Il racconto dell’ancella sta per avere un seguito e c’è un primo estratto

Il racconto dell’ancella è il romanzo più famoso di Margaret Atwood, pubblicato per la prima volta nel 1985. È considerato un classico della letteratura distopica e la sua autrice è ritenuta una delle più grandi scrittrici viventi, vincitrice del Booker Prize e di decine di altri premi. Ora quel libro sta per avere un seguito, The Testaments (I testamenti in italiano), e il Guardian e il Post ne ha ottenuto un primo estratto.

I testamenti di Margaret Atwood
Il romanzo uscirà in vari paesi del mondo il 10 settembre prossimo; in Italia verrà pubblicato da Ponte alle Grazie proprio in quella data, con la copertina che vedete qui di fianco. Inoltre la Atwood sarà in questi giorni ospite pure del Festivaletteratura di Mantova. L’estratto del Guardian, ovviamente in inglese, può invece essere letto qui mentre quello tradotto in italiano del Post qui.

Il libro sarà ambientato 15 anni dopo gli eventi narrati ne Il racconto dell’ancella e vedrà tre diversi personaggi femminili come narratori. Lo scenario sarà comunque sempre quello della Repubblica di Gilead, in cui il ruolo della donna è quello di essere sottomessa agli uomini in base ai dettami biblici.

 
È strano scrivere un seguito a così tanti anni di distanza dall’originale, ma del romanzo della Atwood si è ricominciato a parlare moltissimo negli ultimi anni, soprattutto dopo l’affermazione, in giro per il mondo, di diversi politici antifemministi o in qualche modo legati a un’interpretazione “conservatrice” della Bibbia.

L’estrema attualità di quei temi, tra l’altro, è anche dimostrata dal successo di The Handmaid’s Tale, la serie TV tratta dal primo romanzo della Atwood, che già ha cercato di fornire un seguito alla storia originaria. Ora vedremo come la Atwood immagina il futuro del suo mondo.