Cinque siti per scaricare musica gratis legalmente

Album pronti per lo scaricamento su NoiseTrade

Prima ci fu Napster, poi arrivò eMule, infine fu l’ora dei torrent: sono ormai quindici anni abbondanti che l’industria musicale ha visto rivoluzionato il modo in cui gli appassionati ascoltano i loro prodotti, un modo che hanno cercato in tutti i modi di bloccare, perseguire penalmente, attaccare.

Oggi, forse, il percorso è ad una svolta. Sono ormai sempre più comuni i servizi che offrono infatti musica in abbonamento, come Spotify, e per quanto la discussione sia aperta e vivace su quanto questi sistemi possano essere effettivamente remunerativi per gli artisti, la strada sembra in qualche modo già segnata.

Non è però tutto ora quel che luccica, e per alcuni pregi che sembrano risolverci magicamente la vita (rimanendo anche entro i limiti della legalità) vi sono anche altrettanti difetti. Il principale, ad esempio, è che questi servizi offrono musica sempre e solo in streaming, consumando quindi parte del vostro traffico dati (un elemento da tenere in considerazione quando si è in mobilità); ma poi ci sono da considerare anche i costi dell’abbonamento, che non sempre un giovane studente è disposto a sobbarcarsi.

In nostro soccorso arrivano però dei siti perfettamente legali che permettono di scaricare musica gratuitamente: scopriamo insieme i principali.


Leggi anche: Cinque tra gli algoritmi più famosi usati sul web

 

Amazon

Un catalogo di 20mila belle canzoni da scaricare, ma solo se si è americani

Paradossalmente, il primo sito della nostra cinquina (ordinata, lo diciamo subito, in ordine alfabetico) è quello del maggior negozio presente sul web: Amazon. Jeff Bezos e soci, infatti, sembrano aver capito ormai da tempo che il miglior modo per vendere online è sicuramente prestare una grande attenzione al cliente, ma anche offrire un sistema di sconti così ardito da portare – come nel caso della musica – a rendere disponibili anche parecchi contenuti in maniera gratuita.

Ventimila canzoni, ma sullo store internazionale

Per scoprire l’elenco dei file mp3 che si possono scaricare senza pagare un euro, è meglio stare lontani dalla versione italiana dello store – dove le offerte in questo campo si contano sulle dita di una mano – e spostarsi piuttosto sulla versione internazionale: a questo indirizzo ci si ritrova catapultati in un lungo elenco di file (al momento in cui scriviamo sono circa 20mila canzoni) disponibili per il download.

Il fatto più interessante è che non si tratta solo di canzoni di esordienti: ci si trovano le arie di Luciano Pavarotti come i pezzi indie dei Metric, i brani di She & Him come quelli di Blondie, più tutta una serie di altri giovani artisti tutti da scoprire. C’è però un difetto: per poter scaricare la musica dal sito americano bisogna avere un indirizzo di fatturazione americano (come fino a qualche tempo fa accadeva per lo stesso Spotify). Ma se avete un amico negli USA a cui appoggiarvi (cosa ormai relativamente comune, visto quanti giovani italiani si trasferiscono all’estero) – o avete già un indirizzo del genere, magari creato in passato per altri servizi – potete facilmente aggirare questo ostacolo.

 

Free Music Archive

Scaricare musica gratis in maniera semplice e selezionata

Molto più semplice, e completamente privo di limitazioni legate alla residenza, è invece il discorso su Free Music Archive, sito web che offre attualmente un catalogo di più di 60mila brani musicali, spesso rilasciati tramite una licenza Creative Commons. Fondato dalla WMFU, una sorta di radio libera americana, il sito è portato avanti anche grazie alla collaborazione di alcuni “curatori” (come KEXP, dublab, KBOO, ISSUE Project Room e CASH Music) e offre quotidianamente ai suoi lettori nuovi file da scaricare e scoprire.

«Non è solo musica gratis, è anche buona musica»

Il motto è It’s not just free music; it’s good music e sta a sottolineare come i file siano sì prodotti da musicisti emergenti o poco noti, ma siano scelti uno ad uno dai curatori. Certo, mancano i grandi nomi che di tanto in tanto si possono trovare su altri servizi, ma il punto di forza è proprio la capacità di scoprire e proporre delle promesse interessanti, che hanno voglia di farsi conoscere e di offrire le loro canzoni al grande pubblico.

Interessanti, infine, anche le pagine “sociali” del sito: sia l’account Twitter che quello su Facebook offrono, oltre a news dal mondo della musica e dal sito, ogni giorno il link alla #SongOfTheDay, cioè un brano segnalato da scaricare e ascoltare.

 

Jamendo

Una radio per scaricare nuovi pezzi, anche di musica classica

Forse il principale – per varietà dell’offerta ed accuratezza delle licenze – tra i servizi che presentiamo oggi è quello fornito da Jamendo, un portale lussemburghese che dal 2005 offre canzoni gratuite rilasciate tramite la licenza Creative Commons o la Licenza Arte Libera.

Anche in formato Ogg via torrent

Al momento in cui scriviamo nel catalogo del sito web sono presenti quasi mezzo milione di brani, che sono stati scaricati 240 milioni di volte; il download può avvenire direttamente dal sito nel caso di un file mp3, o via torrent se si desidera una file a maggiore qualità (Ogg). In ogni caso, l’offerta è molto ampia, sia per generi che per provenienza degli album: si va dal jazz alla musica classica, dal pop all’elettronica, dall’hip hop al metal.

Si tratta, ovviamente anche in questo caso, di band emergenti, ma alcuni servizi messi in piedi da Jamendo permettono di navigare agilmente tra le proposte, trovando in maniera rapida dei gruppi da tenere sotto osservazione: oltre alle classiche classifiche dei brani più ascoltati, infatti, e alle interessanti applicazioni per smartphone (sia per iPhone che per Android e per Windows, rigorosamente gratuite), sono disponibili delle vere e proprie radio catalogate per genere, che ci permettono di saltare da un autore all’altro.

 

NoiseTrade

Gratis o lasciando una mancia

Più o meno sulla stessa filosofia dei precedenti è basato anche NoiseTrade, sito carino anche nell’approccio grafico che offre una discreta quantità di album di band emergenti, ordinati per generi, classifiche e vari altri modi che permettono di trovare dei suggerimenti validi. La cosa più interessante, qui, è che ogni band è presentata anche in base alla similitudine con artisti famosi: così, ad esempio, nella pagina di ogni gruppo si trova la dicitura “For fans of”, che vi permette di trovare artisti simili a quelli che già amate.

L’unico obbligo è iscriversi alla newsletter

Per scaricare gli album, bisogna prima di tutto connettersi al sito, o registrando un account apposito o sfruttando il login di Facebook; dopodiché basterà fornire un codice postale (vanno benissimo anche quelli italiani) e accettare che il sito possa inviarvi delle mail (da cui comunque potete disiscrivervi in ogni momento) affinché il download parta immediatamente. Tutti i file sono in formato mp3. Inoltre, dopo ogni scaricamento viene anche offerta la possibilità di dare una “mancia” al gruppo, a propria discrezione: un modo come un altro per remunerare quelle band che vi sono piaciute.

Inoltre, il sito offre anche libri ed audiolibri – solo in lingua inglese – disponibili secondo lo stesso principio: li si scarica gratis (in formato mobi, per Kindle, o epub, per tutti gli altri lettori) e poi si decide se dare una mancia oppure no.

 

PureVolume

Il sito che ha aiutato molte band a decollare

Concludiamo con PureVolume, portale tra i più vecchi del settore, fondato ancora una quindicina di anni fa da un gruppo di studenti dell’Università del Massachusetts; anche qui lo scopo primario è promuovere e aiutare a far scoprire delle band emergenti, che lottano per guadagnare un po’ di visibilità; mescolando news dal mondo della musica mainstream e download legali di brani mp3, il sito ha guadagnato un certo spazio sulla scena indie, tanto da venire acquistato nel 2010 da SpinMedia, già editore di Buzznet, Spin, Vibe e altri siti di successo.

Come è organizzata la musica

Gli artisti presenti nel database possono essere filtrati in base alla loro nazionalità e anche alla città di provenienza (solo dell’area di Milano ce ne sono circa 300), oltre che ovviamente per genere musicale; inoltre sono presenti come al solito classifiche sia dei brani più scaricati che di quelli più apprezzati che aiutano il neofita ad orientarsi e a scaricare fin da subito qualche canzone di buona se non ottima fattura.

Presentando interi album come anche brani singoli – sempre in formato mp3 –, il sito dà ampio spazio a un gran numero di band, cosa che soprattutto in passato ha aiutato molte di loro a firmare perfino un contratto discografico o comunque a farsi notare. Per queste pagine sono infatti passati gruppi del calibro di Paramore, Boys Like Girls, Fall Out Boy, My Chemical Romance, Panic! At the Disco e altri.

 

Segnala altri siti per scaricare musica gratis legalmente nei commenti.