Cinque tra i migliori episodi de La casa di Topolino

La casa di Topolino e i suoi episodi migliori

La proliferazione di canali TV, tramite il satellite o il digitale terrestre (ma mettiamoci pur dentro anche YouTube), sta avendo vari effetti sul nostro stile di vita e sul nostro modo di intendere l’intrattenimento.

Se ne sono accorti – e da tempo – anche i direttori delle emittenti televisive, che hanno cominciato a proporre programmi sempre più diretti a un target ben preciso, a vere e proprie nicchie, che però riescono a essere vantaggiose dal punto di vista commerciale.

I cartoni animati interattivi per bambini dai 2 ai 5 anni

Attenzione, però: queste nicchie non sono solo quelle delle appassionate di cucina o del fai-da-te; perché anche i bambini in età prescolare, di età compresa all’incirca tra i 2 e i 5 anni, rappresentano una fascia di mercato piuttosto appetibile. Basti guardare il gran numero di cartoni animati interattivi che sono stati varati in questi anni, cartoni in cui si imparano le forme geometriche o a contare, come comportarsi con gli animali e gli altri bambini, qualche rudimento della lingua inglese e qualche esercizio ginnico.

Caratteristica fondamentale di queste serie – da Dora l’esploratrice a La casa di Topolino, da Jake e l’isola dei pirati al Team Unizoomi – è la costante presenza di momenti didattici interattivi in cui l’azione viene improvvisamente fermata e i protagonisti, abbattendo la quarta parete, si rivolgono direttamente allo spettatore, chiedendogli di cantare, contare o ballare insieme a loro. Serie maestra, in questo atteggiamento, è La casa di Topolino, che va in onda dal 2006 su Disney Junior e su altri canali della nota casa di produzione americana: scopriamone insieme le puntate più significative tramite la nostra guida a cinque tra i migliori episodi de La casa di Topolino.

 

Pippo su Marte

Le strampalate disavventure della banda Disney

Un'immagine di Pippo su MarteLa casa di Topolino, bisogna dirlo subito, è un cartone molto particolare, anche all’interno del già variegato panorama delle serie per la prima infanzia; non tanto per i personaggi – che sono i soliti della banda Disney: Topolino, Minni, Pippo, Paperino, Paperina, Pluto, Pietro Gambadilegno e pochi altri – quanto per l’assoluta mancanza di logica.

La casa del titolo (che in lingua originale sarebbe comunque una clubhouse, cioè la sede di un circolo), infatti, viene evocata tramite una specie di formula magica e compare incredibilmente dal terreno, ma anche tutti i problemi che i personaggi si trovano ad affrontare vengono risolti da una specie di robot a forma circolare dotato di tutti gli strumenti (o strumentopoli) necessari; un robot chiamato Toodles e invocato alla bisogna.

Anche questo episodio – Pippo su Marte, tratto dalla prima stagione dello show – si pone all’interno del filone “strampalato”, con Pippo che si reca addirittura sul pianeta rosso ma lì rimane bloccato, fino a quando una seconda astronave guidata da Topolino e Minni – indirizzata nello spazio dal richiamo di Pippo, che riesce a farsi sentire perfino da un pianeta così lontano – non va a recuperarlo.

 

Topolino salva il Natale

Babbo Natale in difficoltà

Topolino salva il NataleIl Natale è un periodo magico non solo per i bambini di tutto il mondo, ma anche per la Disney: da sempre, infatti, la casa americana ha sfruttato i buoni sentimenti, il sogno e l’idea di magia che contraddistingue la festa dicembrina per imbastirci sopra storie e cartoni animati memorabili.

Solo qualche giorno fa, per fare un esempio, abbiamo citato Natale sul Monte Orso, la storia d’esordio di Paperon de’ Paperoni, realizzata da Carl Barks nel 1947; ma è soprattutto in campo televisivo che negli anni i Disney Studios hanno saputo dare il meglio, producendo film e speciali di successo come Canto di Natale di TopolinoIl bianco Natale di TopolinoTopolino, strepitoso Natale!

Per quanto riguarda La casa di Topolino, anche qui, già nella prima stagione, un episodio è stato dedicato interamente alla tematica natalizia: in Topolino salva il Natale, infatti, Babbo Natale sembra per una volta non essere in grado di consegnare tutti i regali nel tempo previsto, e per questo sfrutterà l’aiuto di Topolino e Paperino per portare a termine la propria missione. Una puntata, quindi, da vedere proprio in queste settimane che ci stanno portando verso il periodo delle feste e dei regali.

 

Lo zoo di Pippo

Aguzzare la vista e ritrovare gli animali scappati

Una scena de Lo zoo di Pippo, bell'episodio de La casa di TopolinoEssendo destinata a bambini piuttosto piccoli, questa serie ha la particolarità di presentare dei personaggi poco caratterizzati rispetto al solito: Topolino è meno saccente di quanto non sia altrove, Paperino molto meno iracondo, Paperina meno vanitosa, Pietro Gambadilegno molto meno cattivo. È un fatto inevitabile: caratteri troppo forti o estremi potrebbero lasciare interdetti i bambini, che preferiscono essere coccolati da personaggi innocui.

A questo discorso fa eccezione Pippo che – assieme a Pico de Paperis (che comunque compare molto meno frequentemente) – è probabilmente l’animale antropomorfo più interessante del cartone animato: la sua tipica sbadataggine, i suoi giochi di parole e la caratteristica di cacciarsi spesso suo malgrado nei guai sono qui per una volta esaltate, tanto è vero che l’amico di Topolino diventa spesso il vero motore comico delle storie.

In Lo zoo di Pippo tutto prende avvio, infatti, da un sonnellino che Pippo si concede nonostante sia in servizio come guardiano dello zoo: in questo modo prendono la via della fuga 8 mucche, 10 maiali e un elefante, che bisognerà cercare e tirar fuori dai loro nascondigli, aguzzando la vista e imparando a contare.

 

Il trenino ciuf ciuf

Le canzoni dei They Might Be Giants

Il trenino ciuf ciufConcludiamo con due episodi della seconda stagione, anche se in Italia è già stata mandata in onda la terza annata ed in futuro dovrebbe pure arrivare la quarta, attualmente l’ultima prodotta negli Stati Uniti, dove i tempi di lavorazione del cartone sono comunque piuttosto lunghi rispetto alla media.

Babbo Natale, ad esempio, torna a comparire di nuovo in Il trenino ciuf ciuf, episodio a suo modo speciale per una serie di motivi: in primo luogo, vede i membri della banda Disney impegnarsi a costruire addirittura un treno, utile a portare fino alla clubhouse una fantastica neve che non si scioglie; ma è anche l’unico episodio apparso finora in cui Toodles, il robot pieno di attrezzi che arriva a risolvere la situazione in ogni avventura, consegna ai protagonisti non solo uno ma ben due set di “strumentopoli”, come vengono chiamati all’interno dello show.

Ultima nota di merito sulla musica. Uno dei punti forti della serie, infatti, sono le canzoni come Il ballettopolo che conclude ogni episodio o la sigla di apertura (Tiska! Tuska! Topolino), entrambe scritte ed eseguite dai They Might Be Giants, gruppo americano di musica alternative che da anni lavora anche per la tv: per la colonna sonora della serie Malcolm vinsero a suo tempo addirittura un Grammy, ma altrettanto apprezzato è anche il loro lavoro per la Disney. Per questo episodio, in particolare, hanno scritto ed eseguito un nuovo pezzo, intitolato Choo-Choo Express, che si può sentire durante i titoli di coda.

 

Topolino nel paese delle meraviglie

Nel mondo di Lewis Carroll e del cartone del 1951

Topolino nel paese delle meraviglieUn altro episodio lanciato originariamente come speciale natalizio è Topolino nel paese delle meraviglie, che, pur non contenendo riferimenti espliciti alla festività cristiana, si ricollega comunque alla storia e alla tradizione disneyana, visto che vede i protagonisti catapultati in una sorta di “paese delle meraviglie” in tutto e per tutto simile a quello di Alice della storia di Lewis Carroll e, soprattutto, del film realizzato dai Disney Studios nel 1951.

Lo spunto iniziale è dato da un regalo di compleanno che Paperino vuole donare a Paperina, un orologio a cucù che però, una volta scosso per capirne il funzionamento, vede magicamente l’uccello staccarsi dall’orologio e volare via; proprio inseguendo l’uccellino, Topolino, Paperino e i loro amici finiranno nel mondo fatato e assurdo di Alice, per poi recuperare l’animaletto giusto in tempo per la festa a sorpresa per Paperina.

Sebbene questo sia forse il riferimento più riuscito ad altri cartoni di casa Disney e a favole famose, non è l’unico presente all’interno de La casa di Topolino: l’episodio Paperino e i fagioli magici, ad esempio, si ispira alla favola Jack e la pianta di fagioli; Paperino il principe ranocchio ovviamente richiama la favola Il principe ranocchio; e poi ci sono Minni Cappuccetto RossoMinni addormentataSir Pippo Lancillotto e altri episodi ancora.

 

Segnala altri begli episodi de La casa di Topolino nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here