Esistono molti social network o siti internet tramite cui è possibile conoscere persone nuove. In genere sono molto frequentati dai giovani, che hanno, da sempre, il desiderio di ampliare le loro amicizie, di interagire con gli altri e confrontarsi. Il problema è che non sempre su questi siti si sa come rompere il ghiaccio, come trovare argomenti che possano permettere di superare la naturale ritrosia o la timidezza. Per questo abbiamo deciso di dedicare l’articolo di oggi alle domande da fare su Ask, uno dei più popolari tra questi social network.

Per chi non lo conoscesse, Ask [1] è un sito molto frequentato dai più giovani, che ha – come sempre in questi casi – pregi e difetti. Il suo fulcro sono le domande. È possibile infatti entrare nella bacheca di una persona che si conosce e postare una domanda, a cui l’utente potrà rispondere nei tempi e nei modi che preferisce.

Ask permette di postare queste domande sia da parte di utenti registrati, che quindi in un certo senso si fanno riconoscere, sia di utenti anonimi. Proprio quest’ultimo aspetto è stato, negli anni, motivo di qualche polemica. L’anonimato permette infatti di lanciare anche delle domande fastidiose e di fare i “bulli”, senza il rischio di essere scoperti.

C’è però anche chi usa Ask nei limiti del buon senso e della buona educazione, anche perché può davvero permettere davvero di conoscere persone nuove o di porre domande che non si avrebbe il coraggio di porre di persona.

Ecco dunque cinque spunti per entrare in una conversazione e rompere il ghiaccio su Ask, ma in fondo anche nella vita reale, indifferentemente se con un ragazzo o con una ragazza.

 

1. Personaggi di film o libri

Come vedrete, nel nostro elenco abbiamo deciso di inserire domande di vario tenore, più o meno intime. La prima è forse una di quelle più semplici e meno impegnative, e però ci pare possa aiutare a conoscersi meglio e a trovare soprattutto qualche punto in comune per successive conversazioni.

L’idea è quella di chiedere alla persona a cui ci rivolgiamo, sia essa un ragazzo o una ragazza, quale personaggio di un film, di un libro, di una serie TV o di un fumetto amerebbe essere. E poi ovviamente farsi spiegare il perché.

Se potessi essere il personaggio di un film o di un romanzo, quale saresti? Perché?

In questo modo infatti a nostro avviso raggiungeremo due scopi in contemporanea. Da un lato, scopriremo un po’ della personalità della persona con cui stiamo parlando, o, meglio, a chi in un certo senso crede di assomigliare, per carattere e tendenze.

Dall’altro, però, scopriremo anche quali sono i film o i libri che questa persona preferisce. Provate a immaginare ad esempio quali potrebbero essere le vostre risposte a queste stesse domande. Probabilmente citereste il vostro libro preferito, oppure il film con cui siete cresciuti, oppure ancora la serie che vi tiene ogni settimana incollati allo schermo.

Molte informazioni

In ogni caso dareste al vostro interlocutore una serie di informazioni utilissime. Se anche lui infatti fosse un appassionato fruitore di quelle vostre stesse opere, avreste un argomento di discussione pressoché infinito.

Altrimenti avrete comunque modo di spiegare di che libro si tratta, del perché vi è così piaciuto e soprattutto per quale motivo avete scelto proprio quel personaggio. Per questo rivolgere una domanda del genere è in ogni caso un’ottima idea.

Libri da leggere assolutamenteSe poi la ragazza o il ragazzo in questione dovessero rispondere citando un libro totalmente fuori dalle vostre corde, o un film che disprezzate profondamente, forse questa prima preliminare domanda potrebbe già essere utile a capire che non è il caso di approfondire ulteriormente l’amicizia.

Comunque vada, avrete insomma a vostra disposizione una serie di informazioni molto importanti, che potrebbero essere utili in futuro.

I social network
EUR 11,90 EUR 14,00
Generalmente spedito in 24 ore
Social network. Facebook,
EUR 11,90 EUR 14,00
Generalmente spedito in 24 ore
Fenomenologia dei social network.
EUR 13,60 EUR 16,00
Temporaneamente non disponibile. Se fai subito un ordine, effettueremo

 

2. L’ibernazione

Con la prima domanda del nostro elenco abbiamo cercato di capire qualcosa della personalità della persona che stiamo contattando su Ask. Con la seconda, però, vorremmo cercare di spingerci un po’ oltre e capire anche cosa è davvero importante per lei.

Infatti, se vogliamo creare un’amicizia solida, o eventualmente addirittura qualcosa di più, è bene sapere se il nostro sistema di valori può in qualche modo relazionarsi con quello della persona con cui interloquiamo.

Immagina di poterti far ibernare per 100 anni. Quale sarebbe la prima domanda che faresti al tuo risveglio?

Se per noi, ad esempio, è particolarmente importante la famiglia, difficilmente apprezzeremo qualcuno che odia tutti i vincoli di questo tipo. Allo stesso modo se ci riteniamo ad esempio politicamente di sinistra faremo fatica a relazionarsi con qualcuno che al contrario si dichiara fascista.

Leggi anche: Cinque decisive domande da fare a un ragazzo

Ma come si fa a capire quali siano i valori in una persona? Di sicuro non si può chiederlo direttamente senza fare la figura di una persona con qualche problema. Allora forse si può però girare la questione e affrontarla da un’altra prospettiva. Ad esempio chiedendo di immaginarsi proiettati nel futuro.

Le risposte possibili

La frase che trovate in questo secondo paragrafo ci chiede infatti uno sforzo di fantasia. Proprio per questo ha il tono quasi del gioco e della sfida e spinge il nostro interlocutore a risponderci, a mettersi in gioco.

Provate ad esempio a farla a voi stessi, questa domanda. Cosa domandereste come prima cosa se vi svegliaste tra 100 anni nel futuro? Chiedereste che fine hanno fatto i vostri genitori? Dov’è finito il vostro cane? O quanti campionati ha vinto la Juventus? In ogni caso la risposta un po’ vi definirebbe e aiuterebbe l’interlocutore a conoscervi meglio.

Se vi svegliaste dall'ibernazione come Capitan America?Anche in questo caso, quindi, la domanda permette di creare un rapporto o quantomeno una sintonia. Perché se ad esempio la ragazza o ragazzo in questione rispondesse parlando nel proprio cane, avreste sicuramente un argomento di discussione: potresti chiedere di che tipo di carne si tratta, di postare una foto o di condividere il ricordo più bello su quell’animale.

Se poi il vostro interlocutore fosse juventino e voi foste interisti, da questa prima risposta potreste già capire se può nascere qualcosa oppure no.

Fare Conversazione: Come Parlare
Vedere il Prezzo EUR 2,99
Smalltalk: Guida per diventare
Vedere il Prezzo EUR 3,99
Conversazioni con Dio. Un
EUR 8,41 EUR 9,90
Generalmente spedito in 24 ore

 

3. Il complimento più bello

Diciamoci la verità: se siete capitati su questa pagina probabilmente non state solo cercando una frase che vi permetta di chiacchierare pacatamente con un nuovo amico. Probabilmente invece state cercando una domanda di un certo effetto, perché la persona con cui volete scambiare qualche parola non è una persona qualsiasi.

Su Ask, infatti, il più delle volte si chiacchiera con un fine piuttosto chiaro. Dato che il social network garantisce un certo anonimato, infatti, è una manna dal cielo per chiunque voglia capire se il ragazzo o la ragazza per il quale si ha un debole si veda con qualcuno oppure no.

Qual è stato il complimento più bello che tu abbia mai ricevuto?

Non è un caso che una delle domande più frequenti sia quella relativa alle frequentazioni delle persone con cui si parla.

Se quindi l’obiettivo è in un certo senso romantico, allora è bene cercare, magari garbatamente, di introdurre l’argomento. Ad esempio con la frase che vi proponiamo in questo terzo paragrafo, che, in maniera indiretta, entra nel tema dei complimenti.

La voglia di rispondere

Chiedere a una persona quale sia il complimento più bello mai ricevuto ha numerosi vantaggi. Intanto, permette alla persona a cui scriviamo di ricordare un momento particolarmente bello della sua vita, di sognare ad occhi aperti. E generalmente le persone sono contente di poter rimembrare le belle cose del passato.

Per questo motivo, quando si posta una domanda del genere di solito si riceve anche una risposta, onesta e piena di gratitudine.

Mani intente a scrivere al computerInoltre, una domanda del genere permette di capire anche quali sono le cose che più fanno piacere a quel ragazzo o a quella ragazza. Basta immaginare qualche possibile risposta per rendersene conto.

Se una ragazza dovesse ad esempio rispondere che il complimento più bello è stato relativo alla propria linea, allora sapreste che si tratta di una persona che ha lottato a lungo col proprio fisico, uscendone vincitrice.

L’avvio del dialogo

Se invece il complimento fosse relativo all’intelligenza, capireste di avere davanti una persona che dà molto più peso alle qualità intellettive che a quelle fisiche.

Infine, una persona che è libera di poter parlare dei propri pregi – perché in fondo questa domanda è a questo che serve – è più propensa a dialogare e, se vogliamo dirla tutta, ad abbassare le difese. E quindi questa è la domanda migliore se si vuole portare il discorso in una certa direzione.

 

4. Sentirsi fuori posto

Come sapete bene, non tutte le persone sono estroverse e si sentono in grado di rapportarsi con tranquillità con gli altri. D’altronde, se siete utilizzatori di Ask sapete bene che a volte porre domande da dietro allo schermo del computer è molto più semplice che farlo di persona, faccia a faccia.

È d’altronde proprio per questo motivo che spesso Ask è pieno di domande di anonimi, cioè di persone che non vogliono manifestare la loro identità. Nonostante questi anonimi quasi sempre conoscano molto bene la persona a cui si stanno rivolgendo.

In quale situazione o in quale luogo ti sentiresti completamente fuori posto?

D’altra parte, non è detto che sia solo chi spedisce messaggi ad essere timido. Molto spesso su Ask anche chi risponde manifesta una certa ritrosia verso i contatti umani e usa questo social network per aggirarla.

La domanda che vi proponiamo al quarto punto del nostro elenco gioca proprio su questi aspetti. L’obiettivo infatti è quella di spingere la persona con cui parliamo a confidarsi e anzi a confidare proprio una delle cose che la rendono più vulnerabile.

Legami

In questo modo, se un ragazzo o una ragazza a cui scriviamo si rendesse disponibile a rispondere, potremmo instaurare una sorta di legame, anche se ovviamente ancora superficiale e forse di breve durata. Un legame fondato sulle comuni paure.

Leggi anche: Cinque tra le domande più stupide poste su Yahoo Answers

In questo caso, la domanda sul sentirsi fuori posto capita a fagiolo: è infatti una di quelle sensazioni che tutti prima o poi nella vita abbiamo provato. Ci si può sentire fuori posto a scuola, in giro per il mondo, ma a volte perfino a casa propria assieme ai propri genitori.

La solitudine e il sentirsi fuori postoUna persona, da questo punto di vista, può rispondere in moltissimi modi diversi. In ogni caso finisce inevitabilmente per aprirsi e per raccontare qualcosa di sé. Da qui in poi, superato questo primo scoglio, le parole potrebbero anche venir fuori spontanee, senza ulteriori richieste.

 

5. La vita è un gioco?

Cambiamo il nostro percorso con una domanda da postare su Ask che secondo noi è anche una piccola sfida. Quest’ultimo quesito, infatti, non è uno di quelli a cui si può rispondere tanto in fretta.

Per dare una risposta un minimo coerente bisogna infatti pensare e riflettere un po’ su di sé e su quello che si pensa del mondo. Per questo motivo chiunque si dovesse trovare una domanda del genere sulla bacheca probabilmente sarebbe portato a tentare di rispondere, quantomeno per accettare la sfida.

Dicono che la vita sia un gioco. Se è così, quali sono secondo te le regole di questo gioco? E quando si vince?

La domanda, d’altra parte, sembra semplice ma mette in gioco tanto di noi. Si chiede infatti quali siano le regole per stare al mondo, cioè le norme che secondo noi non bisogna mai violare se si vuole arrivare a combinare qualcosa nella vita.

Se la vita è un gioco, quali sono le regole?Ovviamente poi ognuno può interpretare la domanda in maniera diversa. Ci sarà chi, ad esempio, la intenderà nel senso dell’amicizia, del rispetto degli altri: per loro le regole saranno quelle che ti portano a costruire relazioni serie e solide.

Ci saranno però anche quelli che interpreteranno la domanda in maniera più utilitaristica, elencando ad esempio quelle che a loro avviso sono le regole per avere successo nella vita o per fare carriera.

L’interpretazione della domanda

Più che la risposta, infatti, l’elemento interessante di questa domanda sta nell’approccio che l’interlocutore vorrà prendere, o meglio ancora nella interpretazione che vorrà darle. Da lì capiremo cosa è veramente importante per lui o per lei, se i valori oppure i vantaggi personali ed egoistici.

Ad ogni modo, questa domanda può essere solo l’inizio di una conversazione anche piuttosto lunga. Basterà infatti chiedere chiarimenti o farsi spiegare più approfonditamente le regole di questo gioco per avere tanti altri argomenti di discussione.

 

 

Note e approfondimenti

[1] Lo trovate cliccando qui.

 

Segnala altre domande da fare su Ask nei commenti.