Le cinque nuove serie TV americane più “fighe” del 2014-2015 secondo i nostri lettori

The Flash è una delle nuove serie tv americane più attese della stagione 2014/2015

Non si può nemmeno dire che l’estate stia finendo, visto che quest’anno pare non esser neppure cominciata; ma sicuramente sta arrivando l’autunno e come sempre le scuole, le piogge e il lavoro portano all’avvio anche della nuova stagione televisiva, in cui le varie emittenti di tutto il mondo si arrabattano per cercare qualcosa di nuovo da proporre ai loro telespettatori.

Visto che sul versante fiction i prodotti migliori che vengono trasmessi sui nostri canali derivano quasi esclusivamente dagli Stati Uniti, abbiamo quindi deciso di dare un’occhiata ai palinsesti che prenderanno avvio nelle prossime settimane e di chiedervi, tramite uno dei nostri soliti sondaggi, un parere su quali siano le nuove serie TV provenienti dagli USA che a naso sembrano più interessanti. Come vedrete, i risultati denotano un netto successo dei progetti in qualche modo tratti dai fumetti, ma non mancano anche serie diverse e più giocate sui sentimenti: scopriamole assieme partendo dalla quinta posizione e poi procedendo fino alla prima.

 

A to Z

Una storia d’amore al ritmo dell’alfabeto, con Cristin Milioti e Ben Feldman

Ricordate How I Met Your Mother, la lunga e apprezzata serie TV che è arrivata a conclusione negli Stati Uniti lo scorso marzo? Ebbene, la particolarità di quello show è che di fatto le nove stagioni andate in onda non sono state altro che un immenso flashback in cui un padre di famiglia raccontava ai suoi due figli come aveva conosciuto la loro madre, e di conseguenza ogni puntata ed ogni stagione non erano altro che un lento avvicinamento al già noto lieto fine.

Il mistero stava tutto nello scoprire quale sarebbe stata la “mother” del titolo, quale personaggio già comparso nella serie o completamente nuovo avrebbe insomma rivestito i panni della donna ideale di Ted Mosby; e la ragazza con l’ombrello giallo si è rivelata al pubblico solo nell’episodio conclusivo dell’ottava stagione, assumendo le fattezze di Cristin Milioti, giovane attrice con varie esperienze a Broadway ma poche apparizioni sul piccolo schermo e ancor meno al cinema (anche se dopo è comparsa anche in The Wolf of Wall Street nei panni di Teresa Petrillo).


Leggi anche: Cinque straordinarie guest star di How I Met Your Mother

Ora, chiusa l’esperienza come fidanzata più attesa d’America, la Milioti si appresta però a diventare la coprotagonista di un nuovo show, A to Z, che debutterà sulla NBC il prossimo 2 ottobre: si tratta anche in questo caso di una commedia romantica in cui però i due poli della relazione amorosa sono già noti fin dall’inizio. La Milioti interpreta infatti Zelda, la “Z” del titolo, una giovane avvocatessa molto pratica e concreta, anche se allevata da una madre hippie, mentre Ben Feldman – già visto in Cloverfield e in varie puntate di Mad Men – presta il volto ad Andrew (la “A” del titolo), un altrettanto giovane impiegato di un sito web specializzato nel trovare l’anima gemella. Tra incomprensioni, vecchi legami e attrazione, tra i due nascerà un nuovo rapporto che poi verrà descritto e analizzato nel corso della serie.

Gli episodi dureranno 22 minuti e vedranno anche l’intervento, in lingua originale, di Katey Sagal (veterana del piccolo schermo, già star di Sposati… con figli, Futurama – dove doppiava Leela –, 8 semplici regole e Sons of Anarchy) come narratrice; creatore della serie è Ben Queen, che vanta nel curriculum la sceneggiatura del film Pixar Cars 2.

A to Z – Series Premiere Clip – The Dating Thing

 

The Affair

Una relazione extraconiugale dal creatore di In Treatment

Sempre sentimentale ma di tutt’altro tenore è la serie che si è appaiata a pari merito con A to Z e con Constantine alla terza posizione della nostra graduatoria: The Affair. Al centro, qui, non c’è infatti la spensierata e romantica storia d’amore tra due ragazzi, ma un tradimento che finisce per ripercuotersi sulle vite dei protagonisti: Noah è infatti un insegnante che ha appena esordito nel mondo della narrativa, aiutato dal suocero che è invece un romanziere di successo; mentre sul suo primo lavoro arrivano critiche non sempre positive, decide di trasferirsi per le vacanze con la famiglia a Montauk, dove i suoceri hanno una proprietà, convinto che lì riuscirà a scrivere un seguito più fortunato.

Nella località di mare, però, i suoi buoni propositi si scontrano con una giovane cameriera del posto, Alison, anche lei sposata ma appena passata attraverso una tragedia familiare. Tra i due nascerà una relazione, i cui esiti si ripercuoteranno anche sui rispettivi compagni, Helen e Cole.

Interpretata da un grande cast, la serie debutterà su Showtime – il canale via cavo della CBS, quello, per intenderci, di I Tudor, Californication, Dexter ed Homeland – il prossimo 12 ottobre in seconda serata, pensata com’è per un pubblico adulto.

Nello staff creativo spiccano i nomi dell’israeliano Hagai Levi – già creatore dell’acclamato In Treatment – e di Sarah Treem, al lavoro in passato proprio su In Treatment e House of Cards, mentre i quattro protagonisti sono interpretati dai due attori britannici Dominic West (visto in Mona Lisa Smile e 300) e Ruth Wilson (The Lone Ranger, Saving Mr. Banks) e dalle due star del piccolo schermo Maura Tierney (la ex Abby Lockhart di E.R., ma recentemente anche in The Good Wife) e Joshua Jackson (il Pacey Witter di Dawson’s Creek e il Peter Bishop di Fringe).

 

Constantine

Torna in scena Hellblazer

Nelle prime tre posizioni, come abbiamo anticipato in apertura, non ci sono però drammi o situation comedy, ma serie TV tratte dai fumetti: mai come quest’anno, infatti, le varie emittenti televisive americane sembrano aver investito nei comic book e in particolare in quelli della DC Comics, convinte, forse, anche dal buon successo riscontrato l’anno scorso dalla Marvel con Agents of S.H.I.E.L.D.; tra l’altro, per tutte e tre le serie si tratta di operazioni per nulla inedite, visto che i personaggi sono tutti già stati sfruttati o al cinema o alla televisione.

Il primo della lista è John Constantine, protagonista del nuovo telefilm della NBC – Constantine, appunto – che debutterà il prossimo 24 ottobre, ma già noto ai più per il film interpretato nel 2005 da Keanu Reeves, una pellicola non riuscitissima ma di buon successo al botteghino. Ora alla NBC hanno deciso di riprendere in mano la questione, riparando anche a qualche libertà d’adattamento che si era fatta registrare nel film (Costantine tornerà ad essere biondo, per dirne una), affidando i compiti di scrittura e supervisione a Daniel Cerone, già al lavoro su Dexter e The Mentalist, e David S. Goyer, un nome non nuovo agli appassionati visto che ha esordito proprio nel mondo dei fumetti scrivendo serie sia per la Marvel che per la DC a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila, prima di passare alla TV creando FlashForward e Da Vinci’s Demons e soprattutto al cinema, dove ha scritto le sceneggiature per i vari Blade e, assieme a Christopher Nolan, per trilogia di Batman diretta dal regista londinese.

Constantine
EUR 3,50 EUR 9,67
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
Constantine
EUR 5,99 EUR 9,36
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
Il mio grosso grasso matrimonio
EUR 23,67 EUR 26,93
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi

Un team creativo di tutto rispetto, quindi, che ispirandosi al fumetto Hellblazer – creato da Alan Moore e poi scritto, dal 1988 in poi, da vari grandi autori del mondo dei comics come Jamie Delano, Garth Ennis, Paul Jenkins, Warren Ellis, Brian Azzarello e Peter Milligan – ha imbastito una trama in cui Constantine si trova a far squadra con la giovane Zed, una ragazza che comincia all’improvviso a vedere la realtà dei demoni e delle anime che infestano il mondo, così come avviene al mago; non risparmiandosi toni forti e vicini all’horror, la serie TV promette di rimanere assai fedele al fumetto originale, con due sole modifiche: il protagonista non fumerà – a causa delle restrizioni imposte ai network televisivi – e la sua sessualità, che nel fumetto non è mai rappresentata in maniera univoca, diventerà invece strettamente eterosessuale.

A interpretare il protagonista è stato chiamato il gallese Matt Ryan, già tra i protagonisti dello spin-off di Criminal Minds, Suspect Behaviour, mentre la star femminile sarà la quasi esordiente Angélica Celaya; nel cast, infine, anche Harold Perrineau, il Michael Dawson di Lost e l’Augustus Hill di Oz.

 

Gotham

Quando Batman era solo un bambino

Sempre tratta dai fumetti DC (anche se in realtà Hellblazer viene pubblicato da una divisione più “adulta”, la Vertigo) è anche Gotham, che esordirà il 22 settembre su Fox in America e verrà trasmessa a stretto giro di posta anche in Italia, dato che è già stato annunciato che il 7 ottobre Italia 1 manderà in onda in anteprima i primi due episodi, mentre il resto della prima stagione troverà inizialmente posto su Premium Action, canale a pagamento della piattaforma Mediaset Premium.

Protagonista della serie, però, non è un eroe vero e proprio ma – sulla scia appunto di Agents of S.H.I.E.L.D., che ha messo in primo piano l’eroismo delle persone “normali” che affiancano spesso i supereroi – presenterà le avventure del giovane Jim Gordon all’epoca dell’inizio della sua carriera all’interno della polizia di Gotham City, prima che ne diventasse il capo; accanto a lui troveranno spazio un Bruce Wayne (il futuro Batman) bambino, appena rimasto orfano dopo l’omicidio dei suoi genitori, ma anche la Selina Kyle destinata a diventare Catwoman, l’Edward Nygma che vestirà i panni dell’Enigmista, l’Oswald Cobblepot che diventerà il Pinguino e tanti altri colleghi ed antagonisti dell’universo dell’uomo-pipistrello.

Gotham Stg.4
EUR 13,76 EUR 18,90
Generalmente spedito in 24 ore
Gotham Stg.4
EUR 19,99 EUR 22,74
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi
GOTHAM - STAGIONI 1, 2, 3
EUR 24,99 EUR 24,99
Generalmente spedito in 1-2 giorni lavorativi

La serie è quindi una sorta di prequel, virata soprattutto sui toni della detective story, ed è stata sviluppata da Bruno Heller, già creatore di Roma e del già citato The Mentalist e tra l’altro marito della vicepresidente dell’HBO; nel cast invece figurano Ben McKenzie, già protagonista di The O.C. e Southland (che tra l’altro si era già avvicinato al mondo di Batman doppiando nel 2011 il film d’animazione Batman: Year One, in cui però lui interpretava il ruolo di Bruce Wayne e invece a dare la voce al commissario Gordon era Bryan Cranston), la Jada Pinkett Smith moglie di Will Smith, il Sean Pertwee figlio di uno storico interprete del Doctor Who (Jon, il terzo della serie, impegnato nel ruolo dal 1970 al 1974) e il Donal Logue di E.R. e Sons of Anarchy.

 

The Flash

Il superveloce ritorno di Barry Allen

Nonostante gli ottimi piazzamenti del detective dell’occulto Constantine e del commissario Gordon, a trionfare nel nostro sondaggio è stato però uno dei più tradizionali supereroi disponibili sul mercato e trascurato da cinema ed emittenti televisive americane negli ultimi anni, cioè Flash, l’uomo più veloce della Terra, che sarà protagonista di The Flash, il cui episodio pilota verrà trasmesso il prossimo 7 ottobre su The CW, il canale televisivo nato da una sinergia tra la CBS e la stessa Warner Bros che controlla la DC Comics.

Proprio sulla CBS era andata in onda, tra il 1990 e il 1991, la prima serie dedicata all’eroe superveloce, oggi ricordata come uno show di culto ma che in realtà chiuse dopo appena una stagione, schiacciata dalla rivalità di serie ben più celebri che venivano trasmesse nella stessa fascia oraria come I Robinson, allora al massimo della fama, e I Simpson, che stavano emergendo sempre più prepotentemente come il nuovo fenomeno televisivo americano. Il personaggio finì così nel dimenticatoio, snobbato per anni nonostante il sempre più forte successo di film e serie TV dedicate ai supereroi, sia Marvel che DC; proprio da una di queste, Arrow, in onda già da un paio d’anni su The CW, è venuta l’idea di uno spin-off dedicato al veloce difensore di Central City.


Leggi anche: Cinque fantastici gruppi di supereroi della DC Comics

La storia, con qualche aggiustamento ed accorgimento, è molto simile a quella originale del Flash della Silver Age, Barry Allen, da poco ritornato ad indossare la maschera rossa anche nei fumetti dopo aver ceduto per anni (causa decesso) il costume a Wally West prima e Bart Allen poi: Allen è infatti un orfano particolarmente portato per la chimica che inizia a lavorare per il dipartimento di polizia, ma, colpito in laboratorio da un fulmine, scopre di aver acquisito il potere della supervelocità, mettendolo presto al servizio dell’umanità.

La serie è stata creata da Greg Berlanti ed Andrew Kreisberg, già al lavoro su Arrow, con l’aggiunta di Geoff Johns, sicuramente il più importante autore fumettistico del Flash recente, visto che ha tenuto le redini del suo mensile tra il 2000 e il 2005 e poi di nuovo dal 2010 al 2011, oltre ad aver ridefinito completamente l’universo DC negli ultimi anni; interprete principale è, infine, il giovane Grant Gustin, già visto in Glee, mentre accanto a lui troveranno spazio i veterani Tom Cavanagh (protagonista della vecchia serie Ed e personaggio ricorrente di Scrubs nei panni del fratello di J.D.), Danielle Panabaker (in realtà ancora giovane ma con già decine di apparizioni televisive alle spalle) e lo stesso John Wesley Shipp, il Flash degli anni ’90.

 

I risultati del sondaggio

[socialpoll id=”2216327″]

 

Segnala altre nuove serie TV americane “fighe” del 2014-2015 nei commenti.