Gli occhi, diceva qualcuno, sono lo specchio dell’anima. Sicuramente sono una delle prime parti che guardiamo in una persona, un po’ perché effettivamente lo sguardo dà importanza a tutto ciò che diciamo o facciamo, ci fa capire il tono ed è in grado, in casi particolari, di creare grande intesa. Questo vale, ovviamente, sia per gli uomini che per le donne, ma queste ultime hanno forse qualche freccia in più al loro arco. È infatti un’abitudine comune quella di dare ancora maggiore risalto a questa parte del nostro corpo con il make up per gli occhi.

Fin da piccole noi ragazze veniamo anzi avviate a scoprire i segreti di questa particolare forma di cura di sé. Impariamo dalle amiche o da qualche zia – o più raramente da nostra madre – come ci si dà l’ombretto, come si usa l’eyeliner, in certi casi anche come lavorare col mascara. Sempre speranzose che le persone su cui vogliamo fare colpo lo noteranno.

Purtroppo poi non va sempre così, o quantomeno non tutti sanno notare un buon lavoro fatto sugli occhi, sul viso e più in generale col trucco. Non per questo, però, dobbiamo smettere di provarci e magari anche di innovare, sperimentando qualche soluzione nuova e diversa dal solito.

L’articolo di oggi serve proprio a darvi qualche indicazione se volete cambiare qualcosa nel vostro modo di truccarvi gli occhi. Già in passato abbiamo provato a dare qualche spunto, ma oggi vogliamo concentrarci proprio su qualche idea originale, lasciandoci ispirare da make up artists in giro per il mondo.

Cercheremo di illustrarvi queste soluzioni nel modo più semplice possibile, provando anche a ragionare su quali occhi un certo tipo di trucco renderà al meglio. Procediamo.

 

1. Il make up giusto per l’occhio giusto

Partiamo con una premessa. Prima di iniziare a lavorare al make up di palpebre e ciglia, infatti, bisogna capire qual’è la forma del nostro viso e soprattutto la forma dei nostri occhi. Se sono allungati, infatti, hanno bisogno un certo tipo di trucco, così come se sono piccoli di un altro. Per non parlare poi del colore, che ha un peso fondamentale.

Quello che vi proponiamo qui di seguito è uno dei tanti video che si potrebbero prendere in mano queste situazioni. Ci pare però particolarmente riuscito per la capacità di spiegare, occhio per occhio, qual è la tipologia di trucco più adatta.

La prima cosa da fare è guardare le palpebre. Quando apriamo bene gli occhi, infatti, possono verificarsi due eventualità: può darsi che un pezzo di palpebra rimanga visibile, sopra l’occhio, oppure che essa si apra completamente, nascondendosi, e tornando a mostrarsi solo quando la chiudiamo.

In quest’ultimo caso gli esperti di trucco suggeriscono di ricreare con il make up la palpebra che non si vede. Così, con un po’ di ombretto piazzato subito sotto alle sopracciglia, si riuscirà a dare più forza allo sguardo. Nell’altro caso, invece, si potrà truccare normalmente la palpebra stessa, senza particolari premure.

Occhi lontani o vicini

La seconda cosa da notare è la distanza che separa i due occhi. Essa può essere infatti più stretta o più larga a seconda dei visi e una situazione del genere ci deve portare a scelte differenti riguardo al trucco da applicare.

Nel caso in cui ci si ritrovi con due occhi abbastanza lontani l’uno dall’altro, ci si può concedere un colore scuro sull’interno dell’occhio, che in un certo senso rimandi dall’occhio destro a quello sinistro e dall’occhio sinistro a quello destro.

Se invece gli occhi sono piuttosto vicini tra loro sarà meglio mettere da parte le tonalità più scure ed orientarsi invece su sfumature chiare, soprattutto sulla parte interna degli occhi, quella vicina al naso.

Tondi o sporgenti

Nel caso infine di occhi particolarmente rotondi, bisogna prestare molta attenzione perché col trucco si rischia di calcare troppo la mano su questa particolarità. Il consiglio che si dà anche nel video che citiamo in questo paragrafo è quello di non eccedere, di rimanere leggeri e di smussare questa rotondità.

Farlo non è in realtà difficile. Ad esempio bisogna tenere presente che è meglio non tracciare linee troppo spesse con l’eyeliner, ma rimanere, sia sopra che sotto, leggeri e stretti. Eventualmente si può, sempre con l’eyeliner, spingere la linea un po’ oltre sull’esterno, in modo da dare l’impressione di un occhio un po’ più allungato e meno tondo.

Leggi anche: Cinque ottime idee per il trucco da sera

Diamo qualche altro consiglio ora in velocità. Se avete gli occhi sporgenti è meglio usare tonalità un po’ più scure e invece evitare quelle chiare, che rischiano di attirare la luce e mettere ancora più in risalto questa vostra particolarità. Se invece avete gli occhi infossati è bene fare esattamente il contrario: quindi largo ai colori chiari.

Infine, se avete gli occhi un po’ cadenti, che magari all’esterno sembrano scendere troppo in basso e scivolare giù, è bene correggere questa tendenza con l’eyeliner, magari tracciando una linea un po’ slanciata verso l’alto che si attenga quindi alla tendenza naturale della palpebra.

 

2. Lavorare di eyeliner

Dal semplice al complesso

Dopo aver presentato alcune soluzioni calibrate in base al tipo di occhio, iniziamo a vedere come crearle, come cioè mettere in atto. Per far luce ci affideremo anche in questo caso a qualche video esplicativo, perché con le parole si può descrivere l’azione solo fino a un certo punto.

Il tutorial che trovate qui di seguito ci torna in questo senso molto utile. Nel video, presentato dalla videoblogger Lupe Neto, vengono per la verità presentate varie tecniche relative all’eyeliner, alcune più semplici ed altre più complesse.

Si tratta infatti di un video introduttivo, per cui alcune delle mosse che vedrete lì presentate sono abbastanza basilari. Basta però proseguire nella visione per andare incontro a qualche suggerimento più utile e originale, che magari non avete mai usato.

Per esempio, a noi è molto piaciuta l’idea della doppia ala che accompagna la linea esterna degli occhi. Non è particolarmente difficile da realizzare ma di sicuro effetto, soprattutto se si riesce a tenere il secondo tratto vicino ma distinto dal primo.

Infine ci pare interessante anche la variazione sul tema in cui le due linee all’esterno dell’occhio imitano la coda di un pesce, una rivolta verso l’alto e l’altra verso il basso. Se però guardate il video, e esplorate gli altri di quell’autrice, troverete anche molte altre soluzioni più complesse e originali.

 

3. Aiutarsi col nastro adesivo

Se non è la prima volta che vi informate sui modi migliori per truccare gli occhi, sicuramente conoscete il cosiddetto effetto Cat Eye, ovvero “occhi da gatta”. Si trova presentato in un milione di tutorial video e nei blog di molte truccatrici.

D’altronde, questo effetto è uno dei più interessanti da realizzare sui propri occhi. Si tratta infatti un disegno fatto con l’eyeliner di cui abbiamo già parlato nei punti precedenti. La linea che viene disegnata sul contorno occhi viene solo fatta proseguire verso l’esterno ad allungare in un certo senso il contorno delle nostre palpebre.

Occhi truccati con effetto Cat EyesCosì facendo – e con l’aggiunta di un ombretto sfumato in scuro verso l’esterno e di una buona dose di mascara – si ottiene proprio l’effetto di un occhio da gatta, lungo e sinuoso.

È una tipologia di make up che funziona su molte tipologie di occhi e che, se coniugata ad esempio con l’effetto Smokey Eyes, riesce a dare veramente un aspetto quasi da star di Hollywood a chi lo esibisce. Il problema però e che non è così facile da realizzare, o quantomeno che sembra ostico a chi non ci si è mai applicato.

Accorgimenti inattesi

Per riuscire nell’impresa, infatti, serve una mano ferma che sappia disegnare linee precise prive di sbavature. Man mano che ci si allontana dall’occhio bisogna che la linea si faccia più stretta e quindi bisogna essere in grado di mettere in campo una certa precisione.

È anche per questo motivo che molte ragazze neppure provano a priori a truccarsi in questo modo, preferendo qualcosa di più semplice è sicuro.

In realtà, però, ci sono vari modi per ottenere questo effetto senza particolare sforzo e in tempi relativamente rapidi. Il video che vi proponiamo qui sopra ne è un esempio, visto che la blogger ci mostra come ottenere i Cat Eyes semplicemente con l’uso di un paio di pezzetti di nastro adesivo.

Bisogna infatti incollarne due brevi pezzi nella parte bassa delle palpebre, avendo premura di togliere un po’ di colla dallo stesso scotch magari attaccandoselo una o due volte sulla mano. È infatti meglio che perda un po’ della sua potenza adesiva, per evitare di farsi poi una ceretta agli zigomi.

Cucchiai e altro

Dopo questa operazione preliminare truccarsi con la matita ed eventualmente anche con qualche pennello per fare le sfumature diventa incredibilmente facile, perché in questo modo saremo certi che, una volta che andremo a togliere lo scotch, l’effetto sarà comunque perfetto.

Soluzioni simili si possono adottare anche senza ricorrere al nastro adesivo. Se cercate su YouTube, infatti, trovate anche dei tutorial che insegnano a truccarsi usando anche altri strumenti quotidiani, che vi possono aiutare a tenere ferma la mano o delimitare in maniera più chiara i vari contorni del vostro trucco.

Ad esempio molto interessanti sono quelli in cui si usa un cucchiaio, anche se a nostro avviso non sono sempre semplici da mettere in pratica. Se volete, però, trovate video anche su qualsiasi altro tipo di posate e su strumenti anche più fantasiosi.

D’altronde quando si tratta di make up, l’unica vera regola è la fantasia: bisogna essere in grado sempre d’inventarci qualcosa di nuovo, di osare anche andando contro a quella che è l’abitudine. L’importante, come sempre quando si parla di bellezza, è d’altra parte solo la resa finale. Il mezzo tramite cui ci si è arrivati conta poco.

 

4. Occhi più grandi

Ricordate il primo punto della nostra cinquina? Tra i vari consigli che vi davamo c’era anche quello di evitare di truccarsi gli occhi in modo da ingigantirli se questi erano già abbastanza grandi in partenza. È un consiglio sensato e utile e non intendiamo certo rinnegarlo qui.

Può darsi però che, al contrario, i vostri occhi siano invece relativamente piccoli. E che abbiate sempre invidiato le ragazze dagli occhioni grandi capaci di catturare le attenzioni di tutti.

Leggi anche: Cinque tra gli occhi di donna più belli del mondo

Ebbene, al quarto punto nella nostra cinquina vogliamo suggerirvi un modo proprio per ottenere l’effetto degli occhi grandi, ovviamente tramite il trucco.

Il tutorial, come al solito, lo trovate qui di seguito in un video realizzato da una blogger americana che però risulta molto chiaro anche a chi non mastica l’inglese. Anche perché tutte le operazioni vengono mostrate passo passo.

La procedura

Per prima cosa bisogna creare una tinta chiara tutto attorno all’occhio e soprattutto nella palpebra, in modo da attirare la luce su di essa e farla quindi risaltare. Questo già solo per questo fa sembrare l’occhio più grande.

Comunque poi bisogna ovviamente servirsi anche dell’eyeliner e dell’ombretto, disegnando linee e sfumandole con una certa sapienza. L’obiettivo sarà creare una tinta uniforme che metta in risalto la parte superiore della palpebra facendola sembrare più voluminosa di quello che è.

Infine, con l’eyeliner dovete annerire il contorno degli occhi, avendo cura di ingrossare le linee soprattutto man mano che ci si avvia verso l’esterno, in maniera progressiva.

L’effetto ottenuto sarà quello di far sembrare gli occhi più tondi è più larghi soprattutto nella parte esterna, e di spingere quasi automaticamente l’attenzione dell’osservatore verso le vostre pupille. Insomma, sarà un buon modo per attirare gli sguardi.

 

5. Un’opzione diversa

Per gli occhi chiari

Di solito tutti i tutorial di trucco – e fino ad ora anche quelli che abbiamo segnalato noi – si concentrano su toni scuri. D’altronde, hanno i loro buoni motivi: il nero è in generale il colore più elegante, che va bene in ogni situazione, sia per la serata distinta, sia per l’uscita più trasgressiva.

Inoltre il nero sta bene su qualsiasi tipo di occhi sia per forma che per colore. Quindi, quando si presenta un make up tendente allo scuro si va praticamente sul sicuro.

Per non essere però troppo monocordi, in questo nostro ultimo punto vi vogliamo segnalare anche un modo per truccare gli occhi chiari. Si tratta anche in questo caso di un tutorial realizzato da una make up artist britannica e perfetto per chi ha degli occhi verdi come la modella.

Guardandolo vedrete in azione varie diverse tecniche, alcune più scontate e basilari ed altre invece più originali. Soprattutto però noterete il colore chiaro e aggressivo di tutto il trucco, che mette in risalto gli occhi verdi della modella e che, se anche voi avete occhi più o meno di quel tipo, potrà tornarvi sicuramente utile.

Se poi, come al solito, avete qualche altra tecnica da suggerire o qualche consiglio da dare alle nostre lettrici, potete utilizzare lo spazio per i commenti che si trova poco più avanti, a fine articolo.

 

 

Segnala altre idee per il make up per gli occhi nei commenti.