Nonostante la mia indole molto rock, non ho mai nascosto di avere una piccola grande perversione cinematografica: i film sul ballo. Vabbè, insomma, ognuno ha la sua croce. Il mio fidanzato, però, è fortunato perché, rendendomi conto che è una patologia solo mia, non lo costringo né ad accompagnarmi al cinema, né a guardarli insieme. Forse è una patologia ancora più agghiacciante: me li guardo in assoluta solitudine!

Comunque, non so dirvi perché, ma i film sulla danza mi piacciono tantissimo e questo mi ha portato, negli anni, a vederne molti (complice anche Sky che nei pomeriggi estivi ne trasmetteva a iosa). Quindi posso dire di avere una discreta cultura in materia che, lo riconosco, è assolutamente inutile nella vita pratica e sociale, perché se dici che ti piacciono i film sulla danza, normalmente vieni presa per una pazza. Nel mio caso è effettivamente una cosa inspiegabile, ma è così, e ormai sono orgogliosa della discreta cultura cinematografica del genere.

Cinque film con ballerini veri

Tra i tanti che ho visto, ne ho scelti cinque e ho deciso di condividerli con voi. Alcuni sono davvero strepitosi, altri non sono un granché dal punto di vista della recitazione, ma, in quei casi, quelli che recitano sono ballerini veri e si possono perdonare.

Anche se si spera nel miglioramento del tempo, tutto sommato qualche serata di pioggia in questi mesi è prevedibile e quindi, se non avete nulla di meglio da fare, io vi consiglio questi cinque film sul ballo da cui ho volutamente escluso Dirty Dancing, Footloose e Flashdance, che di certo conoscete tutti (se non fosse così, correte a vederli).


Leggi anche: Cinque indimenticabili colonne sonore di film degli anni ’90

 

A Time for Dancing

Un classico

A Time for DancingUn avvertimento: preparate i fazzoletti. A Time for Dancing è infatti una struggente storia di amore, amicizia e passione per la danza che ha per protagoniste Sam e Jules, due ragazze amiche per la pelle che si troveranno a fare i conti con un dramma più grande di loro. La lacrimuccia è quasi assicurata.

Ricordo che vidi questo film al cinema, un cinema che oggi nella mia città non c’è più da moltissimi anni. È fatto bene, la trama c’è (che per un film di danza non è cosa da poco), gli attori sono bravi, coreografie e colonna sonora meritano.

Qualcuno di certo conosce Dancing, canzone della cantautrice friulana Elisa. Bene, proprio Dancing fa parte della colonna sonora di questo film e, andando a vedere il testo, in effetti, sembra essere stata scritta apposta. Commovente e bello, merita di essere visto almeno una volta.

 

Ballare per un sogno

Invidie e bugie, ma a lieto fine

Ballare per un sognoCome l’80% dei film sulla danza, anche Ballare per un sogno comincia con un provino per entrare in un’importante accademia. In questo caso siamo alla School of Music and Dance di Chicago dove Lauryn, arrivata da una cittadina dell’Indiana in cui lavora con il fratello nell’officina di famiglia, sostiene l’esame della vita.

Le cose non vanno per nulla bene e i suoi sogni si infrangono subito. Ma ammettere la sconfitta non è facile, come non lo è dare ragione al fratello che per anni ha provato a dissuaderla. Quindi mente, dicendo di essere entrata, ed in realtà lavora in uno strip-club burlesque.

Ben presto riuscirà a far notare le sue doti artistiche e troverà l’amore, nonostante le invidie di qualche collega. Ma l’arrivo improvviso del fratello romperà le uova nel paniere. Coreografie molto molto belle, attori discreti e colonna sonora piacevole. Leggero, ma consigliatissimo.

 

Billy Elliot

La lotta contro i pregiudizi

Billy Elliot, un film sorprendente e molto amatoNon ci sono ragazze che sognano di calcare luminosi palcoscenici in Billy Elliot, né amori tormentati. Qui c’è Billy, un bambino figlio di un minatore, che scopre la passione per la danza classica. Una passione nata per caso, osservando le bambine che danzano nella palestra in cui Billy è stato inviato dal padre a prendere lezioni di boxe.

Ma il virile sport non fa per lui e ben presto il piccolo comincia ad unirsi alle lezioni di ballo, tra bugie e crisi familiari, fino alla drammatica scoperta del suo hobby da parte del padre. Un film potente, il cui teatro è l’Inghilterra dei minatori, tra scioperi e difficoltà economiche, tra pregiudizi e violenza.

Un bambino solo contro il muro dello stereotipo che cerca la propria strada e scopre se stesso alla sbarra. Una pellicola veramente molto bella in cui gli attori (questa volta sono davvero attori) sono strepitosi, la colonna sonora merita davvero e la storia è ben concepita.

 

Ti va di ballare?

Prima che Banderas incontrasse Rosita

Ti va di ballare?, film di danza che mette al centro Antonio BanderasRagazzi difficili e un ballerino di sala che entrano in sintonia tra mille problemi e colpi di scena. Ecco, probabilmente in estrema sintesi, e senza rendere giustizia alla pellicola, questa potrebbe essere la trama di Ti va di ballare?


Leggi anche: Cinque tra le canzoni più sensuali di sempre

La trama, dunque, sostanzialmente, è questa: Pierre Dulaine è un ballerino che insegna ad un gruppo di ragazzi che hanno avuto problemi con la giustizia a ballare. Il suo, ovviamente, è un ballo classico da sala, mentre i ragazzi arrivano da gang e amano l’hip hop. Bene, tra mille difficoltà i ragazzi si aprono e scoprono l’amore per il ballo che, però, fanno loro unendolo al moderno hip hop e creando un genere tutto nuovo.

Di mezzo c’è anche una gara molto prestigiosa in cui i giovani dimostreranno quanto valgono e quanto sono devoti e riconoscenti a quell’insegnante che ha creduto in loro. Banderas, qui, non era ancora entrato nel Mulino ed era ancora un sex simbol. Coreografie ricercate, trama concreta e analisi dei problemi dei giovani americani. Una pellicola molto molto bella.

 

Burlesque

Piume e sensualità per il ritorno di Cher sul grande schermo

Burlesque, film con un cast di primo livello per quanto riguarda la musica e la danzaRicordo che quando vidi questo film rimasi incollata alla TV per tutta la durata, senza alzarmi nemmeno per andare a bere un bicchier d’acqua. Se è vero che Burlesque non è un tradizionale film sulla danza, ma ha i connotati del musical, è vero anche che in questa cinquina non potevo non metterlo.

Cast stellare: Cher, Christina Aguilera, Stanley Tucci, Cam Gigandet, Alan Cumming, Kristen Bell, Eric Dane e Julianne Hough. La storia è carina (seppur nei suoi tratti essenziali già sentita): Ali è una ragazza con una voce angelica che molla tutto e parte in cerca di fortuna. Inizia a lavorare come cameriera al Burlesque Lounge di Los Angeles dove un po’ alla volta viene presa sotto l’ala protettrice di Tess, la strepitosa Cher, appunto.

Pian piano comincia a mostrare le sue doti e a guadagnare la ribalta tra invidie, amore, amicizia e difficoltà economiche. Inutile dire che le coreografie, le scenografie, la colonna sonora e la fotografia sono spettacolari. Un film che tiene davvero incollati allo schermo e che regala due ore di energia pura.

 

Segnala altri recenti film sulla danza classica e moderna nei commenti.