I gatti fanno bene al cuore e riducono l’ansia, dice la scienza

Che i gatti siano dei compagni di vita particolarmente amati dalle persone non è certo una novità, nonostante gli stessi animali siano famosi per non lasciarsi andare a gesti di particolare affetto verso i loro padroni. Ma ora la scienza ci conferma quello che già intuivamo: i gatti infatti fanno bene al cuore e sono quindi perfetti per i cardiopatici e per chi soffre di altre malattie.

Varie ricerche condotte negli ultimi anni hanno infatti dimostrato che i felini aiutano indirettamente la vita delle persone, soprattutto quando sono malate. È stato notato, ad esempio, che accarezzare il pelo dei gatti stimola l’organismo umano a produrre più ossitocina, ormone che ci aiuta a star bene.

Quando i gatti vanno in calore
Anche le fusa degli animali spingerebbero al rilascio di questo ormone, mentre il comportamento guardingo dei gatti stimolerebbe negli umani un maggior autocontrollo, alleviandone i livelli di ansia e, soprattutto, di depressione.

Per questo i gatti sono perfetti animali da compagnia, secondo i medici migliori anche dei cani per quanto riguarda certe tipologie di malati che faticano a portare fuori i loro animali domestici con costanza. Non è un caso che la clinica IRC – Gruppo Iseni e il Centro Cuore Malpensa abbiano deciso di curare i loro malati anche coi gatti.

I due centri di ricerca hanno infatti lanciato un’iniziativa per far adottare questi animali alle persone cardiopatiche; un’iniziativa che sta già avendo successo e che mira ad espandersi nei prossimi mesi. Inoltre, il progetto potrebbe avere una grossa utilità anche per gli stessi gatti, visto che si tratterebbe di trovare una casa ai mici abbandonati.