Greta Thunberg è arrivata a New York, accolta dalla folla

Greta Thunberg ha completato mercoledì il suo viaggio in barca dall’Europa agli Stati Uniti per presenziare, il mese prossimo, al summit delle Nazioni Unite sulla questione climatica. L’attivista era salpata il 14 agosto da Plymouth, in Gran Bretagna, decidendo di non prendere l’aereo per via delle sue emissioni.

Così si è messa in mare su una barca a impatto zero, alimentata ad energia solare, che per la verità ha incontrato qualche turbolenza lungo l’Atlantico e quindi ha avuto bisogno di qualche giorno in più del previsto per approdare nel porto di New York.

View this post on Instagram

Sailing into New York.

A post shared by Greta Thunberg (@gretathunberg) on

Nonostante il ritardo, in moltissimi erano presenti al porto per salutare la capofila del movimento Fridays for Future. C’erano soprattutto giovani provenienti da diverse parti del paese e studenti newyorkesi. Greta li ha salutati con un breve discorso, coronato dalle parole: «Let’s not wait any longer. Let’s do it now». «Non aspettiamo oltre. Facciamolo ora».

Ha poi tenuto una conferenza stampa in cui ha spiegato ancora una volta le ragioni del suo attivismo. Quando le hanno chiesto se avesse un messaggio per il presidente Donald Trump, che più volte ha negato l’emergenza climatica, la Thunberg ha risposto: «Gli direi, “Ascolta la scienza“. E lui ovviamente non lo farebbe».

Appena entrata nelle acque newyorkesi, tra l’altro, la barca della Thunberg è stata accolta da una piccola flotta di 17 imbarcazioni, tutte decorate con una scritta sul loro fianco che richiamava uno dei diciassette obiettivi per uno sviluppo sostenibile.

   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here