La copertina del New Yorker su George Floyd

Il New Yorker è una celebre rivista americana, apprezzata per i suoi articoli e racconti ma anche per le sue vignette e le sue copertine. Nel nuovo numero, datato 22 giugno, i giornalisti hanno deciso di dedicare la cover a George Floyd con un’illustrazione emblematica.

Il disegno, realizzato dall’artista Kadir Nelson e intitolato “Say Their Names” (“Dite i loro nomi”), raffigura infatti l’uomo ucciso qualche settimana fa a Minneapolis, con però la sua sagoma che finisce per racchiudere tutta una serie di altri volti.

La copertina del New Yorker di Kadir Nelson dedicata a George Floyd

Il senso dell’immagine è piuttosto chiaro: la morte di Floyd ha permesso di portare in primo piano molte altre vittime di colore, facendo esplodere la questione razziale negli Stati Uniti.

Tra l’altro, le persone raffigurate nel disegno non sono volti a caso, ma identificano precisi momenti storici – antichi e recentissimi – legati a questo problema. Il New Yorker stesso ha creato una pagina web per spiegare meglio tutti i dettagli, consultabile qui.

 
Kadir Nelson è un pittore ed illustratore di colore, nato a Los Angeles nel 1974. Nella sua carriera ha realizzato diverse copertine della rivista, ma ha disegnato anche le cover di dischi di Michael Jackson e Drake. Inoltre ha collaborato anche ad alcuni progetti cinematografici di Steven Spielberg.