Lanciano 750mila papaveri sopra a Dover in ricordo dei caduti

In Gran Bretagna e nei paesi del Commonwealth, l’11 novembre si celebra il Remembrance Day, giorno dedicato ai caduti delle due guerre mondiali. E quest’anno la celebrazione è stata particolarmente toccante, visto che sopra alle scogliere di Dover alcuni aerei della Seconda guerra mondiale hanno lanciato 750.000 papaveri in ricordo dei caduti.

Il Remembrance Day è particolarmente sentito in Gran Bretagna. Istituito nel 1919, poco dopo la fine della Prima guerra mondiale, si celebra l’11 novembre perché proprio in quella data terminò il conflitto per gli inglesi (l’Italia, invece, riuscì a far firmare l’armistizio agli austriaci qualche giorno prima, il 4 novembre).

È un giorno, però, in cui non si gioisce tanto per la vittoria nelle due guerre, quanto piuttosto si cercano di ricordare le numerosissime vittime di quei conflitti. Il simbolo tradizionalmente usato per farlo è il papavero, per vari motivi.

Questo fiore viene infatti menzionato in una celebre poesia del canadese John McCrae, morto proprio in guerra, intitolata Nei campi di Fiandra. Ed è particolare perché cresceva anche nei teatri più disastrati di battaglia, mostrando il suo simbolico colore rosso sangue.

Sopra ai cieli di Dover, in cui si combatté la Battaglia d’Inghilterra nel 1940, un areo della Seconda guerra mondiale affiancato da due Spitfire ha così distribuito ben 750.000 papaveri alla gente riunita al di sotto per la celebrazione. E negli aerei hanno volato anche cinque veterani ultranovantenni, alcuni già in servizio presso la RAF.