Cinque tatuaggi piccoli e belli

Cinque suggerimenti per tatuaggi piccoli e poco vistosi, ma belli

Il mondo si divide in tre: chi odia i tatuaggi e ovviamente non ne ha; chi ha un tatuaggio e ovviamente li ama; chi non ha un tatuaggio ma vorrebbe averlo, anche se si trova bloccato da chi li odia. Se siete stati adolescenti, sapete che spesso a queste tre categorie possono appartenere rispettivamente i genitori (anche se ormai non è raro trovarne tra gli amanti dei tatuaggi), il ragazzo che vi piace e voi, che vorreste unirvi alla categoria ma non potete.

Un compromesso tra volere e potere

Spesso, davanti a situazioni del genere, si può trovare una via di fuga in un compromesso. Come ad esempio strappare ai propri genitori un sì per un tatuaggio piccolo, poco appariscente. Non sarà bello e vistoso come quello che desideravate, ma è pur sempre qualcosa. Anche perché, a ben guardare, esistono tatuaggi piccoli e raffinati che possono fare una figura migliore di quelli grandi. L’importante è scegliere dove farseli e su quale disegno puntare.

Oggi ve ne proponiamo cinque che a nostro modo di vedere sono molto belli e si potrebbero adattare bene alle vostre esigenze. Se poi voi avete qualche altra idea, suggeritela pure nei commenti.


Leggi anche: Cinque tecniche per avere un sedere perfetto

 

Un fiocco sul polso

Semplice o elaborato, a voi la scelta

Il punto del corpo più indicato per un piccolo tatuaggio è probabilmente il polso. Lì un tatuaggio troppo appariscente stonerebbe, rovinando la delicatezza del braccio, ma allo stesso tempo quel punto è uno dei più facili da gestire. In inverno si possono tenere le maniche della maglia più o meno lunghe, a seconda che lo si voglia mostrare o coprire. In estate la natura posizione delle braccia ci porta a tenerlo nascosto, facendolo scoprire solo quando vogliamo noi.

Tra i tanti disegni che vi si possono mettere, quello che a noi piace di più è quello del fiocco. Anche in questo caso ce ne sono di vario tipo, alcuni semplici e alcuni molto elaborati. Tenderei comunque a non strafare. Il primo che vedete qui sotto è una buona via di mezzo. Eventualmente si può optare anche per una linea singola, semplicissima, ma tratteggiata, come nella seconda fotografia. O potete sbizzarrirvi in modi diversi.

 

Qualche stella sul lato del collo

Un tatuaggio “rubato” a Rachel Bilson

La nostra seconda proposta nasce da un’idea rubata a Rachel Bilson. L’attrice – che ricorderete per The O.C. e Hart of Dixie – nel 2013 ha fatto palpitare brevemente i propri fan proprio per un tatuaggio. In alcuni scatti rubati da vari siti di gossip all’aeroporto di Los Angeles, la giovane attrice americana aveva infatti mostrato un tatuaggio “stellato” e colorato che le correva lungo il collo. Una cosa non comune, visto che gli attori – anche per questioni lavorative – hanno un divieto pressoché assoluto di farsi tatuaggi che non possano essere nascosti dai vestiti.

Qualche giorno più tardi, però, la Bilson è ricomparsa in pubblico col collo perfettamente lindo, segno che si trattava solo di un tatuaggio temporaneo. Ma l’idea era carina. Noi, come potete vedere nelle altre due foto qui sotto, propenderemmo per stelle un po’ più piccole e semplicemente nere, ma l’effetto sarebbe più o meno quello. Un effetto che, se il disegno corre in maniera avvolgente, può slanciare molto il collo.

 

Il bel sorriso di un gattino sul dito

Sui diversi lati della falange

Un altro posto perfetto, per dimensioni, per i tatuaggi piccoli e belli è il dito. Scegliete voi quale. In genere, se optate per il lato superiore della falange, è meglio orientarsi sul medio, visto che l’anulare può essere occupato da un anello e l’indice è troppo laterale. Se invece vi piace l’interno del dito, potete scegliere più liberamente. Quello che vi suggeriamo noi è di orientarvi su qualcosa di piccolo e simpatico, come ad esempio il sorriso di un gattino.


Leggi anche: Cinque tra i tatuaggi più strani e brutti dell’NBA

Se siete appassionate di mici i disegni che vi proponiamo sono proprio l’ideale per voi. Si può optare per una semplice sagoma, nelle forme più diverse, o per un sorriso stilizzato. Il primo che vedete qui sotto in un certo senso basta a se stesso, è autosufficiente. L’ultimo, quello sull’interno dell’indice, invece ha molto più senso se vi piace ogni tanto, per scherzare, piazzarvi il dito sotto al naso. In quel caso sarete voi ad avere, in un certo senso, i baffi di una gatta.

 

Un ideogramma, un numero (romano) o una parola dietro al collo

Un tatuaggio che può essere coperto coi capelli

Se siete ragazze e avete una lunga chioma, un’altra ottima soluzione per un tatuaggio “a scomparsa” è quello di metterlo dietro al collo, appena sotto l’attaccatura dei capelli. Lì infatti potrete mostrarlo solo a chi volete voi e quando volete voi. L’importante è che non sia troppo grosso e troppo vistoso. In questo senso, sono perfette piccole scritte o piccoli simboli, come parole particolarmente brevi, un numero romano o un ideogramma giapponese.

Nel caso dell’ideogramma, informatevi bene prima sul significato di quello che scegliete: la rete è piena di foto in cui il tatuato credeva che significasse una cosa e invece ne significa un’altra. Per quanto riguarda i numeri romani, evitate le date, che sono troppo lunghe e un po’ pacchiane; scegliete, piuttosto, una singola cifra che è per voi importante. Infine, per la parola, state alla larga dal nome del partner di turno, che è sempre temporaneo. Meglio il nome di un figlio o di un genitore, o una parola che abbia per voi un significato profondo.

 

Una barca, una nota o un cuore sulla spalla

Un piccolo tocco

Dulcis in fundo: la spalla. Un altro luogo che figura tra i preferiti di tutte le ragazze per i tatuaggi. Basta infatti che arrivi l’estate, e le magliette cominciano subito a prestarsi per mostrare questa parte del nostro corpo che può apparire a prima vista un po’ spoglia. Restando fedeli alla filosofia di questo articolo non vi proponiamo però niente di troppo appariscente. Perché a volte basta proprio solo un piccolo tocco per fare la differenza. E per darlo abbiamo tre idee da mostrarvi: la barca, la nota, il cuore.

La barca – meglio semplice e stilizzata – secondo noi si associa bene a chi ha uno spirito libero e ama viaggiare. Fa capire che siamo disposte a muoverci per seguire il nostro vento e che non siamo destinate a star ferme in un solo posto. La nota (ma possono essere anche due o tre) è invece indice di una persona che adora la musica. Nella foto che vedete qui di seguito, ad esibire un tatuaggio di questo tipo è non a caso Lea Michele, la protagonista di Glee. Infine, il cuore, un classico che però va sempre bene: l’importante è casomai scegliere dove metterlo. Meglio evitare, infatti, l’esterno della spalla, dove vi farebbe sembrare un marinaio, e magari optare per la clavicola.

 

Segnala altri tatuaggi piccoli e belli nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here