Non è facile stendere un elenco dei rapaci. In primo luogo, perché il termine non è sempre usato propriamente. In ornitologia si utilizza questo nome per gli appartenenti agli ordini Accipitriformes, Falconiformes e Strigiformes. Ovvero, di per sé, per un buon numero di uccelli. Nel linguaggio comune, però, questo appellativo viene utilizzato anche per qualsiasi predatore, in maniera meno rigorosa. E quindi gli esemplari rischiano di aumentare di numero. Fino ad arrivare ad essere diverse centinaia.

Ma quali sono, quantomeno, le specie più rappresentative tra i rapaci? Quali sono i loro nomi? E che differenza c’è tra i rapaci notturni e quelli diurni? Tutte domande a cui sarebbe lecito dare una risposta, e a cui dedicheremo presto il giusto spazio sul nostro sito. Per il momento, però, ci sembra utile prima di tutto classificarli, fornire cioè un elenco dei rapaci a partire dal loro nome comune. Perché probabilmente l’etichetta latina non vi dirà nulla, ma il nome italiano vi suonerà assai familiare.

I criteri del nostro elenco dei rapaci

Proprio per tener fede al tentativo di creare una lista di facile accesso, comprensibile anche a chi non ha una laurea in zoologia, abbiamo quindi deciso di non andare troppo per il sottile. E di mettere in elenco, semplicemente, i nomi generici dei rapaci. Detta in altri termini, non abbiamo distinto ad esempio tra falco pescatore, falco nero e falco pellegrino. Oppure tra aquila reale, aquila imperiale e aquila minore. Abbiamo invece parlato, semplicemente, di aquila e falco, e di tutti gli altri rapaci. Pensiamo che questo elenco, per iniziare, basti e avanzi.

Se poi volete approfondire l’argomento o studiare qualcosa di simile, potete leggere questi nostri articoli al riguardo:
I cinque animali più veloci del mondo
Cinque tipici animali del bosco


Vieni a votare anche nei nostri altri sondaggi