11 ottimi giochi di strategia militare per PC

Guida ai migliori giochi di strategia militare per PC a partire da StarCraft II

Se siete arrivati su questa pagina, significa che siete alla ricerca di informazioni sui giochi di strategia militare per PC. Si tratta di giochi molto appassionanti, che ormai da vari anni hanno alle loro spalle una schiera di fedeli fan. E che si sono evoluti anche moltissimo, proprio grazie agli stimoli di una comunità molto attiva.

Intanto, cerchiamo di chiarirci un po’ le idee. Per prima cosa, diciamo che esistono due tipi di videogiochi strategici. In primo luogo quelli in tempo reale (o, per dirla all’inglese, gli RTS, da Real Time Strategy). In seconda istanza, quelli strutturati a turni, in cui ogni giocatore deve aspettare che “tocchi a lui” prima di poter piazzare la sua mossa.

Questa differenziazione non deve stupire. Quello dei giochi di guerra è infatti un genere che negli anni si è molto diversificato. E ha prodotto serie famosissime come Starcraft, Warcraft, Command & Conquer, Civilization e altri.

Sì, ma – nel dettaglio – cosa sono questi videogiochi strategici? Prima di tutto dimenticate i vostri sparatutto preferiti. I giochi di strategia militare prevedono sì delle azioni di guerra, ma non vissute controllando un soldato, bensì manovrando interi eserciti.

Il concetto di strategia

Per questo viene tirato in ballo il concetto di strategia. Perché non si tratta più di muoversi di soppiatto, di nascondersi, prendere la mira, avere riflessi veloci e sangue freddo. Serve qualcos’altro.

Certo, le qualità che abbiamo elencato prima rimangono importanti, ma la cosa decisiva è riuscire a gestire le proprie forze, superare i tranelli e le difficoltà del terreno, pianificare ed eseguire. Dicono sempre che gli scacchi sono una metafora della guerra. Ecco, questi giochi sono gli scacchi spogliati della metafora.

Ora si tratta solo di elencarvi e raccontarvi i giochi di strategia militare per PC che a noi sono piaciuti di più, in modo che abbiate qualche titolo da recuperare e provare. E quindi eccoveli.

 

1. StarCraft II: Wings of Liberty

Chi l’ha detto che i sequel sono peggiori dei primi capitoli? Se questa regola è vera quasi sempre al cinema, è ben diverso infatti l’esito che si ha nei negozi di videogiochi. Se non siete convinti provate anche solo a pensare a StarCraft II: Wings of Liberty, gioco rilasciato nel 2010 per Windows e Os X come seguito del vecchio StarCraft e del suo set di espansione Brood War.

Già il primo capitolo della saga, datato 1998, era un piccolo capolavoro, ma questo seguito riesce ad arrivare forse alla vetta di tutto il genere dei giochi di strategia militare. Il merito va ai miglioramenti nel racconto, alle nuove caratteristiche e soprattutto al gameplay, ottimamente sviluppato.

Guida ai migliori giochi di strategia militare per PC a partire da StarCraft IITutti pregi che l’hanno portato a risultati esaltanti anche a livello commerciale, se è vero che ne sono state vendute tre milioni di copie in un solo mese [1]. Cifre che a suo tempo l’hanno fatto diventare il gioco più venduto del 2010.

Leggi anche: Cinque tra i migliori videogiochi del 2014

L’avventura è vissuta dal punto di vista di James Raynor. Questi è il capo di un’organizzazione ribelle – i Randagi di Raynor – che, dall’incrociatore Hyperion, cerca di contrastare il potere di Arcturus Mengsk.

Su invito di Tychus Findlay, deve infatti recuperare i manufatti dell’antico popolo dei Xel’Naga, oltre a compiere varie altre missioni (in tutto sono 26, proposte da diversi personaggi).

Il sistema delle leghe

Per un maggiore equilibrio

Da notare, infine, che gli sviluppatori hanno pensato anche a un sistema per permettere a un giocatore alle prime armi di ambientarsi, e allo stesso tempo puntare in alto. Dopo alcune partite iniziali, chiamate “di piazzamento”, si viene infatti inseriti in una lega equilibrata con le proprie capacità [2].

Poi, a seconda dell’andamento delle partite, si potrà salire di livello o scendere, tramite un sistema di promozioni o retrocessioni. In questo modo, ognuno si trova a proprio agio e ha sempre un obiettivo alla propria portata da agguantare.

 

2. XCOM: Enemy Unknown

Immaginate che gli alieni invadano la Terra. D’accordo, l’avete visto in decine di film, l’avete letto nei fumetti, avete magari pure già giocato in scenari del genere. Però immaginatelo.

E immaginate di essere chiamati a salvare il vostro pianeta, prendendo le redini di un progetto segretissimo chiamato XCOM. Un progetto che raccoglie il meglio della tecnologia, della scienza, delle armi disponibili sulla Terra.

XCOM: Enemy UnknownCome vi comportereste? In che modo agireste? Come organizzereste il vostro attacco, su quali punti vi giochereste tutto? È proprio questa l’idea che ha spinto i tipi di Firaxis Games a realizzare qualche anno fa XCOM: Enemy Unknown.

Il remake di un mito come UFO: Enemy Unknown

Un gioco che loro stessi definiscono un “remake reimmaginato” del famoso UFO: Enemy Unknown, videogioco di culto del 1994 al quale hanno forse giocato i vostri zii o i vostri fratelli maggiori. Un gioco, UFO, che nel 2007 è stato nominato da IGN il miglior gioco in assoluto per PC di tutti i tempi [3].

L'originale UFO: Enemy Unknown

Certo, era difficile confrontarsi con un titolo così apprezzato e considerato, ma in generale a noi sembra che i programmatori di Firaxis se la siano cavata bene. Il risultato è un gioco eccellente e degno a sua volta di essere considerato un classico.

 
A differenza degli RTS, XCOM è strutturato a turni in cui si devono comandare le truppe sul campo di battaglia ma anche, nelle pause tra uno scontro e l’altro, dirigere la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie. Tutto questo partendo da alieni fatti prigionieri o da armi requisite durante le azioni precedenti.

Il gioco è uscito subito per Windows, PlayStation 3 e Xbox 360, mentre qualche mese dopo è arrivato anche su OS X. Interessante, infine, è anche il fatto che più di recente è stato portato pure su iOS e Android.

XCOM 2 - PlayStation 4 -
EUR 20,41 EUR 20,56
Generalmente spedito in 24 ore
XCOM 2 - PlayStation 4 -
EUR 20,95 EUR 20,95
Generalmente spedito in 24 ore
XCOM: Enemy Unknown
EUR 11,11 EUR 16,49
Generalmente spedito in 4-5 giorni lavorativi

 

3. Total War: Shogun 2

La guerra nel Giappone del Cinquecento

Abbiamo visto finora due avventure dal carattere fantascientifico, la prima combattuta in giro per l’universo e la seconda sulla Terra ma contro alieni. La guerra però non è solo fantascienza, ma anche storia.

Lo sanno bene anche alla SEGA e in particolare alla software house The Creative Assembly. Lì, nel marzo 2011, hanno lanciato il terzo titolo che abbiamo scelto per il nostro elenco, Total War: Shogun 2.

Total War: Shogun 2Anche questo è il sequel di una serie partita nel 2000 col titolo molto simile, anche se invertito, di Shogun: Total War. Una serie ambientata nel Medioevo, nell’antica Roma, nell’epoca napoleonica e in quella dell’imperialismo.

Con questa uscita, invece, si ritorna alle origini, in maniera però rinnovata. L’ambientazione è infatti di nuovo il Giappone del XVI secolo, ma stavolta più forte è l’influenza dei giochi di ruolo, visto che i vari personaggi si sviluppano certo nello svolgimento della partita, ma acquisiscono anche dei punti esperienza.

Tra questi personaggi, inoltre, alcuni sono stati modellati su figure storiche della tradizione giapponese, come ad esempio il monaco Benkei. Segno che anche questo capitolo è stato come i precedenti ben documentato dal punto di vista storico con la consulenza, si legge nei comunicati stampa, anche di docenti universitari.

Ma al di là di tutti questi che sono comunque dettagli, per quanto importanti, il gioco è straordinario perché trova un equilibrio tra le varie anime della serie. E lo fa a volte anche semplificando tutto quell’accatastarsi di elementi che aveva reso macchinoso il gameplay in alcuni dei capitoli precedenti.

 

4. Company of Heroes

Sbarcare in Normandia e liberare la Francia

Non so se ve ne siete accorti, ma siamo partiti da giochi recenti e pian piano ci stiamo allontanando nel tempo. Una scelta che abbiamo fatto per proporvi subito i titoli che sono più facili da trovare, ma non per sminuire i classici che vi andiamo a presentare ora, in chiusura.

Il primo da cui vogliamo partire è uscito nel settembre 2006, ma da allora è rinato più volte. Si tratta di Company of Heroes, sviluppato dai tipi di Relic Entertainment.

Uno screenshot di Company of Heroes, bel gioco di strategia militare per PCIl gioco ha avuto infatti una storia editoriale piuttosto lunga. Ne sono uscite infatti due importanti estensioniOpposing Fronts nel 2007 e Tales of Valor nel 2009 – prima che ne fosse varata la versione giocabile online, ora dismessa. Anche la versione per OS X, infine, è stata rilasciata tardi, nel marzo 2012.

Leggi anche: Cinque videogiochi ambientati nella Seconda guerra mondiale

Una storia così lunga perché il gioco ha un suo valore non indifferente. Ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, è uno strategico in tempo reale in cui si assume il compito di guidare due unità americane durante lo sbarco in Normandia e la liberazione della Francia. Il tutto in un’atmosfera realistica e documentata benissimo [4].

Il gioco, manco a dirlo, è diventato subito un classico del suo genere, vendendo più di quattro milioni di copie in tutto il mondo e aggiudicandosi una sequela infinita di premi. Tra questi, il titolo di gioco dell’anno del 2006 di PC Gamer.

Nel giugno del 2013 è infine uscito Company of Heroes 2, un seguito ambientato sul fronte orientale. Il titolo è stato rilasciato dopo l’acquisizione di Relic Entertainment da parte di Sega [5]. Nonostante un buon lavoro a livello di gameplay, il sequel è stato però criticato – a differenza del primo – soprattutto a causa di alcuni errori storici.

 

5. Age of Empires II: The Age of Kings

Il classico degli strategici in tempo reale

Per l’ultimo punto della nostra cinquina spostiamoci addirittura al 1999, quasi vent’anni fa, in un’era che oggi pare archeologica per la grande evoluzione che il mondo dei videogiochi ha vissuto in questi lustri.

Eppure in quell’anno Microsoft pubblicò, per Windows e Mac OS (pensate: non era ancora uscito OS X!), un gioco sviluppato dagli Ensemble Studios che fece epoca. Si intitolava Age of Empires II: The Age of Kings.

Lo storico Age of Empires II

La serie di Age of Empires era partita un paio d’anni prima e subito si era imposta come una delle più importanti nell’ambiente RTS. Lo scopo era far progredire un’intera civiltà dall’età della pietra fino a tutta l’età classica.

Il secondo capitolo, che tra l’altro è stato poi portato su PlayStation 2 e riprodotto in HD, si spostava nell’epoca medievale. Lo scopo da raggiungere diventava quello – al di là dell’eliminazione del nemico – di costruire una delle meraviglie del mondo o di conquistare tutte le reliquie presenti.

La grafica, considerando i tempi in cui il titolo fu prodotto, era in 2D, ma nonostante questo riusciva ad essere realistica e a rendere appassionante il gioco. Era inoltre molto interessante la possibilità di inventare nuovi scenari tramite degli script, scenari che sono diffusissimi ancora oggi sul web [6].

Le civiltà con le quali si poteva interagire erano tredici: britannici, bizantini, celti, goti, teutoni, franchi, mongoli, cinesi, giapponesi, persiani, saraceni, turchi e vichinghi. Ad ognuna era associata una meraviglia, come la Cattedrale di Aquisgrana, quella di Notre-Dame di Reims, la Basilica di Santa Sofia o il Mausoleo di Teodorico.

 

Altri 6 giochi di strategia militare per PC, oltre ai 5 già segnalati

Abbiamo parlato ampiamente di cinque giochi, ma ne abbiamo citati anche molti altri, man mano che presentavamo quei titoli. Ora vale la pena, quindi, di allungare un po’ il nostro elenco con altri 6 videogiochi per PC che potrebbero rappresentare delle valide alternative.

 

Crusader Kings II

Videogioco strategico in tempo reale, Crusader Kings II è stato lanciato nel 2012 per Windows, anche se pochi mesi dopo è stato portato anche su Mac e Linux. Il titolo rende già piuttosto chiara l’ambientazione: siamo infatti al tempo delle crociate.

Nella versione base del gioco si può controllare una dinastia medievale in un periodo compreso tra la Battaglia di Hastings (1066) e la caduta di Costantinopoli (1453). Ovviamente per mantenere il potere bisogna combattere, ma il gioco prevede anche molti scenari diversi.

Crusader Kings II
Ad esempio bisogna combinare matrimoni, assassinii, intrighi di corte e tutto quello che serve per allargare i confini dei propri domini e rafforzare la dinastia. Espansioni del gioco, inoltre, hanno cominciato ad uscire già nel 2012 e continuano ad essere pubblicate ancora oggi.

XCOM 2

Abbiamo già parlato di XCOM: Enemy Unknown, uno dei giochi secondo noi più belli in questo genere. Ma bello è anche il suo sequel, XCOM 2, uscito nel 2016 sia per Windows che per le console PlayStation 4 e Xbox One.

In questo capitolo – ambientato qualche anno più avanti – gli alieni hanno invaso ed assoggettato la Terra. Non contenti, stanno anche lavorando ad un progetto per la manipolazione genetica degli esseri umani. Lo scopo del gioco è proprio quello di intralciare questo programma, causando in questo modo anche dei grossi problemi al governo.

XCOM 2
Il videogioco è molto profondo e intrigante, oltre che piuttosto complesso e difficile. Nominato per numerosi premi messi in palio dalle migliori riviste del settore, è stato sviluppato dall’americana Firaxis e sfrutta la versione 3.5 dell’Unreal Engine.

 

Warhammer 40.000: Dawn of War

Warhammer 40.000: Dawn of War è stato lanciato nel 2004, esclusivamente per Windows, ma si è espanso nel corso degli anni. Si tratta di uno strategico in tempo reale a cui si può giocare in diverse modalità: seguendo una serie di missioni prestabilite oppure anche online, scegliendo via via le truppe da utilizzare.

Ispirato al gioco da tavolo – anzi, per la precisione al gioco di miniatureWarhammer 40.000, Dawn of War ne riprende la storia e l’ambientazione, con alcune particolarità. Ad esempio, il sistema di combattimento è a squadre e l’attacco corpo a corpo è più realistico della media del settore.

Warhammer 40.000: Dawn of War
Di stampo fantascientifico, il gioco è stato sviluppato da Relic Entertainment e ha avuto diversi sequel interessanti. Il primo, Dawn of War II, è stato lanciato nel 2009 mentre il secondo, Dawn of War III, è datato 2017. Nel mondo, le vendite del gioco (per quanto riguarda tutta la serie) sono nell’ordine delle decine di milioni.

Total War: Warhammer II

Abbiamo già parlato, nelle parti “alte” della nostra lista, della serie Total War, una di quelle di maggior successo nel campo dei giochi di strategia militare. Ambientati in diverse epoche, questi giochi escono ininterrottamente dai primi anni Duemila e non smettono di appassionare.

Total War: Warhammer II è uno dei titoli più recenti, datato 2017. Ambientato nel mondo di Warhammer – lo stesso che abbiamo appena visto in Warhammer 40.000: Dawn of War –, è il sequel di Total War: Warhammer, uscito invece nel 2016.

Total War: Warhammer II
La campagna strategica è qui gestita a turni mentre le battaglie sono in tempo reale. L’obiettivo, in questo caso, è quello di prendere il controllo del Grande Vortice che si trova al centro del continente di Ulthuan, occupando particolari insediamenti e svolgendo alcune specifiche missioni.

 

Company of Heroes 2: Ardennes Assault

Company of Heroes 2 è stato realizzato anch’esso da Relic Entertainment e pubblicato su tutti i principali sistemi operativi (Windows, Os X e Linux) tra il 2013 e il 2015. Lanciato come il sequel di Company of Heroes, che era uscito però diversi anni prima, si concentra sulla Seconda guerra mondiale.

In questo caso, il campo di battaglia è il fronte orientale, mantenendo il controllo dell’Armata Rossa. Noi però vi consigliamo in particolare l’espansione Ardennes Assault, che sfruttando lo stesso motore – l’Essence 3.0 –, si sposta su un episodio particolare del fronte occidentale, l’offensiva delle Ardenne.

Company of Heroes 2: Ardennes Assault
Uscita alla fine del 2014, quest’espansione ha convinto subito sia la critica che il pubblico, tanto da meritare recensioni entusiastiche. Altre estensioni realizzate nello stesso periodo sono state poi The Western Front Armies e The British Forces.

Supreme Commander: Forged Alliance

Nel suo genere, Supreme Commander è un piccolo classico. Lanciato nel 2007 per Windows (e l’anno dopo per Xbox 360), è stato realizzato da THQ e Gas Powered Games, con un’ambientazione completamente futuristica. Ambientato nel XXVII secolo, il gioco infatti esplora le vicende di una fantomatica Guerra Infinita.

Utilizzando un mech, gigante robot chiamato Unità di Comando Corazzata, l’utente deve cercare di costruire una base e poi rafforzarla, incrementandone la tecnologia, fino a quando non sia in grado di affrontare i nemici ed espandersi.

Supreme Commander: Forged Alliance
Nonostante anche il gioco-base sia molto interessante, noi vi suggeriamo la versione Supreme Commander: Forged Alliance, un’espansione stand-alone in cui si aggiunge una quarta civiltà con cui interagire e in cui ci sono molte unità inedite da poter utilizzare.

 

 

Note e approfondimenti

[1] Ma i record non si fermano qui. Si parla addirittura di un milione e mezzo di copie piazzate nelle prime 48 ore dalla messa in vendita.
[2] Qui trovate uno schema dei vari livelli.
[3] The Top 25 PC Games of All Time: #1-5.
[4] Qui trovate un bel riassunto di tutto il “making of”.
[5] Sega Buys Relic Entertainment for 26.6 Million.
[6] Se siete interessati, qui trovate una guida allo scripting.

 

Segnala altri ottimi giochi di strategia militare per PC nei commenti.