Cinque ottime idee per il trucco da sera

Keira Knightley con il tipico trucco smokey eyes

Non sono mai stata particolarmente portata per il trucco. Ho sempre trovato difficile capire quali colori mi stessero bene addosso, in che quantità dosarli e in che occasione variarli, così nel tempo ho trovato una serie di soluzioni, poche ma solide, che mi hanno permesso di tirare avanti in tranquillità per molti anni, rendendomi carina senza eccessi. Andavo sul sicuro, senza rischiare, e per molto tempo mi è andato bene così.

Alla lunga, però, può venir voglia di cambiare, di osare qualcosa di nuovo. Così, qualche tempo fa ho provato a mettermi alla ricerca, cercando qualche idea che potesse fornirmi una variazione. Sapete come funziona: la vita cambia, le compagnie si evolvono, e in certe occasioni i cambiamenti interiori vuoi accompagnarli anche con qualcosa di fisico, di esteriore; vuoi che anche la tua faccia mostri che non sei più la ragazza che eri fino a un mese prima.

Documentandomi, comprando e sperimentando, sono così arrivata a individuare cinque idee che mi sembrano efficaci su diversi tipi di viso e che tra l’altro sono pure particolarmente alla moda, idee che ora vorrei proporvi; soluzioni adatte alle serate e quindi alla luce dei locali e dei lampioni, non a quella solare, alle occasioni particolari e non al tran tran quotidiano di tutti i giorni. Ecco, quindi, le mie cinque idee da provare per il trucco da sera.

 

Ciglia finte

Ne bastano poche per dare personalità all’occhio

Victoria Justice con ciglia finte, un ottimo trucco da seraPartiamo dall’alto e andiamo a scendere. Il primo tocco, a mio avviso, lo si può dare sulle ciglia, che forniscono carattere e personalità a qualunque tipo di occhio, e per questo tocco possiamo anche osare: il mio suggerimento è infatti quello di non aver paura e di provare le ciglia finte. Lo so, la proposta può spaventare, perché siamo abituati a pensare alle ciglia finte come a un orpello delle dive di mezza età o delle sciccose, e a noi ragazze semplici proprio non riusciamo a immaginarcele addosso; eppure, fidatevi, se si impara come usarle possono esaltare l’occhio senza renderlo per questo grottesco.

Il segreto, che personalmente ho appreso dai siti americani e poi sperimentato – all’inizio non senza qualche difficoltà –, è quello di applicare solo alcune ciglia finte individuali sull’angolo più esterno di ciascun occhio se si vuole dare un effetto da occhio a mandorla, oppure di metterle nel mezzo se si vuole una forma da occhio di daino. Bisogna incurvare le ciglia naturali prima di mettere le nuove, e, quando si è finito il lavoro, applicare un po’ di mascara in modo da unire e uniformare le ciglia finte con quelle vere.

Come vedete anche nella foto qui di fianco, che ritrae la modella e attrice Victoria Justice(vista in Zoey 101), se usate nel modo giusto le ciglia finte non fanno altro che esaltare la forma dell’occhio, dandogli più profondità, senza per questo risultare inutilmente artificiose.

 

Occhi metallici

Usare l’eyeliner e l’ombretto per darsi un tono glaciale

Jessica Biel e gli occhi metalliciPassiamo ora agli occhi veri e propri, sui quali è inevitabile concentrarsi per un trucco da sera, visto che nella penombra sono sicuramente le prime cose che risaltano – assieme alle labbra, di cui comunque parleremo. Un’idea che va per la maggiore ultimamente, e che secondo me si sposa bene con qualsiasi colore degli occhi, è quella di puntare sugli “occhi metallici”, cioè sull’uso di un eyeliner o ombretto dal colore nettamente freddo, con effetti argentati.

L’esempio che abbiamo scelto di riportare qui di fianco è quello di Jessica Biel, la bella attrice e moglie di Justin Timberlake: nel trucco che esibisce in questa foto, infatti, i riflessi argentei dei suoi occhi catturano perfettamente la luce, esaltandone lo sguardo. Un effetto del genere si può ottenere contornando gli occhi con un eyeliner di colore nero o marrone scuro, provvedendo poi a sbavarlo un po’ con un batuffolo di cotone; a questo punto bisogna tirar fuori il proprio ombretto di colore metallico – vanno bene vari colori freddi – e applicarlo sugli angoli interni ed eventualmente sulle palpebre.

Il rischio, in situazioni del genere, è quello di far apparire il trucco come qualcosa di poco sofisticato e un po’ dozzinale, da ragazzina delle superiori; il segreto, secondo i makeup artist, è però quello di non eccedere col colore, che va dosato al minimo, e di usare al limite un po’ di ombretto marrone dall’altra parte dell’occhio, sugli angoli esterni.

 

Smokey Eyes

L’effetto fumé, un classico sempre efficace

Keira Knightley con il tipico trucco smokey eyesDopo aver visto una proposta originale, orientiamoci ora su un classico del trucco da sera, una soluzione che non è certo una novità ma che continua a regalarci soddisfazioni: gli smokey eyes, quello che un tempo dalle nostre parti veniva chiamato “effetto fumé”, espressione che poi ha ceduto il passo al suo corrispettivo inglese.

Lo scopo di questo tipo di trucco è ancora una volta quello di esaltare gli occhi, non solo dipingendone una forma particolare ma anche concentrando tutta l’attenzione su di essi, che proprio grazie all’effetto cromatico sembrano più grandi e allungati. Prima di tutto bisogna disegnare l’occhio con matita scura, dopodiché si deve applicare un ombretto opaco, più scuro e concentrato vicino alle sopracciglia e poi a sfumare verso l’alto. È proprio questa sfumatura che fa funzionare il trucco e lo rende più efficace, più bello, più diffuso. Infine bisogna decisamente abbondare col mascara nero, mentre su tutto il resto del viso il trucco deve rimanere leggero.

Particolare attenzione, infine, bisogna dare alle labbra: con un trucco così importante sugli occhi è inutile caricare ulteriormente la parte bassa della faccia, che rischierebbe di distogliere l’attenzione dall’effetto smoky eyes che abbiamo tanto faticato a realizzare. Quindi optate per labbra naturali o rossetti nude o, ancora, lucidalabbra trasparenti.

 

Occhi pop

Colori che risaltano

Scarlett JohanssonConcludiamo la panoramica sugli occhi con un ultimo suggerimento, cioè quel trucco che i makeup artist chiamano pop eyes, cioè in grado di far risaltare gli occhi, di farli emergere (e quasi schizzare fuori) senza per forza ricorrere a chili di ombretto, ciglia finte o eyeliner elettrici. L’obiettivo è quello di usare dei colori accesi, brillanti, vitali, colori che probabilmente di giorno non avrebbe più di tanto senso usare (perché troppo chiassosi) ma che di sera, complice la notte, possono fornire un ottimo contrasto.

Le tonalità sono quelle del verde, del blu, dell’arancio, meglio ancora del viola, che ben s’intona – come si può notare anche nella foto qui di fianco, che ritrae Scarlett Johansson a una cerimonia di premiazione – con varie tonalità di pelle. Anche in questo caso, prima bisogna contornare l’occhio con una matita molto scura; poi è utile usare un ombretto color melanzana negli angoli più esterni e sotto le ciglia inferiori; a questo punto si aggiunge il colore “pop” e un po’ luccicoso, che sia viola o verde o blu, sopra alla palpebra, senza dimenticare il mascara nero.

L’effetto è elegante ma al contempo un po’ sbarazzino, soprattutto se si abbina il colore degli occhi con quello delle labbra: è infatti utile prestare attenzione a mantenersi su toni caldi anche col rossetto se si è scelto un colore caldo per gli occhi come una tonalità d’arancio, oppure su toni un po’ più freddi se si è preferito il verde o il viola.

 

Labbra rosse rossissime

Intense Lips e colori che variano dal viola al bordeaux

Emma Stone con un rossetto Wine RedConcludiamo, come avevamo promesso, con le labbra, che in genere di sera passano in secondo piano a meno che non si scelga di esaltarle con un colore molto accesso. L’ultima tendenza in fatto di trucco, infatti, sembra essere proprio quella di lasciare gli occhi struccati o giusto con un filo di mascara e puntare tutto sulla bocca, con un rossetto decisamente importante.

Come esempio qui di fianco abbiamo scelto la bella Emma Stone, che in questa foto ha dalla sua anche i capelli rossi che certo aiutano l’abbinamento col rossetto, ma in generale un colore appariscente sta bene con qualsiasi tipo di capelli, magari modulandone appena la tonalità. In questi casi è utile tracciare il bordo naturale della bocca con una matita da labbra, da usare poi per riempire l’intera area; a questo punto, con un pennello da labbra si applica un colore rosso scuro, mantenendo nel contempo molto semplice il resto del viso, usando al limite solo del fondotinta o del correttore per rendere perfetta la base: un rossetto così forte, infatti, tende a rendere più visibili le discromie nel resto del viso e quindi bisogna cercare di ottenere un effetto unitario.

Per il colore del rossetto, oltre al classico rosso, si può osare con qualche tonalità che tende al viola, al prugna, al borgogna o al bordeaux. L’effetto è in ogni caso assicurato.

 

Segnala altre ottime idee per il trucco da sera nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here