Cosa pensano gli americani delle proteste del Black Lives Matter

In questi giorni stiamo vedendo, in TV o sui social network, immagini inquietanti che arrivano dagli Stati Uniti. Da un lato ci sono infatti alcune intollerabili violenze della polizia, soprattutto contro i cittadini di colore; dall’altro, le conseguenti proteste, che in alcuni casi stanno degenerando a loro volta verso la violenza. Ma cosa ne pensano gli americani?

Il Washington Post ha raccolto diversi sondaggi commissionati nei giorni scorsi per farsi un’idea più chiara di quale sia il sentimento della popolazione. Gli esiti di questi sondaggi li abbiamo sintetizzati qui di seguito in una infografica.

Cosa pensano gli americani sulle proteste per il Black Lives Matter e la morte di George Floyd

Il primo sondaggio arriva da ABC News/Ipsos (qui i dati completi) e mostra che solo il 32% degli statunitensi approva al momento il modo in cui Trump ha gestito la crisi, invocando misure drastiche e addirittura l’intervento dell’esercito. Il 66% invece lo critica.

Il secondo sondaggio, della CBS (qui i dati), mostra che il 57% degli americani ritiene davvero che la polizia discrimini i neri, usando principalmente contro di loro una forza in alcuni casi addirittura letale. Solo quattro anni fa questa percentuale si fermava al 43%.

Infine, l’ultimo sondaggio è stato effettuato da un’università, la Monmouth (qui il report), con vari dati interessanti. Dai risultati emerge che il 76% pensa che la discriminazione razziale sia un grosso problema e il 78% che la rabbia dei neri sia almeno in parte giustificata. Il 54% poi giustifica almeno in parte le azioni emerse durante le proteste, anche se solo il 17% le giustifica completamente.