I seggiolini anti-abbandono sono ora obbligatori

La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha firmato nei giorni scorsi il Decreto attuativo dell’articolo 172 del Nuovo Codice della Strada, rendendo quindi norma di legge l’obbligo dei seggiolini anti-abbandono. Se ne parlava da diversi mesi, ma ora la novità è finalmente effettiva.

Per arrivare a questo punto ci sono voluti molti passaggi. C’è stata ad esempio, nelle scorse settimane, l’approvazione del Parlamento, in cui si è raggiunta praticamente l’unanimità (l’ultima votazione, al Senato, ha fatto registrare 261 sì e una sola astensione).

I seggiolini anti-abbandono sono ora obbligatori
Poi è arrivato il parere favorevole della Commissione Europea ed infine il via libera del Consiglio di Stato. Il Decreto attuativo serviva a rendere applicabile la norma. Giorgia Meloni, prima firmataria del disegno di legge, si è detta particolarmente soddisfatta dell’esito favorevole del percorso.

I seggiolini saranno obbligatori per tutti i bambini di età inferiore ai 4 anni. Sui piccoli sedili sarà obbligatoria la presenza di un sistema di allarme che, connesso al cellulare del genitore, emetterà un segnale sonoro prima che il guidatore lasci il veicolo, rammentando la presenza del piccolo.

In questo modo il legislatore spera di poter evitare il ripetersi di episodi tragici che purtroppo hanno costellato le nostre cronache negli ultimi anni. In quei casi i genitori hanno spesso parlato di una sorta di “black out” mentale che ora il sistema di allarme dovrebbe evitare.