Ricordate Steve Urkel, il protagonista di Otto sotto un tetto? Quel ragazzino di colore impacciato, con gli occhiali quasi più grandi di lui, che portava sempre pantaloni troppo corti sorretti da un paio di improbabili bretelle? Era interpretato da Jaleel White e, dopo una fugace apparizione nel dodicesimo episodio della prima stagione, conquistò subito il cuore del pubblico diventando un personaggio stabile dello show e soppiantando nel giro di poco tempo tutti gli altri protagonisti. Di quel personaggio, probabilmente, avete riso a lungo, divertendovi delle sue idiozie. Ma avete mai pensato che forse voi stessi siete lo Steve Urkel di qualcun altro? Magari della vostra stessa compagnia? Ecco cinque indizi che dovrebbero aiutarvi a capire se le cose stanno davvero così.

 

Tutti vi invitano ad andare al cinema, ma a vedere un film diverso dal loro

Il difficile rapporto tra Steve Urkel e Carl Winslow

 

Dopo un po’ di tempo con i fighi del gruppo, non siete voi a diventare fighi ma loro a diventare sfigati

Quando Jaleel White comparve in Gli amici di papà

 

Quella volta che avete detto di voler appendere un quadro in camera, vostro padre vi ha chiesto di aspettare e lasciargli il tempo di stipulare una polizza sulla casa, così avreste fatto fortuna

Alle prese coi lavori di falegnameria

 

C’è una sola persona a cui piacete, ed è stramba perfino più di voi

L’insana infatuazione della bella Myra per l’eccentrico Steve

Family Matters – Dueling Accordions

 

Pensavate di ballare come John Travolta ai tempi d’oro, invece i vostri passi sono diventati la base del nuovo ballo di gruppo di Claudio Cecchetto

«Do the Urkel dance!»

 

Segnala altre prove di essere lo Steve Urkel della compagnia nei commenti.