I migliori cellulari sotto i 200 euro nel 2020

I migliori cellulari sotto i 200 euro

Il mercato dei cellulari è sempre in grande fermento e ogni mese escono nuovi modelli, ricchi di funzioni e di specifiche sempre più potenti. Il problema però è che spesso questi nuovi telefoni sono molto costosi, perfino troppo. Se siete qui, probabilmente siete invece alla ricerca di un telefono valido ma allo stesso tempo economico, che vi consenta di navigare in internet, usare i servizi di messaggistica come WhatsApp e scattare qualche veloce foto senza troppe pretese. Per fortuna esistono ottimi cellulari sotto i 200 euro che potrebbero fare benissimo al caso vostro.

Proprio per venire incontro a questo bisogno, abbiamo preparato la classifica di quelli che secondo noi sono i migliori smartphone economici presenti sul mercato in questo 2020. I primi cinque ve li presenteremo in dettaglio, ma alla fine dell’articolo vi elencheremo una serie di altri ottimi dispositivi, altrettanto validi.

 

1. Xiaomi Redmi Note 8 Pro

Nel momento in cui scriviamo, lo Xiaomi Redmi Note 8 Pro si trova nei negozi a prezzi che variano tra i 180 e i 220 euro a seconda del negozio di riferimento. Un prezzo un po’ al limite del nostro budget, ma si tratta probabilmente del telefono più convincente della nostra lista, quindi conviene tenerlo in considerazione.

Lo smartphone si presenta solido: uscito circa un anno fa, è stato subito ben accolto dal mercato, che ne ha apprezzato il buon equilibrio. Come noterete, però, andando avanti nella nostra lista, il problema di Xiaomi è di avere forse troppi dispositivi tutti nella stessa fascia di prezzo, tanto che finiscono per farsi un po’ concorrenza tra loro.

Lo Xiaomi Redmi Note 8 Pro
Questo Redmi Note 8 Pro, però, ci sembra un po’ migliore degli altri “cugini”. Monta un processore Mediatek G90T, una batteria abbondante da 4.500 mAh e una RAM da 6 GB, veramente ottima per questa fascia di prezzo. La memoria interna, infine, è di 128 GB, espandibili comunque tramite scheda SD (in alternativa è possibile utilizzare una seconda SIM).

Buono anche il comparto fotografico, con addirittura quattro fotocamere sul lato posteriore, la principale delle quali scatta buone foto a 64 megapixel, più di quello che di solito ci si aspetta da un cellulare economico.

La personalizzazione Android di Xiaomi è, come sempre, piuttosto buona, pur con qualche piccolo bug qua e là. Certo, qualche limite emerge quando si stressa un po’ il telefono, ad esempio con videogiochi particolarmente impegnativi, ma probabilmente se cercate un telefono da 200 euro non avete intenzione di usarlo per questi scopi. Insomma, un ottimo compromesso.

 

2. Samsung Galaxy A21s

Anche Samsung propone vari dispositivi della fascia di prezzo compresa tra i 100 e i 200 euro, tutti di buon livello e che potrebbero soddisfare le vostre esigenze. Alcuni ve li presenteremo alla fine dell’articolo, ma adesso abbiamo deciso di concentrarci sul Galaxy A21s, che in questo momento trovate tra i 150 e i 175 euro nei negozi.

Per questo dispositivo, uscito nell’estate del 2020, Samsung ha deciso di estremizzare un po’ le cose. Ha infatti scelto di risparmiare per esempio sul display, che non è di altissimo livello, e sul sensore di impronte digitali, sul lato posteriore. In compenso sembra aver esagerato con la batteria, che dura quasi 2 giorni.

Il Samsung Galaxy A21s
Il processore è un Exynos 850, abbinato appunto a una batteria da 5.000 mAh e una RAM da (soli) 3 GB, che però permette effettivamente di far durare a lungo la carica. La memoria integrata è minuta, da 32 GB, espandibile comunque tramite scheda SD (ma può ospitare anche una seconda SIM). La fotocamera posteriore principale è da 48 megapixel con anche la grandangolare e la macro.

Carino il design, pur senza strafare, sia per quanto riguarda la scocca che per la fotocamera anteriore. Il sistema operativo è stato leggermente alleggerito rispetto ad altri telefoni in modo da non stressare troppo il telefono. Ad ogni modo, non è velocissimo nell’uso quotidiano, anche se comunque più che dignitoso.

 

3. Huawei P30 Lite

Lo Huawei P30 Lite rientra per un pelo in questa nostra classifica perché nel momento in cui scriviamo può essere acquistato sui vari store a 199 euro, giusto giusto 1 euro al di sotto del nostro taglio massimo. Un prezzo che si giustifica col fatto che il telefono è stato da poco rinnovato e che ha comunque una discreta dotazione hardware.

Il processore è un Kirin 710, abbinato una batteria da 3.340 mAh. L’elemento più importante però riguarda il comparto memoria: la RAM è infatti da 6 GB, molto buona, mentre la memoria integrata addirittura da 256 GB, espandibili anche tramite scheda SD.

Lo Huawei P30 Lite
Infine convince anche il comparto fotografico con una fotocamera posteriore da 48 megapixel, abbinata alla grandangolare e alla camera di profondità, mentre ancora meglio fa in proporzione la fotocamera anteriore, da dirittura 32 megapixel.

Il sensore di sblocco, veloce, è anche qui sul posteriore, che è in vetro. Carino il design e leggero, complessivamente, il telefono. In genere funziona bene anche se la batteria non è straordinaria e per renderla efficiente Huawei tende a chiudere spesso i processi in background. Inoltre anche il bluetooth non è sempre del tutto affidabile.

Non dovete infine preoccuparvi del fatto che il telefono sia uno Huawei. Come forse saprete l’azienda cinese infatti non può più installare il Play Store sui propri dispositivi, cioè il negozio di app di Google, quello presente in tutti i dispositivi Android. Questa limitazione, però, non riguarda questo dispositivo, che è uscito prima del blocco.

 

4. Xiaomi Redmi Note 8t

Come dicevamo in apertura, i telefoni Xiaomi di buon livello in questa fascia di prezzo sono forse addirittura troppi. Per questo motivo abbiamo dovuto inserire un altro dispositivo di questa marca nella cinquina iniziale: si tratta dello Xiaomi Redmi Note 8t, un buon cellulare che attualmente si trova attorno ai 150 euro nei vari store, ma a volte anche a meno.

Il processore è lo Snapdragon 665, la batteria è una dignitosissima 4.000 mAh mentre la memoria prevede 4 GB di RAM a cui si sommano 64 GB di memoria integrata espandibile tramite SD (lo slot è comunque triplo, quindi ci stanno sempre anche due SIM). Il software è lo stesso già presentato in precedenza e il telefono risulta abbastanza affidabile sotto tutti i punti di vista.

Lo Xiaomi Redmi Note 8t
Uscito ormai un anno fa, monta ben quattro fotocamere posteriori. La principale è da 48 megapixel, ma di fianco ad essa ci sono la fotocamera macro, la grandangolare e quella per la profondità. L’anteriore invece è da 13 megapixel. Le foto risultano buone, pur senza effetti straordinari.

La scocca è in plastica dura e, come al solito, il sensore delle impronte digitali è sul posteriore. La velocità globale del telefono è discreta, anche se non ottima. Rispetto al Note 8, in questa versione “t” c’è in più l’NFC, la tecnologia di ricetrasmissione senza fili.

 

5. Blackview A80 Pro

Concludiamo la prima parte della lista con un telefono estremamente economico, che si trova al momento ad un prezzo compreso tra i 100 e i 120 euro. Stiamo parlando del Blackview A80 Pro, lanciato all’inizio del 2020 e che punta a sbaragliare la concorrenza per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo.

Il lettore delle impronte è posteriore, e sempre dietro ci sono ben 4 fotocamere. Non aspettatevi però miracoli: la risoluzione della posteriore è di 13 megapixel e le fotocamere aggiuntive sono quasi inutili; la fotocamera anteriore è invece 8 megapixel. Va bene, insomma, per le foto in piena luce, mentre si dimostra limitato per le situazioni più difficili.

Il Blackview A80 Pro
Esteticamente comunque si presenta abbastanza bene, anche se il display non fa faville, soprattutto per la risoluzione non eccelsa. Ottima è comunque l’autonomia, grazia a una batteria da ben 4.680 mAh che vi garantisce diverse ore di utilizzo intenso.

Lo slot è doppio, per due SIM oppure per l’estensione dei memoria. Il processore è un Mediatec che fa girare abbastanza bene il telefono anche grazie a 4 GB di memoria RAM (a cui si aggiungono i 64 GB di memoria integrata). Ovviamente le prestazioni sono di livello medio-basso, ma più che accettabili per l’uso di quasi tutti gli utenti.

 

Altri 6 cellulari sotto i 200 euro da tenere presenti, oltre ai 5 già segnalati

Come dicevamo in apertura, qui di seguito vi segnaliamo, più velocemente, altri sei smartphone che si dimostrano ottimi, come quelli di cui abbiamo parlato finora, in modo che abbiate maggiore possibilità di scelta. Come noterete, sono tutti marchiati Samsung o Xiaomi, che di sicuro in questa fascia di prezzo la fanno da dominatori.

 

Samsung Galaxy A20e

Il Samsung Galaxy A20e lo potete trovare in questi giorni a 120-140 euro sugli store. Presenta un display di poco inferiore ai 6”, 3 GB di RAM e 32 di memoria interna (molto pochi, ma espandibili tramite SD). La batteria è da 3.000 mAh. La fotocamera anteriore è da 8 MP, mentre dietro ce ne sono due, da 13 MP e da 5 MP.

Samsung Galaxy A30s

Il Samsung Galaxy A30s costa invece tra i 170 e i 190 euro nel momento in cui scriviamo. Presenta un design interessante ma anche un buon comparto hardware, se si considera ad esempio che monta tre fotocamere: la principale da 25 MP, quella di profondità da 5 MP e la grandangolare. La RAM è da 4 GB, la memoria interna espandibile e la batteria da 4.000 mAh.

 

Samsung Galaxy A20s

Il Samsung Galaxy A20s si può comprare a circa 150 euro e assomiglia, ovviamente, all’A20e che abbiamo presentato un paio di paragrafi sopra. Ha però una batteria notevolmente più potente, da 4.000 mAh, e una tripla fotocamera posteriore (la principale è comunque da 13 MP, non straordinaria). La dotazione di memoria è identica all’A20e: 3 GB di RAM + 32 interni.

Xiaomi Redmi 9

Lo Xiaomi Redmi 9 si trova a prezzi compresi tra i 120 e i 150 euro, a seconda dello store e delle diverse colorazioni (conviene però puntare, vista la dotazione, sui prezzi più bassi). La RAM è da 3 GB mentre la memoria interna da 32, comunque espandibili. Le fotocamere posteriori sono ben 4, ma quella principale è da 13 MP (quella anteriore è invece da 8).

 

Xiaomi Redmi 9s

Molto simile è lo Xiaomi Redmi 9s, che però costa tra i 170 e i 190 euro. La “s”, comunque, indica una dotazione hardware migliore, a partire dal processore Snapdragon 720G, fino anche a una RAM da 4 GB e una memoria interna da 64 GB. Le fotocamere sono sempre 4+1, ma meglio accessoriate: sul posteriore la principale è da 48 MP, sul frontale da 16 MP.

Xiaomi Redmi Note 9

Chiudiamo con lo Xiaomi Redmi Note 9, venduto ora tra i 140 e i 160 euro. Il telefono è di medio livello: la RAM è da 3 GB e la memoria interna (espandibile) da 64, la risoluzione del display è discreta ma non eccelsa mentre meglio va il comparto fotografico, con 48 MP dietro e 13 davanti. Può realizzare anche video in 4K.

 

E voi, quale cellulare sotto i 200 euro preferite?

 

Segnala altri cellulari sotto i 200 euro nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here