L’eredità di Kirk Douglas va tutta in beneficenza

Kirk Douglas, il celebre attore hollywoodiano, è scomparso lo scorso 5 febbraio. Solo in questi giorni però è stato reso noto il contenuto del suo testamento, in cui la star non ha lasciato nulla al figlio Michael e ha destinato i suoi averi, invece, a forme di beneficenza.

Nato nel 1916 da una famiglia di ebrei bielorussi immigrati in America, Kirk aveva in origine il nome di Issur Danielovitch, poi mutato legalmente nel corso degli anni. Dopo una lunga carriera, si è ritirato dal cinema nei primi anni Duemila.

Kirk Douglas in Spartacus
Ha ottenuto i più grandi successi negli anni ’50, quando ha recitato in Il grande campione, Pietà per i giusti, Il bruto e la bella, Brama di vivere e Orizzonti di gloria, oltre che, nel 1961, in Spartacus.

Negli ultimi anni della sua vita Kirk Douglas ha comunque fatto molto anche per gli altri. Ha fondato un Centro per l’Infanzia a cui andranno parte dei suoi soldi, mentre il rimanente sarà distribuito tra la St. Lawrence University (per alcune borse di studio), il Tempio del Sinai di Westwood, l’Ospedale Pediatrico di Los Angeles e un teatro da lui restaurato.

D’altra parte, il figlio Michael non aveva certo bisogno dei soldi del padre. Nato nel 1944, il secondo Douglas in carriera ha vinto due premi Oscar (uno come attore e uno come produttore) e decine di altri premi. Il suo patrimonio netto si aggira attorno ai 300 milioni di dollari.