Michael Keaton potrebbe tornare a interpretare Batman (in più film)

Ricorderete di certo Michael Keaton nei panni di Batman. L’attore americano vestì il costume del Cavaliere oscuro in due memorabili pellicole dirette da Tim Burton a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, cioè grossomodo trent’anni fa. Eppure ora potrebbe ritornare dietro la maschera, ma in un modo che probabilmente non vi aspettate.

Il nuovo Batman ufficiale del cinema, dopo l’intermezzo di Ben Affleck, è infatti da tempo stato individuato in Robert Pattinson, che sarà protagonista di un reboot che prenderà avvio nel 2021. E allora, che c’entra Keaton, che tra l’altro ha ormai quasi 70 anni?

Michael Keaton ai tempi in cui interpretava Bruce Wayne
Secondo quanto filtra dalla DC Comics, l’intenzione sarebbe quella di scritturarlo per farne una specie di Nick Fury della DC. Come saprete, nei film Marvel compare spesso, con piccoli spezzoni, Samuel L. Jackson, intento a interpretare Nick Fury, una sorta di mentore ed organizzatore dei vari eroi.

Keaton farebbe lo stesso per i futuri film della DC, nei panni però di un Batman (invecchiato) proveniente da una dimensione parallela. Questo permetterebbe di introdurre il concetto degli infiniti mondi – ben presente nei fumetti della DC – e contemporaneamente di legare tra loro le varie pellicole del DC Extended Universe.

Se l’operazione riuscirà, Keaton potrebbe esordire già nel film dedicato a Flash in uscita nel 2022, con Ezra Miller come protagonista. Poi sarebbe in programma un’ulteriore apparizione nel film dedicato a Batgirl e via via ne arriverebbero presto anche altre.