Golden Globe 2020: vincono 1917 e C’era una volta a… Hollywood

Sono stati assegnati nella notte i Golden Globe 2020, importantissimi premi della TV e del cinema che secondo molti anticipano il risultato degli Oscar, o quantomeno tracciano una strada molto netta. E a vincere i premi più importanti, in parte a sorpresa, sono stati 1917 di Sam Mendes e C’era una volta a… Hollywood di Quentin Tarantino.

Vediamo però nel dettaglio le categorie principali: C’era una volta a… Hollywood ha vinto il premio per la miglior commedia, per il miglior attore non protagonista (a Brad Pitt) e la miglior sceneggiatura (a Tarantino). 1917 si è aggiudicato invece quelli per il miglior film drammatico e per la regia (a Sam Mendes).

1917 di Sam Mendes
Altri premi sono andati agli attori Taron Egerton per Rocketman, Awkwafina per The Farewell, Joaquin Phoenix (per Joker), Renée Zellweger per Judy e Laura Dern per Storia di un matrimonio. Come miglior film straniero ha vinto Parasite, mentre per l’animazione ha trionfato Missing Link.

Per quanto riguarda le serie, miglior show drammatico è stato Succession, serie che ha ottenuto anche la statuetta per il miglior attore (Brian Cox); miglior attrice è stata invece Olivia Colman (The Crown). Miglior serie comedy è stata Fleabag, che ha visto anche Phoebe Waller-Bridge ottenere il premio di miglior attrice.

Premiati poi anche Ramy Youssef, Michelle Williams, Stellan Skarsgård e Patricia Arquette. Il grande deluso è stato probabilmente The Irishman di Martin Scorsese, che aveva cinque nomination ma non ha portato a casa nessun premio. Sono inoltre stati assegnati riconoscimenti alla carriera a Ellen DeGeneres e a Tom Hanks.