La storia dell’Antico Vinaio, bottega fiorentina ormai mondiale

Il cibo italiano è giustamente famoso nel mondo. Ma questo vale non solo per i piatti realizzati dai grandi chef, ma anche per lo street food, il cibo da strada, che sta via via conquistando sempre nuovi estimatori. In questo senso, è paradigmatica la storia dell’Antico Vinaio, storica bottega fiorentina che si sta rapidamente espandendo all’estero.

Del locale si sono occupati diversi giornali negli ultimi mesi, visto che da un piccolo esercizio in via de’ Neri la società si è ingrandita aprendo diversi punti vendita a Firenze e ora spostandosi anche all’estero. Da poco, infatti, l’Antico Vinaio è sbarcato anche a New York e a Los Angeles.

Merito dell’impegno del giovane Tommaso Mazzanti, che ha preso in gestione l’attività dai propri genitori e l’ha espansa, facendone prima un punto fermo dei giri turistici di Firenze e poi un elemento importante dell’italianità all’estero. Ma merito anche del passaparola e soprattutto dei social.

La grande spinta all’Antico Vinaio è arrivata, infatti, negli anni ’10 dall’avvento delle recensioni online. Su TripAdvisor, per fare un esempio, la bottega è la più recensita d’Italia, ma è ben presente su tutti i social network, con uno stile amichevole che esalta la qualità dei prodotti proposti.

Così la società mira ad espandersi ulteriormente nei prossimi anni, grazie alla bontà dei suoi panini, realizzati con prodotti tipici del territorio fiorentino ma apprezzati ad ogni latitudine.

   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here