L’italiana Fabiola Gianotti confermata alla guida del CERN

Il CERN è, forse, il più prestigioso laboratorio di fisica al mondo: sorge sotto Ginevra ed è finanziato da vari paesi europei, tra cui l’Italia. Negli ultimi anni è stato protagonista di svariate scoperte scientifiche tra cui, non ultima, quella legata al bosone di Higgs. E questo laboratorio ha appena annunciato che avrà di nuovo una direttrice italiana, Fabiola Gianotti, riconfermata per un secondo mandato.

La Gianotti era già Direttrice generale del CERN dal 2016, prima donna della storia a ricevere tale prestigioso incarico. Ora però ha battuto un nuovo record, perché con questa nuova designazione è diventata anche la prima persona a essere riconfermata in tale ruolo per un secondo turno.

La direttrice del CERN Fabiola Gianotti (foto di Claudia Marcelloni De Oliveira via Flickr)
La direttrice del CERN Fabiola Gianotti (foto di Claudia Marcelloni De Oliveira via Flickr)

D’altronde, la fisica italiana lavora dentro alla struttura da molti anni, ha collaborato a tutte le più importanti scoperte effettuate al CERN ed è anche molto apprezzata dai colleghi, che già prima del 2016 l’avevano più volte scelta come coordinatrice di diversi esperimenti.

Nata a Roma nel 1960, è cresciuta e ha studiato a Milano, laureandosi alla Statale nel 1984. Già nel 1987 ha cominciato a lavorare a Ginevra, partecipando a vari progetti e coronando gli studi con la scoperta appunto del bosone di Higgs, la particella che ha il compito di dare massa a tutte le altre particelle.

Cavaliere di Gran Croce, vincitrice dell’Ambrogino d’oro e del Premio Enrico Fermi, nel 2012 è anche arrivata quinta nella classifica della Persona dell’anno della rivista Time.