Come la Germania ha arginato (finora) il coronavirus

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato sul nostro sito le statistiche riguardanti i paesi europei e il Covid-19. Quelle statistiche hanno evidenziato le difficoltà dell’Italia ma anche come alcuni paesi – in particolare la Germania e il Portogallo – abbiano ottenuto ottimi risultati sul versante del contenimento. Ma come hanno fatto?

Sul caso tedesco i giornali in queste settimane hanno pubblicato ampi reportage. Abbiamo cercato di sintetizzare quelli che a nostro parere sono gli elementi più importanti della strategia della Germania, anche perché possano servire da spunto di riflessione in Italia.

Come la Germania ha contenuto il Covid-19 finora

Nell’infografica che vi proponiamo qui sopra – e che potete condividere tranquillamente – abbiamo cercato di sintetizzare i punti chiave di questa strategia. Il primo elemento, forse quello decisivo, è che la Germania era pronta, aveva cioè un piano per affrontare un’epidemia virale molto dettagliato e preciso.

Questo piano, applicato puntualmente fin da subito, ha permesso di concentrare gli sforzi nell’aumento della capacità di analisi dei laboratori, in modo da poter effettuare molti tamponi. In parallelo, il personale sanitario è stato dotato quasi immediatamente di DPI, mascherine e altre protezioni, mentre i reparti di terapia intensiva sono stati potenziati.

Infine, ha potuto gestire i positivi in maniera molto precisa. Da un lato, si indagava approfonditamente sui contatti degli infetti, in modo da frenare il contagio; dall’altro, si potevano isolare questi malati grazie ad un sistema di ospedali piccoli e diffusi sul territorio.