Dracula, il principe dei vampiri, è un personaggio ideato dallo scrittore irlandese Bram Stoker e comparso per la prima volta nel 1897, nel romanzo omonimo.

Tale figura è ispirata a Vlad Tepes, uno spietato principe rumeno che si guadagnò dopo la sua morte l’appellativo di Impalatore, per via del metodo di tortura più usato contro i suoi nemici.

Il personaggio letterario, per quanto malvagio, ha in sé anche una componente romantica e nobile. Due tratti contrapposti che hanno contribuito al suo successo, alimentato in maniera ulteriore dalle numerose pellicole cinematografiche che lo hanno visto protagonista. Film prodotti sin dall’epoca del cinema muto.

Per questo motivo, molti attori possono vantare di aver interpretato Dracula sul grande schermo. Ne abbiamo scelti cinque che riteniamo associati in maniera particolare al principe dei vampiri.

 

1. Max Schreck

Max Schreck ha interpretato Dracula nel film Nosferatu il Vampiro (Nosferatu, eine Symphonie des Grauens), diretto da Friedrich Murnau e uscito nel 1922.

Qualcuno potrebbe storcere il naso visto che il vampiro di questo film si chiama Conte Orlok. La realtà tuttavia è che lo sceneggiatore, Henrik Galeen, si basò per il copione sui personaggi ideati da Stoker, modificando nomi e ambientazioni1 ma mantenendo la trama di base.

Max Schreck in Nosferatu
La vedova di Bram Stoker intentò tuttavia causa per violazione del diritto d’autore, vincendola. Cosa che portò al fallimento della casa di produzione e all’ingiunzione di distruggere tutte le copie della pellicola.

La leggenda vuole che un’unica copia si sia salvata grazie a Murnau. In realtà molte circolarono in vari paesi d’Europa negli anni successivi, permettendo così al film di essere ricordato e visto ancora oggi.

Il Dracula non tanto apocrifo

L’interpretazione di Schreck è magistrale e fin troppo spettrale, pur differendo in alcuni punti dal Dracula di Stoker. Tanto che negli anni successivi all’uscita della pellicola si diffusero varie leggende, una delle quali lo identificava come un vero vampiro trovato da Murnau nei Carpazi.

La “banale” realtà tuttavia è che Schreck era un apprezzato attore teatrale tedesco che venne notato dalla produzione e ingaggiato per il ruolo del Conte Orlok. Cosa che contribuì alla crescita della sua fama, seppur confinata solo nella sua nazione di nascita.

      

 

2. Bela Lugosi

Bela Lugosi ha interpretato una prima volta Dracula nel film omonimo del 1931, diretto da Tom Browning, riprendendo in maniera saltuaria questo ruolo negli anni successivi.

L’attore, il cui vero nome era Bela Blasko, era un natio ungherese che fu costretto a emigrare negli Stati Uniti nel 1921 a causa del suo attivismo politico in favore dei suoi colleghi, mal visto dalla classe dirigente locale. Adottò il suo pseudonimo ispirandosi alla sua città natale, Lugos.

Bela Lugosi, il più classico dei Dracula cinematografici
Nel 1927 iniziò a calcare le scene di Broadway in una rappresentazione teatrale su Dracula che iniziò ad alimentare la sua popolarità. Motivato da ciò, Lugosi cercò di farsi scritturare dalla Universal Pictures, che stava mettendo in cantiere un adattamento cinematografico del romanzo di Stoker, vincendo infine le resistenze della casa di produzione.

Il successo della pellicola lo portò a ricevere altri ingaggi per film horror ma, a causa del suo marcato accento ungherese, venne spesso scartato per pellicole di genere differente.

La triste fine del primo, grande Dracula cinematografico

Negli anni ’40, Lugosi iniziò a soffrire di una grave forma di sciatalgia che lo portò a ricevere cure anche tramite morfina e metadone, sostanze di cui divenne dipendente.

Quando questa notizia si diffuse negli ambienti cinematografici, Lugosi non vide praticamente più arrivare nuovi ingaggi, riducendosi in stato di povertà e finendo nei suoi ultimi anni di vita a lavorare in pellicole di infimo livello con Ed Wood come regista (come descritto anche nel film diretto da Tim Burton).

      

 

3. Christopher Lee

Christopher Lee ha interpretato Dracula in numerose pellicole, a iniziare dal film Dracula il Vampiro, diretto da Terence Fisher e uscito nel 1958.

Reduce della Seconda Guerra Mondiale, Lee iniziò la sua carriera di attore nel dopoguerra, ma fu solo dieci anni dopo che arrivò alla fama, quando cominciò a lavorare per la casa di produzione Hammer Films.

Dracula nell'interpretazione di Christopher Lee
Specializzata in pellicole horror a basso costo, Lee vi collaborò una prima volta nel 1957 grazie al film La maschera di Frankenstein (The Curse of Frankenstein), in cui – per via della sua altezza di quasi due metri – interpretò la Creatura fatta vivere dal Barone.

A seguito di ciò, l’anno successivo Christopher Lee venne scritturato per riportare sul grande schermo il principe dei vampiri. Praticamente non ci fu alcuna procedura di casting e fu la prima e unica scelta della Hammer.

In queste due pellicole, Lee conobbe e divenne amico di un altro grande attore inglese, Peter Cushing, col quale collaborò negli anni successivi in svariate altre pellicole prodotte dalla Hammer.

Fascino inglese

Lee donò a Dracula un’aura di fascino che Bela Lugosi aveva appena accennato nel film del 1931, contribuendo se possibile a rendere ancora più iconica la figura del vampiro transilvano.

Tanto che tornò a interpretare questo ruolo in altre sei pellicole, il più delle volte dovendo essere convinto con la forza dai produttori, i quali gli dicevano che senza di lui molte persone non avrebbero più avuto un lavoro.

Nel tentativo di affrancarsi dal personaggio, Lee negli anni ’70 si trasferì negli Stati Uniti, dove partecipò a svariate pellicole di successo fino alla fine della sua carriera.

Il pubblico più giovane lo ricorda di sicuro nel ruolo di Saruman, nelle trilogie de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit dirette da Peter Jackson, e in quello del Conte Dooku nella seconda trilogia di Star Wars.

      

 

4. Frank Langella

Frank Langella ha interpretato Dracula nel film omonimo del 1979, diretto da John Badham.

Questa pellicola rappresentava da parte della Universal Pictures l’intenzione di attualizzare il film del 1931 con Bela Lugosi, tenendo conto delle diverse sensibilità del pubblico, cambiate in quasi cinquant’anni.

Frank Langella nei panni di Dracula
Se nel film originario non c’erano mezze misure, c’era il bianco e il nero, nella pellicola del 1979 si decise di tener conto anche di qualche sfumatura di grigio, puntando molto di più sui tratti “romantici” di Dracula, per quanto il suo fosse di certo un amore perverso.

E come era successo all’epoca con Lugosi, venne selezionato l’attore che stava interpretando allora il principe dei vampiri nelle rappresentazioni teatrali di Broadway, Frank Langella.

Anche se di questo film e del suo interprete, alla data odierna, rimane un vivo ricordo solo nei veri appassionati dei film di Dracula, è altrettanto indubbio che Langella abbia comunque dato una sua originale interpretazione del personaggio.

      

 

5. Gary Oldman

Gary Oldman ha interpretato Dracula nel film Dracula di Bram Stoker (Bram Stoker’s Dracula), diretto da Francis Ford Coppola e uscito nel 1992.

La pellicola tenta di distaccarsi dai precedenti adattamenti, con protagonisti Bela Lugosi e Christopher Lee, per adottare – nei limiti del possibile – un approccio più realistico alla figura di Vlad Tepes e i suoi tormenti.

Gary Oldman in Dracula di Bram Stoker
Per Gary Oldman fu il primo, vero ruolo importante della carriera, ma non fu senza controindicazioni. Reduce da un divorzio, lontano da suo figlio e con gravi problemi di alcolismo che si rifiutava all’epoca di affrontare, l’attore ebbe alcuni momenti di tensione con gli altri componenti del cast.

Eppure, forse in maniera paradossale anche per questo, la sua interpretazione come personaggio malvagio e allo stesso tempo tormentato dai suoi demoni risultò del tutto convincente, non sfigurando affatto rispetto alle interpretazioni che lo avevano preceduto.

Per merito o a causa di ciò, negli anni successivi Oldman interpretò altri “cattivi”, prima di cadere per un paio di anni nell’oblio e ritornare sulle scene interpretando personaggi di carattere opposto, come Sirius Black o il Commissario Gordon. Fino alla meritata vittoria del premio Oscar nel 2018 come migliore attore per L’ora più buia (The Darkest Hour).

      

 

Note e approfondimenti

  • 1 Il tutto avvenne dietro specifica richiesta della casa di produzione, la quale non aveva ottenuto i diritti di sfruttamento. Se volete approfondire la storia dei diritti di Dracula e del rapporto con Nosferatu, leggete qui.

 

Segnala altri attori che hanno impersonato Dracula nei commenti.