Jack Ma segue l’esempio di Bill Gates e lascia Alibaba

Siamo abituati, in Occidente, a pensare che il mercato dell’e-commerce sia dominato da Amazon, che al limite ha un piccolo rivale in eBay. Non sappiamo, però, che esiste un colosso che fattura ancora di più di questi due operatori, ma che lavora quasi esclusivamente in Cina: si tratta di Alibaba, una multinazionale fondata e diretta dall’imprenditore Jack Ma. Che proprio lo scorso 10 settembre, giorno del suo 55° compleanno, ha deciso di lasciare la sua azienda.

Ma l’avrete sicuramente visto in qualche video nel corso di questi anni. È oggi uno degli uomini più ricchi del pianeta, ma è anche un visionario, simile per certi versi a “pirati” della Silicon Valley come Steve Jobs e Bill Gates. E proprio a Bill Gates pare essersi ispirato in questa sua ultima decisione.

Jack Ma, fondatore di Alibaba
Già un anno fa, infatti, Ma aveva annunciato alla stampa la sua decisione di ritirarsi dalla presidenza della sua creatura nel momento in cui avrebbe compiuto 55 anni (e Alibaba 20). Il modello era proprio Gates, che si ritirò relativamente presto da Microsoft per potersi dedicare alla filantropia e ad altri progetti.

Anche Ma ha lo stesso scopo: dopo aver portato la sua azienda ai vertici dell’economia mondiale, ora ha altro di cui occuparsi. Ha infatti da tempo dato vita ad una sua fondazione, la Jack Ma Foundation, che si occupa di istruzione nelle zone più rurali della Cina, e Ma vuole dedicarvisi a tempo pieno.

Ciò non vuol dire che Alibaba andrà alla deriva. La presidenza dell’azienda è stata passata al CEO, Daniel Zhang, e Ma rimarrà comunque nell’Alibaba Partnership, il comitato che nomina il Consiglio di amministrazione. Inoltre l’imprenditore possiede ancora un consistente pacchetto azionario del portale di e-commerce.