Dalla spazzatura a CEO: la storia dell’imprenditore Freddie Figgers

In America sta destano una certa attenzione la bella storia dell’imprenditore Freddie Figgers, un CEO da 62 milioni di dollari che ha rivelato di essere stato trovato, da bambino, in un cassonetto della spazzatura.

Figgers è oggi l’amministratore delegato della Figgers Communication, oltre che un programmatore e un inventore di fama. Si occupa principalmente di computer e di applicazioni dell’informatica ai dispositivi sanitari, tanto che la sua azienda è quotata ed è valutata più di 60 milioni di dollari.

L'imprenditore Freddie Figgers
Le sue origini sono state però meno gloriose di quanto ci si possa aspettare. Nato nel 1989, Figgers venne abbandonato in fasce e venne trovato da un passante addirittura in un cassonetto della spazzatura. Portato in un ospedale e subito curato, fu dato poi in affidamento a una famiglia.

I membri di quella famiglia – i Figgers – decisero poi di adottarlo e farlo crescere. Abitavano in una zona rurale della Florida e tutti, in paese, conoscevano l’origine di Freddie; anche per questo motivo, il ragazzino ebbe i suoi problemi a scuola, visto che veniva costantemente preso in giro.

Il padre adottivo però, forse anche per distrarlo dai problemi, gli regalò ad un certo punto un vecchio computer, che stuzzicò la curiosità del ragazzo, che cominciò a smontarlo e rimontarlo. A vent’anni aveva già la sua prima azienda ed oggi è un imprenditore di successo: segno che non importa da dove parti, quando hai il sostegno di persone di valore.