Si sa, nel campo della moda i fisici non-standard fanno fatica ad imporsi. Mesi fa abbiamo dedicato uno dei nostri articoli alle modelle “curvy”, ragazze cioè che sono riuscite a lavorare in questo settore pur non portando una taglia 34, ma bisogna ammettere che queste rappresentano ancora una sparuta minoranza. Una minoranza, però, giustamente agguerrita: sia perché un corpo un po’ più rotondo è sinonimo di salute, sia perché le donne che poi vanno ad acquistare quei vestiti non portano certo le taglie di certe top model.

Un discorso analogo lo si può fare per l’altezza. Perché, anche se il canone vuole che le indossatrici siano magrissime e altissime, nella storia della moda sono emerse alcune modelle anche non particolarmente alte. Anzi, modelle che secondo i dettami della passerella sarebbero da etichettare come “basse”, anche se nel mondo di noi esseri umani normali potrebbero anche essere considerate nella norma. Volete alcuni esempi? Ecco i cinque più famosi, in ordine crescente d’altezza.


Leggi anche: Cinque tra le più belle modelle taglie forti italiane e straniere

 

Devon Aoki

La top model nippoamericana

Devon Aoki, modella nippoamericana, sulla copertina dell'edizione tedesca di VogueDichiara 168 centimetri d’altezza, ma alcune fonti parlano anche di qualche centimetro di meno, citandone 163 o 164: lei è Devon Aoki, top model newyorkese classe 1982. Sulla breccia dalla fine degli anni ’90, è la figlia di un ex wrestler giapponese e di una donna anglotedesca; tra l’altro, suo fratello è quel Steve Aoki che usa spesso anche lo pseudonimo di Kid Millionaire che è uno dei DJ più apprezzati della scena statunitense. Questo profilo internazionale della sua famiglia ha comunque permesso a Devon di iniziare la carriera a Londra, dove ha cominciato a farsi conoscere posando per Harper’s Bazaar e Vogue. Tra i fotografi che la ritrassero in quei primi anni, anche Patrick Demarchelier, Steven Meisel e Mario Testino.

Negli anni Duemila è quindi passata a fare da testimonial a varie campagne pubblicitarie. I marchi coinvolti sono stati tra i più importanti del settore della moda e della bellezza, come Chanel, Versace, Wella, Moschino, L’Oréal. Inoltre è apparsa nei videoclip di varie rockband: su tutte, vale la pena menzionare i Primal Scream, i Duran Duran, Elton John e i Killers. Tutto questo l’ha portata, presto, anche sul grande schermo: la si è vista in 2 Fast 2 Furious, Sin City e DOA: Dead or Alive. Dal 2009 convive con James Bailey, un analista finanziario, e da lui ha avuto, tra il 2011 e il 2015, tre figli, che l’hanno tenuta per qualche tempo lontana dalle passerelle.

 

Eva Marcille

La più bassa vincitrice di America’s Next Top Model

Eva Marcille, vincitrice di America's Next Top ModelAl secondo posto della nostra lista troviamo un’altra modella americana, anche se originaria della costa ovest: Eva Marcille, nata col nome di Eva Pigford nel 1984. Anche per lei, l’altezza non è chiarissima. I dati ufficiali parlano di 170 centimetri, ma alcune riviste riportano anche in questo caso qualche centimetro di meno. Un’altezza che non le ha permesso di accedere immediatamente al mondo della moda. Il suo successo, infatti, è arrivato grazie ad America’s Next Top Model, reality che ha vinto nel 2005, diventando la prima modella afroamericana a conquistare il premio e la più bassa di sempre. Quella vittoria le ha aperto immediatamente l’opportunità di comparire su varie copertine, anche del settore fitness.

A livello recitativo, dopo qualche comparsata in alcune serie TV, è entrata nel cast regolare della soap Febbre d’amore, mentre al cinema la si è vista in Manuale d’infedeltà per uomini sposati. In America, comunque, hanno fatto molto parlare anche le sue relazioni sentimentali. Prima ha avuto una storia con l’attore Lance Gross, poi con il rapper Flo Rida. Dal 2013, comunque, è assieme ad un altro rapper, Kevin McCall, dal quale ha avuto una figlia.


Leggi anche: Cinque donne belle con un naso brutto (quando un difetto diventa un pregio)

 

Twiggy

Il simbolo della swinging London

Twiggy, icona degli anni '60Facciamo ora un passo indietro. C’è, infatti, nella storia della moda una modella che ha segnato il costume, pur non alzandosi al di sopra dei 168 centimetri. Lei è Twiggy, simbolo della swinging London degli anni ’60. Nata proprio a Londra nel 1949 col nome di Lesley Hornby, fu scoperta ad appena 16 anni da Justin de Villeneuve nel negozio di una parrucchiera. La popolarità la raggiunse pochi mesi dopo, quando il suo look sbarazzino fu scelto da Mary Quant per lanciare la minigonna.

Vera icona degli anni ’60, nel decennio successivo cercò di impegnarsi anche in altri settori. Uscirono così alcuni suoi lavori discografici, per la verità abbastanza dimenticabili, e la si cominciò sempre più spesso a vedere al cinema. Le apparizioni, in questo campo, non furono molte, ma vale la pena di ricordare Il boy friend del 1971 e The Blues Brothers, in cui aveva una parte di contorno. Si è sposata due volte: la prima con l’attore Michael Witney, da cui ha avuto una figlia; la seconda, dopo la morte del primo marito, con un altro attore, Leigh Lawson. Dal 2005 al 2007 è stata anche una dei giudici del già citato reality America’s Next Top Model.

 

Laetitia Casta

La supermodella francese che ha lavorato spesso anche in Italia

Laetitia Casta sulla copertina del Vogue spagnoloRitorniamo all’oggi, e saliamo di qualche altro centimetro, con Laetitia Casta, supermodella francese che ha spesso lavorato nel nostro paese. Per lei si parla di 169 centimetri d’altezza e una invidiabile taglia 36. Nata nel 1978 in Alta Normandia da una famiglia di origini corse, ha iniziato a lavorare come modella già nei primi anni ’90, dopo essere stata scoperta, quindicenne, durante una vacanza al mare. La vera svolta della sua carriera arrivò nel 1999, per due motivi. Da un lato, l’Associazione dei Sindaci Francesi la scelse come modella per rappresentare un’allegoria della Marianne, simbolo della Francia. Dall’altro, fece il suo esordio al cinema con Asterix & Obelix contro Cesare, film in cui recitavano anche Gérard Depardieu e Roberto Benigni. Infine, sempre in quello stesso anno condusse con Fabio Fazio il Festival di Sanremo.

Da lì in poi è diventata testimonial delle più importanti case di moda e di prodotti di bellezza, non solo francesi. Si ricordano, tra le altre, le campagne per L’Oréal, H&M, Guess e Victoria’s Secret. Inoltre è comparsa nel calendario Pirelli e in decine di copertine di varie riviste. Sul versante sentimentale, è stata legata prima al fotografo Stéphane Sednaoui, da cui ha avuto una figlia nel 2001; poi ha avuto una decennale relazione con il nostro Stefano Accorsi, dal quale ha avuto altri due figli. Inoltre ha continuato a recitare al cinema: tra i vari film, si ricordano La frode (con Richard Gere) e Una donna per amica con Fabio De Luigi.

 

Kate Moss

La modella che ha ridefinito gli standard

Kate Moss, una delle modelle più famose anche se basseConcludiamo con la più famosa di tutte: Kate Moss. Anche in questo caso il metro indica 168 centimetri d’altezza, con una taglia però 34 che vediamo ormai da molti anni sulle copertine di tutte le più importanti riviste. Nata nei sobborghi di Londra nel 1974, è stata scoperta ad appena 14 anni mentre camminava all’interno di un aeroporto di New York. A stupire fu, subito, il suo carattere deciso e il suo look così lontano dai consueti canoni delle passerelle. Molto magra e relativamente bassa, negli anni successivi Kate Moss riuscì infatti a sovvertire l’estetica del suo mestiere, definendo dei nuovi standard. Proprio il suo aspetto “alternativo” fece sì che molti marchi la scegliessero, negli anni ’90, per reclamizzare loro linee di moda.

Il primo a darle fiducia fu Calvin Klein, presto seguito da Gucci, Dolce & Gabbana, Louis Vuitton, Roberto Cavalli, Chanel, Yves Saint Laurent e altri. Negli anni Duemila è così diventata una delle top model più pagate del mondo, posizionandosi in una delle prime tre posizioni di categoria praticamente per tutto il decennio. Un successo che non è stato intaccato da alcuni scandali che l’hanno vista protagonista, e in particolare da un servizio fotografico del Daily Mirror che nel 2005 la ritrasse, a sua insaputa, intenta a sniffare cocaina assieme all’allora partner Pete Doherty. Oltre a quella col cantante dei Libertines, la Moss ha avuto relazioni importanti anche con altre star, prima fra tutte Johnny Depp. Nel 2011 ha comunque sposato Jamie Hince, chitarrista dei The Kills.


 

Segnala altre modelle famose e basse nei commenti.