Invidiavate gli AirPods? Huawei lancia i FreeBuds 3 per Android

Gli AirPods probabilmente li conoscete già: sono gli auricolari wireless che Apple ha lanciato qualche tempo fa, disponibili ovviamente solo per i cellulari iPhone e ad un costo non certo basso. Auricolari che molti produttori hanno cercato di imitare, con risultati non sempre soddisfacenti. Ora Huawei, però, sembra aver colmato alcune lacune con la sua terza generazione di FreeBuds.

All’IFA 2019 la compagnia cinese ha presentato il suo nuovo chip Kirin A1, che tra le altre cose offre una connessione Bluetooth a due canali, il che implica fino al 30% in meno di latenza e fino al 50% in meno di consumo di energia. Una cosa da tenere in grande considerazione, visto che il chip verrà introdotto in questi auricolari.

I FreeBuds 3 di Huawei
Questa novità è il punto forte, dal punto di vista tecnico, dei nuovi FreeBuds, a cui si unisce un design che ricalca in maniera abbastanza evidente quello degli AirPods. Disponibili in bianco e in nero, le cuffie offrono fino a 4 ore di autonomia nelle vostre orecchie (e 20 ricaricandole con la custodia dotata di batteria).

Inoltre, i FreeBuds 3 saranno dotati di active noise cancellation (ANC), una tecnologia piuttosto rara in questi prodotti, e avranno anche la capacità di catturare le vibrazioni della voce attraverso una sorta di “sensore delle ossa”. In questo modo gli auricolari capiranno quando si parla e amplificheranno il suono della voce.

In questo modo, assicurano alla Huawei, le telefonate avranno una “chiarezza cristallina” anche quando si è in mezzo al traffico a piedi o magari in bicicletta. I nuovi FreeBuds saranno anche veloci da ricaricare e dovrebbero costare meno degli AirPods di Apple. Saranno disponibili da ottobre.