Se accendete, oggi, un qualsiasi canale televisivo destinato esclusivamente ai bambini – sia del digitale terrestre che di Sky – avete buonissime possibilità di imbattervi in un programma educativo, che intrattiene i bambini ma cerca allo stesso tempo di insegnar loro qualcosa: così, solo per citare quelli più recenti, abbiamo il Team Umizoomi che insegna la matematica, Dora l’esploratrice che insegna l’inglese, Daniel Tiger che insiste sulle buone maniere, Max & Ruby sui modi di giocare, La casa di Topolino sul contare ed altre attività simili.

Un tempo tutto questo non era neppure immaginabile: i programmi per bambini in età prescolare erano pochissimi e non avevano generalmente finalità educative. A cambiare tutto è stato, probabilmente, Sesame Street (o, come è stato presentato in Italia, Apriti Sesamo), programma lanciato nel 1969 da Jim Henson e ancora oggi trasmesso negli Stati Uniti; un programma basato sui Muppet.

Creati nel 1954 e poi sviluppati appunto all’interno di Sesame Street e del Muppet Show (in onda a sua volta tra il 1976 e il 1981), questi pupazzi sono diventati famosissimi in America, comparendo già negli anni ’70 in film campioni di incassi, mentre in Italia hanno avuto una popolarità abbastanza limitata, complice da un lato la difficoltà di adattare un programma con un umorismo tipicamente anglosassone, e dall’altro il fatto che quegli show televisivi, in quegli anni, erano fin troppo innovativi se paragonati alla produzione italiana per bambini.

Oggi però la popolarità dei Muppet nel nostro paese pare pronta a decollare nuovamente. La Disney, che ha acquisito parte dei personaggi dagli eredi di Hanson (in pratica i pupazzi del Muppet Show, mentre quelli di Sesame Street sono indipendenti), ha infatti prodotto già due film (I Muppet e Muppets 2 – Ricercati), oltre a una nuova serie TV appena partita sulla ABC e pronta a debuttare presto anche in Italia, su Sky. Ma quali sono i pupazzi di Jim Henson più famosi?

 

Kermit la rana

Non è facile essere verdi

Kermit la rana, il Muppet più celebre nel mondoIl capobanda, il direttore, il presentatore del gruppo è indubbiamente Kermit la rana, il Muppet più famoso. Creato da Henson – che lo avrebbe manovrato fino alla morte – già a metà degli anni ’50 per comparire all’interno dello show Sam and Friends, è comparso in tutti i film e le serie TV del franchise, anche in Sesame Street, dove è anzi stato presenza fissa dal 1969 al 1990, quando la ristrutturazione aziendale ha separato nettamente i personaggi per la prima infanzia (di cui parleremo negli ultimi due punti del nostro articolo) da quelli che invece avevano le potenzialità per parlare anche agli adulti.

Fidanzato di Miss Piggy (con la quale arriva perfino a sposarsi in I Muppets alla conquista di Broadway del 1984), ha un carattere gioviale ma a volte anche malinconico, che esprime anche attraverso le canzoni. La più celebre è It’s Not Easy Bein’ Green, brano in cui si lamentava del proprio colore, eseguito per la prima volta nel 1970 ma entrato immediatamente nella cultura popolare americana, tanto è vero che è stato inciso anche da Frank Sinatra, Van Morrison, Diana Ross, Ray Charles, Tony Bennett e molti altri, ed è diventato addirittura un modo di dire proverbiale.

The Muppets - La rana Kermit
EUR 18,72 EUR 18,72
Generalmente spedito in 24 ore
The Muppets Kermit 50cm Soft
EUR 17,57 EUR 17,57
Generalmente spedito in 24 ore
The Muppets Kermit the frog
EUR 26,90 EUR 26,90
Generalmente spedito in 24 ore

 

Miss Piggy

La diva dello show animata da Frank Oz

La fascinosa Miss Piggy«Bella maialina» è una frase che viene spesso rivolta a Miss Piggy, il principale personaggio femminile dei Muppet, che ben rappresenta il tipo di comicità che Henson e i suoi collaboratori erano incredibilmente riusciti a mettere in piedi negli anni ’70 e ’80: una comicità che poteva far ridere i bambini senza suscitare in loro alcuna malizia, ma che allo stesso tempo ammiccava agli adulti, in questo caso con un vaghissimo riferimento sessuale ma in molti altri casi col gusto per il paradosso e il non-sense.

Piggy è l’emblema della donna di successo della TV americana: convinta di essere una grande show-girl, di poter far cadere qualsiasi uomo ai suoi piedi, è innamorata di Kermit, che soffoca spesso di baci, ma sa essere anche molto violenta quando le vengono i “5 minuti”. Creata nel 1974 in una forma ancora abbastanza diversa da quella attuale, ha avuto un ruolo di primo piano due anni più tardi, quando è stato lanciato il Muppet Show di cui era una delle protagoniste. Ad animarla e a darle la voce, almeno fino al 2001, è stato Frank Oz, noto per aver poi messo l’esperienza maturata coi Muppet a disposizione di George Lucas, animando e dando la voce a Yoda in Star Wars; ma Oz vanta anche una carriera da attore (è comparso in The Blues Brothers, Un lupo mannaro americano a Londra, Una poltrona per due e altre pellicole) e soprattutto da regista (La piccola bottega degli orrori, Due figli di…, In & Out).

 

Gonzo

L’artista dello stunt

Gonzo, uno dei Muppet più paradossaliI personaggi del Muppet Show e dei recenti film prodotti dalla Disney sarebbero ancora molti, ma non c’è spazio per approfondirli tutti. Tra gli esclusi eccellenti, ci pare il caso di citare Fozzie, il dr. Denti e gli Electric Mayhem, il dr. Bunsen Honeydew, Beaker, Scooter, Rowlf ed altri ancora. Tra tutti ci pare però meriti qualche parola in più Gonzo il Grande, una sorta di stuntman un po’ pazzo che si getta sempre da qualsiasi cosa sia in movimento, convinto di essere un grande artista. Animato in originale da Dave Goelz, che lo creò assieme a Henson, ha esordito nel 1971 in uno dei primi special televisivi natalizi.

Molto si è discusso, tra gli appassionati, per cercare di individuare che cosa Gonzo rappresenti. In origine, infatti, quasi tutti i personaggi dei Muppet erano riconducibili ad un animale o a una tipologia di essere umano, ovviamente reso più grottesco dalla marionetta; per Gonzo si è ipotizzato che si trattasse di uno strano pollo blu (anche perché ha un debole per le galline), ma in realtà nel film I Muppets venuti dallo spazio del 1999 viene rivelato che il personaggio ha un’origine addirittura extraterrestre.

 

Bert ed Ernie

I due amici così diversi ma così uniti

Bert ed Ernie in una scena in esternoGli ultimi due posti della nostra cinquina li abbiamo riservati a personaggi di Apriti Sesamo, lo show per bambini che si è intravisto anche in Italia – seppure a singhiozzo e in maniera molto incompleta – ma che continua a fare furore in molti paesi del mondo, forte del suo stile inconfondibile. Partiamo subito con una coppia, quella formata da Bert ed Ernie, che fu creata proprio per comparire in Sesame Street (di cui divennero rapidamente i conduttori) e che però occasionalmente è anche comparsa negli altri show di Henson. L’idea di partenza era quella di costruire due personaggi tra loro molto diversi, per dimostrare ai bambini che si poteva essere buoni amici anche avendo caratteri differenti.

Per ottenere questo scopo, la leggenda vuole che Henson si sia ispirato al rapporto che aveva con Frank Oz, il suo principale collaboratore. Infatti Jim Henson e Frank Oz divennero subito gli animatori dei due personaggi, impegno che portarono avanti ininterrottamente fino alla morte del primo. Oggi i due amici – il gioviale Ernie e il più rigido Bert – vengono animati da Steve Whitmire (che ha ereditato da Henson anche Kermit) e Eric Jacobson (che dà vita anche a Miss Piggy e al fantastico Grover, forse il più assurdo tra tutti i personaggi della serie).

 

Elmo

Il piccolo Muppet che parla di sé in terza persona

Il rosso Elmo, diventato negli ultimi anni il più popolare tra i Muppet di Sesame StreetL’ultimo posto della nostra cinquina è stato a lungo combattuto tra Grover – il mostriciattolo blu dalla voce terrificante – e Elmo, ma alla fine l’ha spuntata quest’ultimo, se non altro perché amatissimo dai bambini e ormai diventato una sorta di simbolo di tutta la serie di Apriti Sesamo. Creato piuttosto tardi, nel 1984 (nonostante il suo pupazzo comparisse già da qualche tempo, anche se senza nome né personalità), rappresenta un Muppet bambino, dell’età di 3 anni e mezzo, ed è quindi usato dagli autori da un lato per favorire l’immedesimazione dei bambini che guardano lo show, dall’altro per permettere agli altri personaggi di dare al piccolo Elmo delle lezioni di vita e di comportamento che sono in realtà dirette al pubblico.


Leggi anche: Cinque belle ninne nanne per neonati

Animato e doppiato per molti anni da Kevin Clash (mentre ora il compito è affidato a Ryan Dillon), compare in numerosissime gag e tiene una rubrica fissa alla fine delle puntate di Apriti Sesamo, chiamata prima Il mondo di Elmo e ora Elmo the Musical. L’aspetto più caratteristico del personaggio è che parla di se stesso in terza persona, oltre ovviamente ad esibire una voce in falsetto dovuta alla tenera età. Spesso viene fatto duettare con vari ospiti reali, come, tra i tanti, Andrea Bocelli, Bruno Mars, Usher, Will.i.am, Adam Sandler, Ricky Gervais, Norah Jones, Jason Mraz, Feist, Katy Perry, Elvis Costello, Sheryl Crow, Alicia Keys e molti altri.

 

Segnala altri personaggi dei Muppet nei commenti.