John Frusciante è tornato nel gruppo (di nuovo)

I Red Hot Chili Peppers li conoscete di sicuro: sono un delle band di maggior successo a livello globale degli ultimi trenta o quarant’anni, tanto che si stima che abbiano venduto più di 80 milioni di dischi in carriera. Ancora più celebre, però, è la loro tendenza a cambiare chitarristi e a vederne rientrare uno in particolare: e ne parliamo proprio perché John Frusciante ha deciso di ritornare di nuovo nella band.

Frusciante è il chitarrista storico del gruppo, quello presente nella formazione che pubblicò gli album di maggior successo e impatto. Nato a New York nel 1970, entrò nei Red Hot Chili Peppers – che invece sono californiani – nel 1988, ad appena diciott’anni d’età, salvo poi uscirne nel 1992.

Quell’abbandono fece scalpore. Proprio in quei primi anni ’90, infatti, i Red Hot Chili Peppers stavano cominciando a sfondare e l’addio di Frusciante sembrò l’atto di un purista che non voleva scendere a patti con lo show business. Non è un caso che Enrico Brizzi intitolò a quel gesto il suo romanzo d’esordio, Jack Frusciante è uscito dal gruppo.

Nel 1998, però, Frusciante decise di rientrare nella band, riprendendosi il posto che nel frattempo era stato assegnato a Dave Navarro. Nel 2009 è poi arrivato il secondo addio, per perseguire una carriera solista. Al suo posto i Peppers assunsero Josh Klinghoffer, che ora ha detto addio per ridare la chitarra a Frusciante.

L’annuncio ufficiale della band è arrivato tramite Instagram, con un messaggio (che potete leggere qui sopra) in cui si ringraziava Klinghoffer per i dieci anni trascorsi nel gruppo e si ri-accoglieva a braccia aperte Frusciante. I fan, com’era prevedibile, hanno accolto molto bene la notizia.