Alla scoperta dei più comuni cognomi inglesi

I nomi inglesi li conosciamo fin troppo bene. Li vediamo utilizzati in film, libri, canzoni. Sia che provengano dalla Gran Bretagna, sia che questi prodotti siano realizzati in America, dove gli inglesi, gli scozzesi, gli irlandesi sono emigrati e hanno lasciato la loro impronta. Ma siamo in grado di stabilire quali sono i cognomi più comuni, quantomeno in Gran Bretagna? Ci sono più Smith o Jones? Più Wilson o Thomas?

Per fortuna, per dirimere la questione ci sono dati piuttosto aggiornati. La classifica che vi proponiamo qui di seguito risale appena all’anno scorso, al 2016. E, soprattutto, riporta anche il numero di persone che in Gran Bretagna portano ogni singolo cognome. Così possiamo farci un’idea non solo della graduatoria, ma anche del distacco tra un nome e l’altro. Leggetela e, se volete, segnalate col vostro voto i cognomi preferiti.

Se poi volete approfondire l’argomento, potete leggere questi nostri articoli al riguardo:
Cinque famosi nomi di vichinghi che hanno fatto la storia
Cinque città con nomi strani e divertenti fuori dall’Italia


Vieni a votare anche nei nostri altri sondaggi

 

Storia dell'Inghilterra. Da
EUR 11,48 EUR 13,50
Generalmente spedito in 24 ore
Storia della letteratura inglese:
EUR 20,40 EUR 24,00
Generalmente spedito in 24 ore
Storia degli inglesi. Testo
EUR 25,00 EUR 30,00
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
Storia della letteratura inglese:
EUR 19,55 EUR 23,00
Generalmente spedito in 24 ore
Breve storia della letteratura
EUR 20,40 EUR 24,00
Generalmente spedito in 24 ore
Storia della letteratura inglese:
EUR 12,62 EUR 14,85
Generalmente spedito in 24 ore
Storia del conflitto anglo-irlandese:
Vedere il Prezzo EUR 10,99
Storie fantastiche. Imparo
EUR 4,12 EUR 4,90
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
Breve storia della lingua
EUR 10,20 EUR 12,00
Generalmente spedito in 24 ore
CONDIVIDI
Ermanno “scrip” Ferretti ha 37 anni, vive tra Roma e Vienna (nel senso che abita più o meno a metà strada tra le due) e di mestiere fa l’insegnante. Ha una moglie e quattro figli. Ama il primo Nanni Moretti, il primo De Gregori, i primi R.E.M., i primi Belle and Sebastian, i primi Baustelle e il primo Nick Hornby. Pensa che i geni, quindi, dovrebbero morire a 40 anni. Ovviamente non si considera un genio. Con Fazi Editore ha pubblicato, nel corso degli anni, due libri: Per chi suona la campanella e Storia semiseria e illustrata della filosofia occidentale.