La classifica sulla libertà di stampa e la posizione dell'Italia

Come ogni anno, anche in questo 2017 l’associazione Reporters Sans Frontieres ha rilasciato la sua classifica sulla libertà di stampa. Una lista che da qualche tempo è diventata d’interesse politico, visto che viene di volta in volta sbandierata dalle opposizioni per il cattivo risultato dell’Italia. E in effetti, il nostro paese non se la passa certo bene. Anche se quest’anno ha guadagnato varie posizioni, si attesta comunque al cinquantaduesimo posto al mondo.

Certo, la classifica, per certi versi, lascia il tempo che trova. Perché in molti hanno stigmatizzato il meccanismo in cui vengono attribuiti i punteggi, che dà grande peso alla percezione individuale dei singoli giornalisti e poco a meccanismi condivisi. Il cattivo posizionamento italiano, però, ha anche dell’oggettività: molto spesso i nostri reporter vengono minacciati da organizzazioni criminali o intimiditi dalla politica. Tanto è vero che non è raro che finiscano sotto scorta o in tribunale. Ma quali sono i paesi messi meglio del nostro? Ecco la classifica fino all’Italia.

Se poi volete approfondire l’argomento, potete leggere questi nostri articoli al riguardo:
Cinque tra i più importanti scoop della storia del giornalismo
Cinque giornalisti italiani uccisi in patria e in guerra


Vieni a votare anche nei nostri altri sondaggi