Avrete di sicuro sentito parlare varie volte del club sandwich, e forse l’avrete pure assaggiato. Il suo nome completo, in realtà, è clubhouse sandwich ed è stato inventato negli Stati Uniti più di un secolo fa, ma da allora è diventato un panino di culto.

Oggi vi insegneremo come si prepara, vi racconteremo la sua storia e infine vi proporremo anche qualche valida alternativa, se volete provare a cambiare qualche ingrediente. Se poi voi conoscete delle ulteriori ricette che amate, segnalatecele nei commenti.

 

1. La ricetta tradizionale

Partiamo dagli ingredienti: in primo luogo, per preparare il club sandwich servono pane tostato, pollo (o pancetta fritta), lattuga, pomodoro e maionese. O almeno questi sono gli ingredienti tradizionali, anche se bisogna dire che con gli anni il pollo è stato sempre più spesso sostituito con prosciutto o, meglio ancora, tacchino.

La ricetta del club sandwich

Il pane dev’essere pancarrè bianco privo di bordi. Le tre fette (sì, avete letto bene: perché oltre alle due esterne, una va piazzata anche in mezzo al ripieno) vanno spalmate con un velo di burro e poi messe a tostare su una griglia. Una volta tostata, su ogni fetta va spalmata la maionese. Nel frattempo, bisogna cuocere il petto di pollo alla griglia con un po’ di sale.

 
Una volta che il pollo (o il tacchino) si sarà raffreddato, dev’essere inserito tra le fette di pane, assieme alla lattuga e al pomodoro, in modo che alla fin fine il sandwich si possa tenere in mano mentre lo si mangia. Per tener fermi i vari ingredienti, si possono utilizzare anche degli stecchini che poi verranno tolti mangiando ed è bene tagliare il sandwich in due triangoli.

 

2. La storia

Dicevamo, però, che questo particolare tipo di sandwich ha una storia relativamente antica, che vale la pena di raccontare. Il primo riferimento al panino su stampa risale al 18 novembre 1889, quando l’Evening World ne pubblicò la ricetta sulle sue colonne, dicendo che tra le fette di pane ci andavano fette di pollo, tacchino o prosciutto.

L'articolo dell'Evening World del 1889 che parlava per la prima volta del club sandwich

Secondo la leggenda, questa ricetta era stata inventata poco prima a New York, presso l’Union Club, per merito dello chef locale. Altre fonti, però, indicano il luogo d’origine in un club in cui si giocava d’azzardo, dalle parti di Saratoga Springs, sempre nello stato di New York. Responsabile (indiretto) della creazione sarebbe stato il mecenate Richard Canfield.

 
Ad ogni modo, già nel 1899 il sandwich compariva nei menù di tutti i principali ristoranti americani, e in breve cominciò anche ad essere citato in articoli, romanzi e film. Il primo libro a farne menzione è del 1903: si tratta di Conversations of a Chorus Girl, scritto da Roy Larcom McCardell.

 

3. Attenti alla salute

Finora vi abbiamo illustrato come si fa un club sandwich, e magari vi abbiamo ispirato a prepararvelo in casa, per gustarvelo come un saporito spuntino o al posto di un pasto completo. Attenzione, però, perché non è il più salutare dei cibi.

Leggi anche: Cinque panini famosi, gustosi e internazionali

Questo panino, infatti, è tradizionalmente considerato un cibo non troppo adatto né alla linea, né alla salute. Soprattutto nelle preparazioni più “intense”, ad esempio quando si usa la pancetta al posto del pollo, può infatti avere un contenuto di grassi (e di carboidrati, considerando il pane) molto elevato.

Col club sandwich bisogna anche stare attenti alla salute e alle calorie
Solo per fare un esempio, nel 2000 la nota catena di fast food Burger King ha provato a lanciare una sua versione del club sandwich, chiamandolo Club Chicken. Il panino aveva valori nutrizionali particolarmente importanti: 700 calorie, 44 grammi di grassi (di cui 9 saturi) e 1.300 milligrammi di sodio e acidi grassi trans. Le critiche fioccarono1.

 

4. La versione estiva

Per chiudere la nostra panoramica sul club sandwich abbiamo deciso, come da titolo, di proporvi alcune alternative. Ovvero, alcune ricette che apportano delle innovazioni negli ingredienti e che quindi finiscono per creare una ricetta nuova e originale, anche se sostanzialmente simile all’originale.

Leggi anche: Cinque idee su cosa fare per cena all’ultimo minuto

Il primo gruppo riguarda le varianti per così dire estive. Al posto del pollo, della pancetta o del tacchino – e in parte anche degli altri ingredienti – è possibile infatti introdurre nel nostro sandwich qualche cosa di più fresco. Ad esempio, c’è chi prepara il club sandwich riempiendolo di salmone e cetrioli, con lo yogurt al posto della maionese.

Oppure ancora, come nel video che vi riportiamo qui sopra, è possibile prepararne una versione light con fesa di tacchino e carote tagliate alla julienne, oltre al formaggio light spalmabile sempre al posto della salsa, per ammorbidire le fette di pane. E in ogni caso, è sempre possibile cambiare ulteriormente, all’insegna della leggerezza e della freschezza.

Russell Hobbs 17888-56 Scalda
EUR 36,37 EUR 50,00
Generalmente spedito in 24 ore
Aicok Panini Grill, Bistecchiera
EUR 43,99 EUR 43,99
Generalmente spedito in 24 ore
H.Koenig GR20 bistecchiera,
EUR 39,99 EUR 39,99
Generalmente spedito in 24 ore

 

5. La versione col roast beef

Infine, ci preme segnalarvi un’ultima versione del club sandwich che secondo noi è particolarmente gustosa: quella col roast beef. In questo caso, alle classiche verdure può andar aggiunta anche un po’ di cipolla, che ben si sposa con questo particolare tipo di carne.

Ovviamente il roast beef va inserito all’interno del sandwich arrotolato secondo il vostro gusto: noi consigliamo di procedere come nel video qui di seguito, in cui i rotoli sono longitudinali rispetto alle fette di pane. Infine, per dare il giusto tono al tutto, vi suggeriamo di mettere da parte la maionese ed usare al suo posto la senape.

Il sandwich che otterrete non sarà adatto a tutte le bocche, probabilmente. Chi saprà apprezzarlo, però, lo troverà sicuramente originale e ne vorrà anche qualche triangolo.

 

Note e approfondimenti

  • 1 Qui ne trovate un esempio, a distanza di molti anni.

 

Segnala altre cose da sapere sul Club sandwich nei commenti.