Cinque film sui dinosauri per bambini ed adulti

Una delle scene più famose di Jurassic Park

I bambini sono sempre stati attratti dai dinosauri (e dai film sui dinosauri). Forse per il fascino dell’ignoto, forse per la potenza mastodontica di questi animali, non c’è infatti adulto di oggi che, durante l’infanzia, non abbia posseduto la statuina di un T-Rex o il peluche di un brontosauro.

Film per tutti?

Non è un caso, quindi, che questi esseri giganteschi che hanno popolato la Terra dal Triassico al Cretaceo siano protagonisti di parchi di divertimento, cartoni animati, linee di giocattoli. E, perché no, appunto anche di film ad alto budget, riservati non solo ai bambini ma anche ai più grandi.

Il filone, anzi, è attivo addirittura dall’epoca del muto. Nel 1914 uscì infatti il film d’animazione Gertie il dinosauro di Winsor McCay. Negli ultimi venticinque anni, però, il genere è stato rinverdito, trovando nuovi interessanti capitoli anche di recente. Elenchiamo quindi assieme cinque bei film sui dinosauri, sia per bambini che per adulti.

 

Alla ricerca della Valle Incantata

I dinosauri diventano grandi

Alla ricerca della Valle Incantata, il primo cartone di successo sui dinosauriProprio per rimanere fedeli al fascino che i dinosauri hanno per i bambini, partiamo da un film d’animazione che ha avuto un successo duraturo. Nel 1988, infatti, Steven Spielberg – uno che coi dinosauri avrà ancora molto a che fare – e George Lucas finanziarono il nuovo film di Don Bluth. L’idea era quella di dare un seguito al successo di Fievel sbarca in America.

Questo film si intitolava The Land Before Time, tradotto in italiano con Alla ricerca della Valle Incantata. Il film che ha poi dato origine a ben dodici sequel, più una serie per la televisione. Il tutto realizzato però senza l’intervento di Bluth, di Spielberg e di Lucas.


Leggi anche: I cinque dinosauri carnivori più grandi mai esistiti

Nelle intenzioni della vigilia, il film doveva essere una sorta di Bambi ambientato nel mondo dei dinosauri. D’altro canto, Bluth era stato a lungo un animatore della Disney, ma aveva lasciato lo studio sul finire degli anni ’70 perché convinto che ormai avesse perso lo smalto di un tempo.

I piccoli dinosauri

Così la storia era quella di un gruppo di piccoli dinosauri – Ducky, Tricky e Piedino – che, dopo vari lutti e vicissitudini, doveva compiere un viaggio verso appunto la mitica Valle Incantata. Lì avrebbe potuto vivere in pace e armonia.

Una storia di formazione piuttosto classica prodotta dalla Universal assieme alla Amblin e alla Lucasfilm. E un successo sia di pubblico che di critica. Da un lato, fruttò più di 84 milioni di dollari di incassi (a fronte di 12,5 milioni di investimento). Dall’altro, vinse la sfida col suo diretto concorrente prodotto quello stesso anno dalla Disney, Oliver & Company.

 

Jurassic Park

Il capolavoro del genere

La copertina di Jurassic Park di Michael CrichtonRimaniamo all’interno dell’immaginario di Steven Spielberg con Jurassic Park, il film sui dinosauri per antonomasia. Una pellicola capace di incassare più di un miliardo di dollari al botteghino e di classificarsi al quindicesimo posto nella lista dei film dal maggiore incasso di ogni epoca.

Un successo che non è solo economico, ma anche di critica. La pellicola ha infatti conquistato tre premi Oscar ed è a tutt’oggi una delle meglio recensite dalla stampa internazionale. Tratto da un celebre romanzo di Michael Crichton, il film fu sceneggiato dallo stesso Crichton e da David Koepp.

La carriera di Koepp

Quest’ultimo è un vero e proprio maestro nei blockbuster. All’attivo ha infatti anche i copioni di La morte ti fa bella, Carlito’s Way, Mission: Impossible, Panic Room, Spider-Man e Angeli e demoni. Inoltre nel suo curriculum figurano varie altre pellicole dirette da Spielberg (Il mondo perduto – Jurassic Park, di cui parleremo, La guerra dei mondi e Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo).


Leggi anche: Cinque grandi film di Steven Spielberg

Il film, che ha risvegliato un grandissimo interesse nei confronti della paleontologia, racconta del progetto miliardario dell’imprenditore John Hammond. Egli riesce a ricreare, grazie alla clonazione, i dinosauri in carne ed ossa. E dà loro un’isola che intende trasformare in parco a tema.

I problemi

Le cose ovviamente sfuggono di mano agli ingegneri che dirigono il parco. Alla base dei problemi c’è il tradimento e l’avidità di uno di loro. Ma in generale la natura sembra non accettare di sottostare alle regole imposte dall’uomo e trova il modo per aggirarle.

Così i protagonisti – i paleontologi Alan Grant e Ellie Sattler, il matematico Ian Malcolm e i nipotini di Hammond, Tim e Lex – dovranno cercare di sopravvivere ai dinosauri scappati dai loro recinti. E cercare di lasciare l’isola prima di essere divorati.

 

Il mondo perduto – Jurassic Park

Il ritorno dei dinosauri di Spielberg e Crichton

Il mondo perduto, entusiasmante film sui dinosauri per bambini e adultiPer una volta, Spielberg decise qualche anno più tardi di dirigere personalmente il sequel tratto da un suo film campione d’incassi. Fu così che nel 1997 vide la luce Il mondo perduto – Jurassic Park. La pellicola omaggiava fin nel titolo il romanzo di inizio ‘900 di Arthur Conan Doyle (appunto, Il mondo perduto) che tanta parte aveva avuto nell’elaborazione della trama del libro di Crichton.

Anche questo secondo film, infatti, era tratto da un romanzo dello scrittore di techno-thriller. Venne però sceneggiato in toto da David Koepp. E vide il ritorno sulla scena di parte del cast del primo episodio (Jeff Goldblum e Richard Attenborough), affiancato da nuovi interpreti (Julianne Moore, Arliss Howard, Pete Postlethwaite, Vince Vaughn, Peter Stormare e altri).

I sopravvissuti

Rispetto al primo capitolo della saga, qui si parte dal fatto che alcuni esemplari di dinosauro sono sopravvissuti in un secondo isolotto. La società di Hammond, ormai vicina al dissesto finanziario, decide di riutilizzare questi animali per guadagnare i fondi perduti.

Ad Isla Sorna

Così sull’isola di Isla Sorna scendono due diversi gruppi. Da un lato quello dei bracconieri della InGen, intenzionati a catturare dei dinosauri. Dall’altro, quello di Ian Malcolm, della sua fidanzata Sarah Harding, della di lui figlia Kelly e dell’animalista Nick Van Owen. Quest’ultimo in particolare vuole impedire al primo gruppo di fare ulteriori danni all’ambiente e al mondo.

Dopo una difficilissima sopravvivenza sull’isola, i due gruppi – o, meglio, i reduci dei due gruppi – si sposteranno addirittura a San Diego. E uno scatenato Tyrannosaurus Rex seminerà il panico nella città.

 

Dinosauri

Gli erbivori contro i carnivori

Dinosauri, film del 2000 della DisneyComplice il successo del franchise inaugurato da Steven Spielberg e del film d’animazione con cui abbiamo aperto la nostra cinquina, anche la Disney – ormai rilanciata tra la fine degli anni ’80 e i primi anni ’90 – decise di buttarsi sulla moda dei dinosauri.

Nacque in questo modo Dinosauri. Il film era animato al computer e inizialmente pensato al di fuori del filone classico, anche se recentemente è stato aggiunto dalla stessa Disney al canone ufficiale, tra Fantasia 2000 e Le follie dell’imperatore. Tra l’altro, proprio nel primo Fantasia si era assistito per la prima volta alla presenza di un dinosauro in un cartone Disney.

Aladar

La storia vede come protagonista Aladar, un maschio di iguanodonte. Questi viene allevato, per una serie di vicissitudini, da dei lemuri, con tutti i problemi del caso. L’arrivo di un meteorite però porta lui ed alcuni dei suoi amici a spostarsi e a cambiare habitat. Così incrociano una mandria di altri iguanodonti in marcia verso i Terreni di Cova. Anch’essi sono minacciati, perché sulle loro tracce c’è una terribile coppia di carnotauri.

Nonostante Aladar non venga all’inizio accettato, e nonostante alcuni problemi col leader del branco Kron, il piccolo iguanodonte riuscirà a guadagnarsi la fiducia degli altri animali. E alla fine anche ad affrontare il carnotauro maschio, uscendone vincitore.

 

Jurassic World

Un nuovo dinosauro geneticamente modificato

Jurassic World, ultimo capitolo della saga inaugurata con Jurassic ParkConcludiamo col più recente film della lista, Jurassic World. Uscito nel 2015, è diventato rapidamente il fenomeno di quell’estate. Quarto capitolo della saga dopo il passo falso di Jurassic Park III, il film è diretto da Colin Trevorrow, che ha anche curato la sceneggiatura assieme a Derek Connolly.

Il protagonista maschile è Chris Pratt, reduce dal successo de I Guardiani della Galassia. Accanto a lui ci sono Bryce Dallas Howard (figlia del noto regista Ron Howard) e Vincent D’Onofrio. Quest’ultimo lo ricorderete di certo per Law & Order: Criminal Intent e per il ruolo di “Palla di lardo” in Full Metal Jacket.

Il parco funziona

Il film, prodotto ancora una volta da Spielberg, è ambientato ventidue anni dopo gli eventi del primo capitolo. Ora il parco sognato da Hammond è aperto e funzionante da vario tempo. Tanto che c’è perfino un uomo – Owen Grady – che è riuscito ad addestrare dei bVelociraptor, diventandone l’alpha.

La nascita dell’Indominus Rex

Un calo di introiti, però, porta i responsabili del parco a sviluppare un nuovo dinosauro, creato artificialmente tramite degli incroci genetici. Nasce così l’Indominus Rex, un animale astuto e pericolosissimo che manifesta addirittura un gusto sadico nell’uccidere.

La sua fuga provocherà la morte di molti uomini e animali. Fino a quando il legame particolare tra Grady e i suoi animali e, soprattutto, la liberazione del T-Rex non riusciranno a fermarlo.

 

Segnala altri film sui dinosauri per bambini e adulti nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here