Cinque nuovi protagonisti di Star Wars e della sua saga

Rey e Finn, due dei nuovi protagonisti della saga di Star Wars

 
Con l’acquisizione da parte della Walt Disney Company della LucasFilm Ltd. e dei suoi asset, inclusi soprattutto Star Wars e i personaggi collegati, si sono aperte decine di nuove possibilità. Una nuova trilogia ambientata nell’universo ideato da George Lucas è attualmente in programmazione (il primo film, Il risveglio della Forza, è uscito nel 2015; i successivi due capitoli sono attesi per il 2017 e il 2019).

La saga e gli spin-off

Inoltre sono stati messi in produzione degli spin-off, pellicole a sé stanti inserite nell’universo di Star Wars ma non collegate in maniera diretta alla nuova trilogia. Un progetto noto col nome collettivo di Star Wars Anthology e di cui l’appena uscito Rogue One rappresenta il primo film.

Giusto e doveroso è, in questi più recenti lungometraggi, il richiamo al passato, ma si è anche ben pensato di introdurre nuovi personaggi, per non rimanere troppo fossilizzati su elementi che rischiano di ingabbiare l’evoluzione delle trame. Abbiamo dunque selezionato i cinque più importanti protagonisti di queste nuove saghe ambientate in una galassia lontana lontana.

Attenzione, però: questo articolo contiene un buon numero di spoiler sia su Star Wars: Il risveglio della forza, sia su Rogue One. Se non avete quindi già visto i due film e non volete rovinarvi alcuna sorpresa, vi consigliamo di non avventurarvi oltre.

 

Finn

Il “traditore” interpretato da John Boyega

Finn, la rivelazione del primo episodio della nuova trilogiaCominciamo da Finn, alias FN-2187. Questa la sua designazione come Stormtrooper appartenente al Primo Ordine. Come tutti gli altri al servizio di Kylo Ren, FN-2187 subisce un processo di condizionamento mentale da cui riesce a liberarsi quando assiste scioccato al massacro di alcuni civili.

Prima che possa essere ancora ricondizionato, tuttavia, FN-2187 viene portato con sé da Poe Dameron e fatto fuggire dalla base Starkiller. Poe decide di chiamarlo Finn invece che usare la sua designazione. Quando l’astronave con cui i due sono fuggiti effettua un brusco atterraggio, Finn si convince che Poe sia morto e poco dopo si imbatte in Rey, alla quale mente dicendo di appartenere alla Resistenza.

Il momento da eroe

Unico scopo di Finn è fuggire il più lontano possibile dal Primo Ordine, ma quando Kylo Ren cattura Rey decide insieme a Han Solo e Chewbacca di infiltrarsi nella base Starkiller poiché è in grado di disabilitare gli scudi difensivi senza i quali la base può essere distrutta con facilità. Grazie anche al suo apporto, la Starkiller viene annientata e il Primo Ordine decimato, ma, in un confronto con Kylo Ren, Finn rimane ferito in maniera grave e posto sotto cure mediche.

 

Jyn Erso

L’anima ribelle interpretata da Felicity Jones

Jyn Erso, presentata in Rogue OneLa vita di Jyn Erso subisce una drammatica svolta quando da bambina vede agenti dell’Impero Galattico uccidere sua madre e rapire suo padre Galen, perché costui costruisca una terribile nuova arma, la Morte Nera. Quindici anni dopo, Jyn viene reclutata dalla Ribellione, in quanto conosce una spia amica di suo padre in grado di aiutarla a localizzare Galen Erso (che la Ribellione intende uccidere poiché ritenuto troppo pericoloso).

Grazie a un ologramma, Jyn viene a sapere da suo padre che la Morte Nera ha una falla nel sistema da lui ideato e che può consentire la sua distruzione. Jyn localizza il pianeta dove suo padre è tenuto confinato, ma a seguito di un conflitto a fuoco tra l’Impero e la Ribellione, costui viene ucciso.


Leggi anche: Cinque indimenticabili personaggi secondari di Star Wars

Alla ricerca dei piani della Morte Nera

Determinata più che mai, Jyn guida personalmente una squadriglia denominata Rogue One nella base dove sono archiviati i piani di costruzione della Morte Nera e riesce a recuperarli e trasmetterli nonostante una netta inferiorità numerica. Tuttavia il Governatore Tarkin decide di utilizzare la Morte Nera per eliminare la sacca di resistenza e così Jyn Erso muore eroicamente, con la speranza che il suo sacrificio non sia stato vano.

 

Kylo Ren

Il figlio perduto interpretato da Adam Driver

Kylo Ren, il grande, nuovo antagonistaIl vero nome di Kylo Ren è Ben Solo: si tratta infatti del figlio di Han Solo e Leia Organa. Luke Skywalker lo prende sotto la sua ala protettiva per dare vita insieme a lui a un nuovo ordine di Cavalieri Jedi, ma Ben si fa sobillare dal misterioso Leader Supremo Snoke e, ispirato dalle gesta di suo nonno Anakin Skywalker, passa al Lato Oscuro, contribuendo alla creazione del Primo Ordine e divenendone uno dei più influenti e temuti comandanti. Contribuisce così a eliminare la nuova generazione di Cavalieri Jedi.

Luke per il suo fallimento si autoesilia, mentre la galassia cade preda di una nuova tirannia. Anni dopo una giovane ragazza di nome Rey viene catturata da Kylo Ren, ma riesce a resistere alle sue sonde mentali grazie al potere della Forza nascosto in lei. Quando Han Solo e Finn si infiltrano nella base Starkiller, dove Rey è tenuta prigioniera, Han riesce infine a rivedere suo figlio, cercando di convincerlo a tornare da lui. Per tutta risposta Kylo Ren lo trafigge con la sua spada laser, uccidendolo.

La lotta con Rey

Kylo Ren ha dunque un nuovo confronto con Rey, solo che stavolta la ragazza riesce a padroneggiare meglio la Forza e ha facilmente la meglio su di lui, prima che una scossa sismica separi i due contendenti. Kylo Ren torna perciò al cospetto di Snoke, per completare il suo addestramento.

 

Poe Dameron

Il pilota della Ribellione interpretato da Oscar Isaacs

Il pilota Poe DameronPoe Dameron è un pilota viene incaricato da Leia Organa di recarsi sul pianeta Jakku per recuperare una mappa che dovrebbe aiutare la Resistenza a localizzare lo scomparso Luke Skywalker. Catturato da Kylo Ren, Poe viene liberato da Finn, insieme al quale fugge: a causa di un brusco atterraggio, Finn si convince che Poe sia morto e si allontana. Il pilota in realtà è sopravvissuto e, dopo essersi riunito alla Resistenza, viene posto al comando della squadriglia per l’assalto alla base Starkiller.

Grazie agli sforzi combinati di Han Solo, Chewbacca e Finn, Poe trova una breccia negli scudi della base e li distrugge causando la completa detonazione della Starkiller.

 

Rey

L’araldo della Forza interpretata da Daisy Ridley

Rey, la protagonista della nuova trilogia di Star WarsRey è una ragazza che è stata abbandonata dai suoi genitori sul pianeta Jakku quando era ancora una bambina e che negli anni successivi si è guadagnata da vivere raccattando e barattando parti di astronavi abbandonate. Un giorno incontra due cose: il droide BB-8, che porta un messaggio importante per Leia, e Finn. Per sfuggire ai soldati del Primo Ordine che li stanno cercando, Rey e gli altri utilizzano il Millennium Falcon dove poco dopo si imbattono in Han Solo e Chewbacca.

Han la porta da una sua amica, Maz Kanata, che le mostra la spada laser un tempo appartenuta a Luke Skywalker. Toccandola, Rey ha delle visioni dalle quali capisce che la Forza ha scelto lei. La ragazza cerca di sfuggire a questo destino, ma questo la porta ad essere catturata da Kylo Ren.


Leggi anche: Cinque memorabili duelli con le spade laser in Star Wars

La forza di Rey

Con sorpresa di quest’ultimo, Rey resiste alle sue sonde mentali e, usando per la prima volta la Forza, convince uno Stormtrooper a liberarla. Insieme a Finn fugge dalla base Starkiller, non prima di un ultimo confronto con Kylo Ren che la vede in apparente superiorità, prima che una scossa sismica la separi dal suo avversario. Dopo aver recuperato le informazioni di BB-8 e R2-D2, Rey trova il pianeta dove si è autoesiliato Luke Skywalker e gli porge la sua spada laser, esortandolo in maniera silenziosa a tornare in azione.

 

Segnala altri nuovi protagonisti di Star Wars nei commenti.