Cinque immagini buffe e divertenti di bambini (e la loro storia)

La divertente immagine realizzata dal tabloid Sun per festeggiare la nascita del Royal Baby

Nonostante i social network le abbiano fatte diffondere in maniera esponenziale, le fotografie di bambini mantengono ancora oggi una grande attrattiva sul pubblico. Dolci o comiche, commoventi o buffe, riescono a conquistare l’attenzione del pubblico nonostante ne compaiano sempre in grande quantità ogni giorno.

Alcune, però, stupiscono più di altre, soprattutto quando diventano lo spunto per un meme o riescono a catturare un’espressione inattesa che comunichi qualcosa che vada oltre all’immagine in sé e per sé. Ne abbiamo selezionate cinque, alcune già famose e alcune che meriterebbero di diventarlo, raccontandovi la storia spesso poco nota che sta dietro ad ognuna di esse.


Leggi anche: Cinque bellissime foto di bambini neonati

   

 

1. Success Kid

Un meme talmente azzeccato da diventare una pubblicità

Partiamo dall’immagine di bambino più famosa in quest’epoca di social network, la foto che è diventata in questi anni celebre coi nomi di Success Kid o I Hate Sandcastles, e che potete vedere qui di seguito. L’immagine originale (la prima nella nostra gallery) fu realizzata nell’agosto del 2007 dalla fotografa Laney Griner, che la scattò al figlio che allora aveva 11 mesi. La postò immediatamente su Flickr e su Getty Images.

La foto cominciò rapidamente a circolare sul social network più in voga all’epoca, MySpace, dove vari utenti cominciarono ad utilizzarla come foto profilo. Inoltre, nel maggio del 2008 qualcuno ripostò la foto in vari siti umoristici aggiungendo con Photoshop, sullo sfondo, un altro bambino con un castello di sabbia distrutto e la scritta “I hate sandcastles”, ovvero “Odio i castelli di sabbia”. In questo modo si aumentò il significato sadico dell’espressione di vittoria del bimbo.


Leggi anche: Cinque esilaranti foto dell’annuario scolastico

Da quel punto in poi il meme si diffuse a macchia d’olio, assumendo la forma di una foto quadrata con al centro il solo bambino trionfante circondato da una raggiera blu e indaco e due scritte, una sopra e una sotto. Ed ebbe così tanto successo che, nel 2011, un’agenzia pubblicitaria iniziò ad utilizzarla – pagando i genitori – per alcune sue campagne.

Qui di seguito trovate una breve galleria di alcune delle variazioni più famose. Per chi non conosce bene l’inglese, ecco la traduzione delle frasi: 3) Non so rispondere a una domanda in un test. La risposta è in un’altra domanda; 4) Arrivato tardi al lavoro. Il capo è arrivato ancora più tardi; 5) Tim ha appena realizzato che i suoi genitori hanno avuto i canali HD senza costi extra. L’ultima foto della nostra galleria rappresenta, infine, il bambino originale rifotografato dalla madre nel novembre del 2011.

 

2. Skeptical Baby

Il potere di Reddit

Uno dei motivi principali per cui certe foto di bambini ci fanno sorridere è il fatto che non ci aspettiamo di vedere le espressioni tipiche degli adulti disegnarsi sul volto degli infanti. Nella foto che abbiamo presentato qui sopra abbiamo un bambino che esulta come farebbe uno sportivo consumato. In quella che vedremo al terzo punto mostriamo invece la faccia di quello che sembra un navigato manager di Wall Street.

L’espressione più esilarante, però, è a nostro avviso quella che abbiamo messo al secondo punto, un’espressione di scetticismo esagerato che è fruttata alla foto, sul web, il titolo di Skeptical Baby. La foto è stata scattata da Jarod Knoten, un fotografo specializzato in ritratti familiari, nel novembre del 2011. Il protagonista è il figlio – Mason – del suo amico Dave, ritratto mentre si trovavano al Museo di Scienze Naturali di Raleigh, in North Carolina. La fotografia è stata postata dallo stesso papà su Reddit nel gennaio 2012, cosa che ha portato presto alla nascita del meme.

Qui di seguito trovate la foto originale ed alcune tra le più divertenti variazioni sul tema (che sembrano indugiare spesso sulla questione “latte”). Ecco le traduzioni dei testi: 2) Intendi dire – che i cucchiai non fanno davvero il suono degli aeroplani?; 3) Ho visto il papà con la mamma la scorsa notte… – Penso che mi stesse rubando il latte; 4) Intendi dire che puoi – continuare a vedermi anche quando mi copro gli occhi?; 5) Bevi il latte – che esce da un bicchiere?; 6) Intendi dire che un giorno succhierò dalle tette – ma non per il latte?

 

3. Business Baby

Un altro meme, ancora più esilarante, su un manager sul seggiolone

È una faccenda molto più recente, invece, quella che riguarda il protagonista della nostra terza scelta, il bambino che il web ha ribattezzato Business Baby. Lo scorso febbraio un padre ha postato su Facebook la foto di suo figlio che vedete qui sotto, accompagnandola con la frase: «Look, tell Clyde he’s a dumbass… and then fire him» («Guarda, di’ a Clyde che è un cretino… e poi licenzialo»).

Un suo amico ha colto l’occasione al volo e ha ripostato ancora una volta l’immagine su Reddit. Nel giro di poche ore è partito il meme, che, come potete vedere nella nostra galleria, ha generato anche alcune immagini molto divertenti.

   

Traduciamo, come al solito, le frasi inglesi per i non anglofoni. 2) Va bene, Dave, parliamo di numeri – ricorda che so contare solo fino a tre; 3) Dite a Ian che non firmerò nessun accordo finché – non mi ridarà indietro il mio naso; 4) Susan, sto per incontrare il Direttore finanziario all’aeroporto – fammi portare il mio triciclo; 5) Susan, sposta il mio appuntamento delle 9 – me la sono appena fatta addosso; 6) Non mi importa quanto tempo ci voglia o quanto ci possa costare – dobbiamo scoprire come può quel cucchiaio trasformarsi in un aeroplano.

 

4. Royal Babies

I bambini che domineranno il mondo secondo il Sun

La campagna del Sun per il Royal BabyIl 22 luglio dello scorso anno, in Gran Bretagna, ha visto la luce l’ultimo erede al trono del Regno Unito. Si tratta di George, figlio di William e Kate, presto ribattezzato Royal Baby. Il giorno dopo la sua nascita vari quotidiani inglesi, com’era d’obbligo, hanno celebrato l’evento non solo con articoli ed approfondimenti, ma anche con pagine di saluto e accoglienza firmate da agenzie pubblicitarie.

   

Il Times, col suo celebre savoir-faire, si è limitato alla fotografia di un cigno che porta – a mo’ di cicogna – un sacco con lo stemma reale. Il Sun – tabloid molto più popolare – ha invece deciso di affidare il lavoro all’agenzia Grey di Londra, che ha realizzato la foto che vedete qui di fianco. Al centro posa un bambino con corona e globo regale, che dovrebbe rappresentare George; al suo fianco, da sinistra a destra, una bambina che dovrebbe impersonare Harper Beckham, l’ultima figlia di Victoria e David Beckham, una bambina che dovrebbe rappresentare North West, la figlia – dal nome improponibile – di Kim Kardashian e Kanye West; un bambino che rappresenta Elijah Furnish-John, il figlio avuto da Elton John e David Furnish tramite madre surrogata; un’ultima bambina nei panni di Blue Ivy Carter, figlia di Beyoncé e Jay-Z.

La scritta in alto titola: «Sua altezza reale, le presentiamo i suoi colleghi futuri dominatori del mondo». Infine, una curiosità. Quello stesso giorno, per celebrare ancora di più l’evento, il Sun ha cambiato la propria testata per un giorno in The Son. Una “o” al posto della “u” che però tramutava il significato da “il sole” a “il figlio”.

 

5. Wengenn in Wonderland

Il bimbo che va a sistemare le stelle

Una simpatica immagine dall'album Wengenn in WonderlandTempo fa vi abbiamo presentato alcune belle foto di neonati, dando ampio spazio ai lavori più famosi di Anne Geddes ma anche alle fotografie della californiana Sioin Queenie Liao. Come dicevamo allora, si trattava di una dilettante che però ha saputo creare, con suo figlio come soggetto, alcune immagine ricche di fantasia.

Visto però che alcune di queste ultime foto sanno essere anche molto divertenti, abbiamo deciso di inserirne una anche in questa cinquina. Si tratta di quella che vedete qui di fianco, una delle più apprezzate, con la luna e le stelle.

   

Liao, una mamma di origini taiwanesi, ha avuto la prima idea per queste sue creazioni grazie al lavoro di Adele Enersen, fotografa professionista. Lei ha però sviluppato ancora più in profondità l’idea iniziale e l’ha portata fino alle estreme conseguenze.

Per questo, sfruttando i riposini del proprio piccolo, la Liao costruiva ogni volta un’intera scenografia di cui il bambino dormiente diventava protagonista, scenografia che poi veniva ritratta in foto e che andava ad aggiungersi all’album Wengenn in Wonderland che la ragazza teneva sui social network. Il risultato è una sorta di lungo viaggio nel paese delle meraviglie ispirato a quello della Alice di Lewis Carroll, ma aggiornato al tempo degli album fotografici condivisi su Facebook.

 

Segnala altre immagini divertenti di bambini nei commenti.