Cinque idee su cosa fare con i bambini quando fuori piove (in estate e non solo)

Cosa fare coi bambini quando fuori piove?

L’estate, almeno nella parte d’Italia in cui viviamo noi, sta clamorosamente tardando ad arrivare. Così, dopo tanti pomeriggi passati ad aspettare la bella stagione, i nostri bambini continuano loro malgrado a trovarsi confinati tra le mura domestiche, magari fissi a guardare la pioggia che scende sui giochi che si erano preparati da mesi in giardino.

D’altro canto, qualche giorno di rovesci, in un’estate, capita sempre e bisogna essere pronti ad ogni evenienza. Per questo abbiamo deciso di preparare una breve guida a cinque idee su cosa fare coi bambini, ovviamente in casa, quando fuori piove: speriamo che i nostri suggerimenti possano tornarvi utili (e casomai aggiungetene degli altri nei commenti).

 

Il riordino della stanza competitivo

Trarre vantaggio dalla noia

Una camera decisamente da riordinareFunziona molto bene quando si ha più di un figlio, ma lo si può fare anche se ne avete uno solo (a patto che le stanze che scegliete siano abbastanza in disordine): si tratta di una gara a tempo in cui i concorrenti si sfidano per vedere chi riesce a mettere in ordine nel modo migliore la propria stanza nel tempo stabilito.

Vi consigliamo di non impostare tempi troppo lunghi, perché la voglia dei bambini, come saprete benissimo, tende a scemare rapidamente: un intervallo compreso tra i 5 e i 10 minuti dovrebbe andar bene, ma valutate anche in base alla pazienza dei vostri pargoli. Poi preparate un bel timer da cucina, di quelli – se possibile – che scandiscono bene il passare dei secondi e trillano all’impazzata allo scadere del tempo, e date il via alla gara.

Servirà, ovviamente, una terza persona per giudicare l’effettivo riordino e serviranno, soprattutto, una serie di premi per tutti i classificati: così il primo potrà ad esempio scegliere quale attività fare subito di seguito, il secondo potrebbe vincere una fetta di torta o una merenda e il terzo qualche suggerimento per far meglio la prossima volta.

 

Realizzare una rivista o un film

Per stimolare la creatività

Disegnare insieme è una delle attività preferite dai bambiniSe siete dei tipi ordinati e le camere di casa vostra sono già più o meno a posto, una soluzione alternativa alla prima che vi abbiamo proposto è quella di stimolare la creatività dei vostri figli, ammesso che almeno uno di loro sappia leggere e scrivere: un’idea molto simpatica è infatti quella di trasformare la prole nella redazione di un giornale, e dar loro l’incarico di realizzare una rivista, un incarico che li terrà tranquillamente occupati per tutto il pomeriggio.


Leggi anche: Cinque divertenti giochi di società fai da te

Dovrete quindi rifornirli di fogli A4 e spiegare loro come piegarli a metà, inserendoli l’uno nell’altro proprio a formare una rivista (e, se avete una graffettatrice abbastanza lunga, pinzarli in modo da tenerli fissi assieme); poi dovrete spiegare di quali sezioni è composta una rivista o un giornale: ci dovrà quindi essere una copertina, disegnata e colorata da loro; ci dovranno essere delle rubriche, come l’oroscopo (che potranno tranquillamente inventare, come dei veri professionisti), le recensioni musicali o televisive, le notizie dalla casa; poi magari ci potrebbe stare una bella intervista a un membro della famiglia, con tanto di ritratto; infine un breve racconto, un bel fumetto e la lista dei cartoni da non perdere in TV.

Se invece volete puntare su qualcosa di più moderno, potete optare per uno show televisivo o addirittura un film: grazie agli smartphone è infatti piuttosto semplice registrare dei filmati e poi montarli in un video abbastanza efficace; in quel caso, però, bisognerà dare ai ragazzi il compito di trovare un tema, suonare o cantare una sigla d’apertura, scrivere un copione e poi registrare.

 

Giochi da tavolo, di carte, in scatola

Qualche idea, anche gratuita

Un gioco in scatola rinsalda l'unione della famigliaSe siete invece tipi amanti della tradizione, un pomeriggio di pioggia non può che tradursi in un pomeriggio di giochi da tavolo. In passato abbiamo dedicato vari articoli a questi passatempi: vi abbiamo presentato i giochi più venduti della storia e quelli – se siete in cerca di novità – che si possono scaricare e stampare gratuitamente e legalmente.


Leggi anche: Cinque divertenti giochi da tavolo da stampare gratuitamente

Le possibilità, in questo settore, sono infatti moltissime e dipendono in parte dai gusti dei vostri figli e in parte anche dai gusti vostri, visto che dovrete probabilmente essere voi a sfidarli. Se amate le carte, un gioco che ha sempre un certo successo è Uno, che si può praticare sia con le carte apposite, sia con normali carte da briscola, concordando prima le regole e la specifica funzione da assegnare ad ogni figura (il fante potrebbe far cambiare colore, il re far saltare un giro e così via). Oppure si può optare per i grandi classici: Rubamazzo, Machiavelli, Sette e mezzo e Blackjack sono specialità che piacciono sempre ai bambini.


Leggi anche: I cinque giochi da tavolo più venduti al mondo

Sul versante dei giochi in scatola, funzionano piuttosto bene Indovina chi?, Forza 4, Twister, L’allegro chirurgo, Battaglia navale, Monopoly, Risiko, Scarabeo/Scrabble, Cluedo, Jenga e Labirinto, in alcuni casi disponibili anche in apposite versioni per bambini. Se poi avete un figlio solo, ed è abbastanza grandicello da ricordare regole complesse, potete provare gli scacchi o la dama.

 

Pomeriggio di lettura

I vantaggi degli ebook

Leggere ebook coi propri figliMa un lungo pomeriggio di pioggia può essere utile anche per dedicarsi, per una volta con calma, a quella che di solito è un’attività importante che limitiamo alla tarda serata, subito prima di andare a dormire: la lettura. Non saremo certo noi a dirvi quanto sia importante, per un bambino, passare del tempo a leggere coi suoi genitori, quando ancora non è in grado di farlo da solo; e per fortuna le librerie e le edicole sono piene zeppe di articoli che possono fare al caso nostro: tra libri per ragazzi, collane apposite, fumetti e quant’altro c’è solo l’imbarazzo della scelta.


Leggi anche: I cinque e-reader più venduti in Italia e nel mondo

Il problema, a volte, è che una cosa del genere non si può improvvisare dall’oggi al domani. Se capita un pomeriggio di pioggia e in casa non si hanno nuovi libri, ci si può sentire impotenti, incapaci di procurare letture adeguate: ebbene, per una volta la tecnologia viene in nostro aiuto, perché il mercato degli ebook ormai rende possibile esplorare i negozi stando comodamente seduti sul divano di casa, all’asciutto, e scaricare in pochi secondo il volume prescelto sul proprio e-reader.

Così, se disponete di un Kindle, di un iPad, di un tablet Android o di un Kobo potete tranquillamente esplorare assieme ai vostri figli i relativi store e, con una spesa abbastanza contenuta, assicurarvi qualche ora di sano divertimento: dai libri di J.K. Rowling alle favole moderne di Roald Dahl, dalla collana del Battello a Vapore alle avventure di Geronimo Stilton, dal Piccolo principe a Gianni Rodari, il divertimento è assicurato.

 

Presidente per un giorno

Responsabilizzare i figli

Re per un giornoL’ultimo gioco che vi proponiamo ha come obiettivo primario la responsabilizzazione del vostro pargolo, ma può comportare anche qualche rischio, quindi usatelo con intelligenza. Si chiama “Presidente per un giorno” e consiste nel dare a vostro figlio (o a uno dei vostri figli, promettendo di alternare il ruolo nel corso del pomeriggio) l’incarico di dirigere la casa per qualche ora, diventando di fatto il “Presidente” o il “Re” delle vostre quattro mura.

Il ragazzo sarà ovviamente affascinato dai poteri che il nuovo ruolo gli consente di esercitare: potrà decidere cosa guardare in TV alla sera, cosa mangiare a cena (preparate il portafoglio per la pizza, insomma), a che ora andare a dormire; però dovrà affrontare alcuni compiti più gravosi, come stabilire i turni di pulizia e spiegare agli altri componenti della famiglia – magari con esempi sul campo – come vuole che vengano puliti i pavimenti e riordinati i giochi, analizzare il budget per gli acquisti al supermercato e fare la lista delle cose che servono, eventualmente anche scegliendo cosa è più importante acquistare, fare con la mamma o col papà una lavatrice e stendere il bucato.

Insomma, quello che all’inizio a vostro figlio sembrerà un grande privilegio si trasformerà presto, se saprete gestirlo al meglio, in una piccola lezione di maturità. E il pargolo si renderà conto che a volte una pizza a cena non vale tutto quello sforzo.

 

Segnala altre idee su cosa fare con i bambini quando fuori piove nei commenti.