Cinque memorabili personaggi di Breaking Bad

I vari personaggi di Breaking Bad

 
Breaking Bad è un titolo che ha rivoluzionato il mondo dei serial televisivi. Ideata da Vince Gilligan e andata in onda sulla rete televisiva AMC per cinque stagioni dal 2008 al 2013, la serie è incentrata su un (apparentemente) umile professore di chimica, Walter White, al quale viene diagnosticato un cancro ai polmoni. Per non lasciare la sua famiglia in difficoltà economiche alla sua morte, Walt decide a seguito di alcuni eventi di produrre metanfetamina: è l’inizio della sua discesa verso l’inferno.

Come sempre accade in titoli del genere, quello che più genera il successo è la coralità: ovvero i vari personaggi che interpretano la serie e interagiscono tra loro, grazie a interpretazioni attoriali ben sopra la media. Abbiamo dunque individuato cinque personaggi principali di questa serie, dei quali vi narreremo sventure e… no, solo sventure.

 

Mike Ehrmantraut

Il poliziotto disilluso, interpretato da Jonathan Banks

Mike Ehrmantraut, il poliziotto di Breaking BadMike Ehrmantraut è un inflessibile poliziotto di Philadelphia che per oltre trent’anni serve con fedeltà il dipartimento, fino a quando suo figlio non viene ucciso a seguito di una storia di corruzione interna alle forze di polizia. Dopo aver ucciso i responsabili della sua morte, Mike si trasferisce ad Albuquerque, dove accetta piccoli lavori come guardia del corpo o sicario e dove vivono sua nipote e la vedova di suo figlio.

Tali incarichi lo fanno entrare in contatto con Saul Goodman e il cartello criminale a cui fa capo Gus Fring. Quando Walter White entra in gioco con la sua metanfetamina, Mike segue con scrupolo gli ordini di Fring, proteggendo prima Walt da criminali desiderosi di ucciderlo, poi assumendosi l’incarico di eliminare Walt stesso in quanto ormai ritenuto inaffidabile.

Una collaborazione di breve durata

Walt riesce tuttavia a guadagnare tempo e, a seguito della morte di Gus, Mike stringe una precaria alleanza con Walt e Jesse Pinkman per la distribuzione della metanfetamina. Tuttavia le troppe divergenze e incomprensioni tra i tre portano a una collaborazione di breve vita.

Scoperto dalla polizia, Mike si prepara a fuggire, ma ha prima un duro confronto verbale con Walt. Pieno di rabbia, quest’ultimo gli spara contro, ferendolo mortalmente e uccidendolo.


Leggi anche: Cinque bellissime t-shirt ispirate alle serie TV

 

Gustavo “Gus” Fring

L’uomo paziente, interpretato da Giancarlo Esposito

Gus Fring, uno dei personaggi più importanti di Breaking BadGustavo Fring fugge dal Cile e dalla dittatura di Pinochet (del quale forse era uno dei generali) per approdare in Messico e aprire insieme a un suo socio e amico una catena di ristoranti nota come Los Pollos Hermanos. Un cartello della droga messicano decide di utilizzare la catena di ristoranti per smerciare stupefacenti e, per far capire a Gus che fanno sul serio, i malviventi uccidono davanti ai suoi occhi il suo socio.

La catena si espande e approda in New Mexico, negli Stati Uniti. Gus si trasferisce dunque ad Albuquerque, continuando nell’attività di vendita della droga. Quando Walter White gli propone la sua metanfetamina pura, all’inizio Gus non appare interessato, salvo poi cambiare idea.

I tentativi di Gus

Inizia dunque un tormentato sodalizio, con Gus che (intuendo la pericolosità di Walt) tenta prima in maniera sottile di sbarazzarsene, cercando di far acquisire a un suo fido alleato la tecnica di preparazione della metanfetamina, poi (quando costui viene ucciso) in maniera più diretta mettendo Jesse Pinkman contro Walt.

Dopo anni di paziente attesa, Gus prende infine la sua vendetta contro tutti gli esponenti del cartello messicano, avvelenandoli durante una festa in piscina. Divenuto il nuovo capo del cartello, Gus cade tuttavia vittima di una elaborata trappola tesagli da Walt, il quale si allea con l’ultimo esponente del cartello ancora in vita. Coinvolto in una esplosione, Gus ha il tempo di sistemarsi un’ultima volta la cravatta prima di cadere a terra privo di vita.

 

Saul Goodman

Conviene chiamare lui, l’uomo interpretato da Bob Odenkirk

Saul Goodman, personaggio di Breaking Bad che è anche diventato protagonista di uno spin-offIl primo nome di Saul Goodman è Jimmy McGill, un ladruncolo da strapazzo che, dopo essere finito in prigione per una bravata, viene fatto uscire da suo fratello Chuck con la promessa di rigare dritto. Dopo aver conseguito una laurea in legge in una università insignificante, Jimmy inizia a lavorare come assistente presso lo studio di cui suo fratello è socio, Hamlin, Hamlin & McGill.

Quando suo fratello contrae una insolita malattia che gli impedisce di rimanere esposto ad apparecchi elettronici, Jimmy inizia a praticare l’attività (mal pagata) di avvocato d’ufficio, fino a quando un caso di truffa agli anziani da parte di una società di case di riposo lo porta a divenire socio di un importante studio legale. Jimmy però continua ad agire di testa sua, inimicandosi anche suo fratello, e in circostanze ancora poco chiare decide di aprire un proprio studio e cambiare nome in Saul Goodman (a suo dire, lo stile ebreo si accattiva le simpatie della gente).

L’avvocato di fiducia

Grazie a degli spot televisivi sopra le righe, Saul sbarca il lunario con piccole cause a difesa di criminali e gente comune, fino a quando aiuta Walt e Jesse a sfuggire a una cattura quasi certa da parte della DEA. Da quel momento, Saul diviene il loro avvocato di fiducia, aiutandoli a ripulire i soldi derivanti dallo spaccio di droga e facendo loro investire il denaro ricavato in attività di copertura.

Dopo la morte di Gus Fring, Saul prova a interrompere la collaborazione con Walter White, ma ormai è troppo tardi. Scoperta l’attività criminale di Walt da parte della polizia, Saul è costretto a fuggire e a rifugiarsi sotto falsa identità in Nebraska lavorando per una ditta dolciaria.

Il personaggio di Saul Goodman è molto amato dal pubblico, tanto che va attualmente in onda, sempre su AMC, uno spin-off che lo vede protagonista, Better Call Saul, ambientato prima degli eventi di Breaking Bad.


Leggi anche: Cinque appassionanti serie TV poliziesche degli ultimi anni

 

Jesse Pinkman

«Yo, bitch!», frase simbolo del personaggio interpretato da Aaron Paul

Jesse Pinkman, interpretato da Aaron PaulJesse Pinkman è un promettente studente di chimica che però spreca da subito un potenziale talento uscendo con persone poco raccomandabili e fumando marijuana, della quale diviene anche uno spacciatore. I suoi genitori, non tollerando il suo stile di vita, lo cacciano infine di casa.

Alcuni anni dopo Jesse ritrova il suo insegnante di chimica, Walter White, che lo convince a produrre metanfetamina. La qualità del prodotto li fa entrare in contatto con lo spacciatore Tuco Salamanca, la cui paranoia tuttavia lo porta a essere ucciso da Hank Schrader, cognato di Walt e agente della DEA.

Il rapporto con Jane

In cerca di un nuovo appartamento, Jesse incontra Jane Margolis e se ne innamora. La donna tuttavia è dipendente dall’eroina e trascina Jesse in un nuovo abisso. La cosa scatena la rabbia di Walt che una sera, notando Jane soffocare, non interviene facendola morire, convincendo poi Jesse a entrare in riabilitazione.

Una volta uscitone, Jesse torna a collaborare con Walt nel nuovo laboratorio messo a disposizione da Gus Fring e ritrova la serenità con un’altra donna, Andrea, una ragazza madre. Una serie di eventi tuttavia costringe Jesse a uccidere un collaboratore di Gus, cosa che alimenta ancor di più la depressione causata dalla morte di Jane.

Il ruolo di Gus

Dedito solo alle feste e alla droga, Jesse viene rimesso in carreggiata da Gus, che gli offre la possibilità di sbarazzarsi di Walt e divenire l’unico beneficiario dei proventi derivanti dalla metanfetamina. Walt però fa cadere Gus vittima di un attentato e, poco tempo dopo, Jesse decide di ritirarsi dalle scene.

Viene tuttavia rapito da alcuni ex soci criminali di Walt che, per convincerlo a tornare a produrre droga, uccidono Andrea davanti ai suoi occhi. Qualche mese dopo Walt riesce a liberarlo, decimando tutti i suoi ex soci, ma rimanendo anche ferito mortalmente. Jesse decide di non ucciderlo e con un’auto si dirige verso una nuova vita, infine libero da tutti i suoi demoni.

 

Walter White

L’Heisenberg interpretato da Bryan Cranston

Walter White, il protagonista assoluto di Breaking BadWalter White è un promettente ricercatore e scienziato chimico che, dopo la laurea, contribuisce al successo di una società da lui fondata, Grey Matter Technologies, insieme all’aiuto di due compagni di classe. Quando Walt abbandona la compagnia, vendendo le sue azioni a una cifra irrisoria, i suoi due soci sfruttano il suo lavoro e le sue ricerche divenendo milionari. Il tutto crea in Walt un profondo risentimento, che però tiene celato.

Trasferitosi ad Albuquerque, Walt sposa Skyler Lambert e, all’inizio della serie, è uno stimato insegnante di chimica costretto tuttavia ad avere anche un – per lui – umiliante secondo lavoro in un autolavaggio. È anche padre di un figlio portatore di handicap che porta il suo stesso nome e di un’altra figlia in arrivo. Al compimento del cinquantesimo anno di età, a Walt viene diagnosticato un cancro inoperabile ai polmoni che causerà la sua morte entro un paio di anni.

La produzione di metanfetamina

Dopo essere rientrato in contatto in maniera casuale con un suo vecchio studente, Jesse Pinkman, Walt, per non lasciare la sua famiglia in rovina, decide di iniziare a produrre metanfetamina. Tramite un laboratorio improvvisato (il camper di Jesse), i due cominciano a vendere le prime dosi che ottengono un grande riscontro. Per proteggere la sua famiglia, Walt adotta l’identità fittizia di Heisenberg, in realtà incarnazione della sua metà oscura.

Il continuo successo della metanfetamina ideata da Walt li porta all’attenzione dello spacciatore Tuco Salamanca, il quale però si rivela paranoico e instabile, fino a essere ucciso da Hank Schrader. Subentra allora, dopo un iniziale rifiuto, Gustavo Fring, che ospita Walt in un laboratorio avveniristico.

Quando il cancro retrocede

Quando il cancro inizia ad andare in remissione, Walt continua a produrre droga dimostrando così che non è la famiglia la sua motivazione principale. Skyler scopre la sua doppia vita e, pur non denunciandolo, per qualche tempo decide di non vivergli accanto, prima di divenire sua complice e, tramite l’apporto di Saul Goodman, contribuire al riciclaggio del denaro sporco.

Dopo essersi liberato di Gus Fring, Walt continua a far crescere la propria organizzazione criminale, ma all’improvviso Hank intuisce cosa sta facendo. Tuttavia non ci sono prove certe e, anche se venisse arrestato, Walt non vedrebbe la fine della vicenda in quanto il cancro è riemerso e lo ucciderà in pochi mesi. Hank viene ucciso da alcuni alleati di Walt che, ormai messo alle strette, entra in clandestinità non prima di aver scagionato sua moglie.

Ritorna ad Albuquerque un’ultima volta, nel giorno del suo cinquantaduesimo compleanno, per vedere un’ultima volta la sua famiglia e liberare Jesse dalla prigionia dei suoi ex soci, rimanendo però mortalmente ferito. Dopo un ultimo sguardo soddisfatto al laboratorio per la produzione della metanfetamina, Walter White crolla a terra privo di vita.

 

Segnala altri memorabili personaggi di Breaking Bad nei commenti.