che si domanda Julienne dopo aver appreso che Michael, il suo migliore amico, sta per sposarsi: immediatamente la gelosia si fa strada nella donna, che decide di far di tutto pur di impedire le nozze e dimostrare a Michael che è lei la donna giusta per lui.

Nascondendosi dietro la facciata dell’amica perfetta, Julienne cerca di passare più tempo possibile con Michael e la sua fidanzata Kimmi, una ragazza bella, ricca e simpatica. Quando finalmente Julienne riesce a mandare a monte le nozze, capisce che forse non era quello che voleva davvero. Ma è troppo tardi per sistemare le cose?

Un cast eccezionale per una deliziosa commedia: Julia Roberts (Julienne), Cameron Diaz (Kimmy), Dermot Mulroney (Michael) e Rupert Everett (George). Il matrimonio del mio migliore amico, film di P.J. Hogan del 1997, offre l’opportunità di riflettere sulla gelosia e dimostra che anche l’amicizia è una bellissima forma d’amore.

 

La rivincita delle damigelle

Nessuna sposa vorrebbe damigelle vendicative

Tornate nella loro città natale in Louisiana per una festa, Abigail e Parker vengono a sapere che la loro amica d’infanzia, la dolce Rachel, farà da damigella al matrimonio di Caitlyn. Da bambine, Abigail, Parker e Rachel erano spesso ospiti di Caitlyn, ragazzina viziata e prepotente, ma col tempo si sono allontanate.

Grande è, quindi, lo stupore di Abigail e Parker nello scoprire che Rachel sia la damigella, ma lo shock è maggiore quando scoprono che il futuro marito di Caitlyn è Tony, il ragazzo che fino a poco prima usciva proprio con Rachel. Che cosa è successo?

Una ragazza incinta?

Rachel confessa alle amiche che, durante una pausa di riflessione, Tony era stato con Caitlyn e, sebbene pentito, non poteva fare a meno di sposare la ragazza che era rimasta incinta: che colpa può mai avere un bambino innocente? Ma Abigail e Parker sono convinte che Caitlyn sia una bugiarda manipolatrice e faranno di tutto pur di sabotare il matrimonio e dimostrare l’inganno della ragazza, ricorrendo a diversi trucchi.

Diretto da James Hayman nel 2010, La rivincita delle damigelle è una simpatica commedia sull’amicizia. Tra battute e disastri, il film mette in luce il valore dell’amicizia e ed è un invito ad agire in nome dell’amore.

 

Segnala altri film divertenti sui matrimoni e sui testimoni di nozze nei commenti.