Cinque film con una dichiarazione d’amore memorabile

Mark fa la sua dichiarazione d'amore a Juliet in Love Actually, uno dei film d'amore di maggior successo degli ultimi anni

 
Se siete appassionati di storie d’amore, sapete bene che in un film romantico non può mancare una clamorosa e commovente dichiarazione. Un momento cioè in cui i due protagonisti – che magari per tutto il corso del film si sono scherniti e guardati con ostilità – capiscono di essere legati l’uno all’altra. E decidono di dirselo, affrontando la più classica paura del rifiuto e superando la timidezza che sempre si presenta in casi del genere.

Nell’ambito degli ultimi trent’anni

Di film pieni di dichiarazioni di questo tipo ce ne sono molti, ma è anche vero che certi rimangono più impressi di altri. A volte, anzi, proprio grazie a questi momenti topici si riesce a riscattare pellicole che per certi altri versi ci sembrerebbero mediocri. Per questo ne abbiamo scelti cinque limitandoci, per ora, ai soli film usciti negli ultimi trent’anni, quelli che è più facile recuperare e rivedere. Per i grandi classici degli anni precedenti e, ancora meglio, per quelli in bianco e nero prepareremo una lista apposita tra qualche tempo.

Prima di partire con l’elenco, però, non possiamo non citare, tra gli esclusi eccellenti, pellicole come Vi presento Joe Black e Le pagine della nostra vita, di cui abbiamo già parlato altrove. Inoltre vi segnaliamo anche Notting Hill, Jerry Maguire e L’amore non va in vacanza. Spazio però ora ai cinque film con una dichiarazione d’amore memorabile che abbiamo scelto.


Leggi anche: Cinque straordinari film d’amore tristi e commoventi

 

Harry ti presento Sally

«Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi»

Premessa: per ogni film diremo solo due o tre cose, per lasciare spazio alle varie dichiarazioni, che sicuramente vi interessano di più. Certamente, però, non possiamo esimerci dallo spiegare le situazioni che portano a questi memorabili vis-à-vis.

Nel caso di Harry ti presento Sally, grande commedia romantica del 1989 scritta da Nora Ephron e diretta da Rob Reiner, i protagonisti sono appunto Harry e Sally. I due si conoscono e per lungo tempo continuano ad incontrarsi quasi per caso, nonostante intrattengano fallimentari storie d’amore con altre persone. Fino a quando non capiscono di essere fatti l’uno per l’altra.

Harry: C’ho pensato tanto… e il risultato è che ti amo.
Sally: Cosa?
Harry: Ti amo.
Sally: E che cosa pensi che ti risponda adesso?
Harry: Per esempio: anch’io ti amo.
Sally: Preferisco: me ne vado.
Harry: Allora non significa niente per te?
Sally: Mi dispiace, Harry. Lo so che questa è la notte di Capodanno, lo so che ti senti solo ma tu non puoi arrivare qui, dirmi che mi ami e aspettarti che questo risolva tutto. Le cose non funzionano in questo modo.
Harry: Be’, e come funzionano?
Sally: Non lo so! Ma non in questo modo…
Harry: Allora proviamo così: ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi, ti amo quando ci metti un’ora a ordinare un sandwich, amo la ruga che ti viene qui quando mi guardi come se fossi pazzo, mi piace che dopo una giornata passata con te sento ancora il tuo profumo sui miei golf e sono felice che tu sia l’ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo. E non è perché è la notte di Capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile!
Sally: Ecco! Tanto sei il solito imbroglione! Dici cose del genere, e mi spieghi poi come faccio a odiarti io? E invece io ti odio! Ti odio. Sul serio… ti odio…

 

Se scappi ti sposo

«Io garantisco che ci saranno tempi duri»

È datato 1999 invece Se scappi ti sposo, film scritto da Josann McGibbon e Sara Parriott, diretto da Garry Marshall e interpretato da Richard Gere e Julia Roberts. Pensato in origine come una sorta di sequel ideale di Pretty Woman, vista la contemporanea presenza dello stesso regista e dei due attori protagonisti, il film si concentra però su una ragazza di provincia. Una ragazza che sembra avere il brutto vizio di abbandonare sempre i suoi promessi sposi all’altare, scappandosene all’ultimo minuto.

L’ultimo a fare le spese di questo comportamento è un giornalista newyorkese, con il quale però il rapporto sembra essere più profondo del solito. Lo dimostra questo dialogo che corona una lunga fase di speranze e delusioni.

Io garantisco che ci saranno tempi duri, garantisco che a un certo punto uno di noi o tutti e due vorremmo farla finita, ma garantisco anche che se non ti chiedo di essere mio lo rimpiangerò per tutta la mia vita, perché sento nel mio cuore che sei l’unico per me…

 

A Beautiful Mind

«Tu sei tutte le mie ragioni»

Spostiamoci all’anno 2002. All’assegnazione dei premi Oscar trionfa – con quattro statuette, tra cui quella per il miglior film e la miglior regia – una pellicola uscita l’anno prima. Si tratta di un film sceneggiato da Akiva Goldsman (a partire da una biografia firmata da Sylvia Nasar) e diretto da Ron Howard. Ad interpretarlo ci sono Russell Crowe e Jennifer Connelly.

Stiamo parlando di A Beautiful Mind, biopic dedicato al matematico John Nash, “genio dei numeri” e premio Nobel per l’economia eppure affetto da una grave forma di schizofrenia. Proprio dal momento in cui riceve l’importante riconoscimento internazionale è tratto anche questo discorso, che rappresenta uno dei momenti più toccanti di tutta la pellicola.


Leggi anche: Cinque commoventi film sull’amore impossibile

A Beautiful Mind
EUR 3,99 EUR 7,10
Generalmente spedito in 4-5 giorni lavorativi
Oscar Collection 6
EUR 6,99 EUR 14,99
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
A Beautiful Mind
EUR 6,34 EUR 12,72
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi

Ho sempre creduto nei numeri, nelle equazioni, nella logica che conduce al ragionamento. Ma dopo una vita spesa nell’ambito di questi studi io mi chiedo: cos’è veramente la logica? Chi decide la ragione? La mia ricerca mi ha spinto attraverso la fisica, la metafisica, l’illusione e mi ha riportato indietro e ho fatto la più importante scoperta della mia carriera. La più importante scoperta della mia vita. È soltanto nelle misteriose equazioni dell’amore che si può trovare ogni ragione logica. Io sono qui stasera solo grazie a te. Tu sei la ragione per cui io esisto. Tu sei tutte le mie ragioni.

 

Love Actually

«Per me tu sei perfetta»

Completamente dedicata all’amore è invece la trama di Love Actually – L’amore davvero. Il film, uscito nel 2003, è scritto e diretto da Richard Curtis e interpretato da un ampio cast di attori inglesi che comprende Hugh Grant, Colin Firth, Emma Thompson e Keira Knightley. Ma anche Bill Nighy, Liam Neeson, Laura Linney, Alan Rickman, Martin Freeman, Rowan Atkinson e la tedesca Claudia Schiffer.

Le storie sono varie, accomunate dal fatto di svolgersi nelle settimane che precedono il Natale. Quello che – almeno per quanto riguarda la dichiarazione – è rimasto nell’immaginario di chi ha visto la pellicola è però il segmento che ha per protagonisti Juliet (Keira Knightley) e Mark (Andrew Lincoln). Lei si è appena sposata e lui è stato testimone di nozze del di lei marito. Ma lui è innamorato di lei. La storia d’amore è probabilmente destinata a non avere seguito, ma comunque viene trattata in maniera originale e con buon senso romantico.

Con un po’ di fortuna, l’anno prossimo – mi fidanzerò con una di queste ragazze – ma per ora lasciami dire – senza speranza né intenzioni – solo perché è Natale – e a Natale si deve dire la verità – per me tu sei perfetta – e il mio cuore straziato ti amerà – finché non sarai così – Buon Natale.

 

Orgoglio e pregiudizio

«Mi avete stregato anima e corpo»

Keira Knightley è protagonista anche di un’altra dichiarazione d’amore memorabile, quella contenuta all’interno di Orgoglio e pregiudizio. Il film è uscito nel 2005, diretto da Joe Wright a partire dal celebre romanzo di Jane Austen e interpretato anche da Matthew Macfadyen, Donald Sutherland e Rosamund Pike.

La dichiarazione lì segna l’apice della tensione del film. E arriva dopo una serie di incomprensioni tra Elizabeth Bennet, che per lungo tempo era stata vittima del suo pregiudizio nei confronti dell’altezzoso Darcy, e lo stesso signor Darcy, che al contrario aveva subito le conseguenze del proprio orgoglio di classe.

Se i vostri sentimenti sono gli stessi di aprile, ditelo ora. Il mio affetto e i miei desideri sono immutati, ma una vostra parola mi farà tacere per sempre. Se invece i vostri sentimenti fossero cambiati, devo dirvelo: mi avete stregato anima e corpo e vi amo… vi amo… vi amo. E d’ora in poi non voglio più separarmi da voi.

 

Segnala altri film con una dichiarazione d’amore memorabile nei commenti.